Rumble tumble Rumble tumble

Rumble tumble

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice

La più strampalata coppia di investigatori privati mai inventata, Hap e Leonard, in una nuova travolgente avventura. Questa volta è proprio un «rumble tumble», un bel casino, si potrebbe anche dire. Con tanto di fanciulle non proprio virtuose da salvare contro bande di malviventi più arrabbiati di sciami di vespe impazzite.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 3

Voto medio 
 
4.6
Stile 
 
5.0  (3)
Contenuto 
 
4.0  (3)
Piacevolezza 
 
4.7  (3)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Rumble tumble 2017-05-24 06:48:45 Rebel Luck
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Rebel Luck Opinione inserita da Rebel Luck    24 Mag, 2017
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Rido e sorrido mentre leggo

Mi trovo di nuovo ad elogiare Lansdale ed il suo ciclo di Hap & Leonard.
Questo che ho appena divorato voracemente è il quinto capitolo della saga.
Inizialmente le pochissime pagine (poco più di 150) mi avevano lasciato perplesso, ho immediatamente pensato:"troppo corto".
Invece no. Troppo giusto.
Il racconto è veloce, dinamico e frenetico, così come la narrazione e la storia, in questo modo, l'autore ti inchioda alle pagine dall'inizio alla fine, non riesci a chiudere gli occhi, anzi non riesci neppure a sbattere le palpebre!!!
I pensieri dei protagonisti ti colpiscono in modo diretto ed è facile trovarsi a ridere e sorridere leggendo:

"L'età del rimbambimento per me era ancora lontana, ma comunque molto più vicina di quanto mi piacesse pensare."

Il rapporto di coppia tra Hap e la sua nuova fiamma dai rossi capelli è fantastico e surreale:
"Cosa farai adesso?
— Un pranzo leggero. Poi un po' di sesso.
— Con me?
— A meno che tu voglia propormi qualcun altro.
Scossi la testa. — Non mi viene in mente nessuno. Ma se vuoi possiamo dare un'occhiata agli annunci sul giornale.
— No, non importa. Mi accontenterò di te."


Le solite graditissime e coloratissime metafore colorano di humor ogni pagina:

"Forse sapevano solo che tu sei sua madre, e nient'altro, e hanno inventato tutta la storia mettendoci dentro un granello di verità qua e là, come dei semi di sesamo che passano interi attraverso l'intestino, sulla strada per diventare merda.
— È una metafora poetica per dire che secondo te ci hanno raccontato un mucchio di balle, vero?
— Vero.

Ma anche quella di Leonard su come si deve cambiare il rotolo di carta igienica è fantastica:

"Perché tutto ciò ti risulti più comprensibile, chiameremo «cazzo» il tubo di plastica e «fica» il buco al centro del rotolo. Perciò prendi il cazzo di plastica, lo infili nella fica e scopri che esce dal buco del culo, cioè dalla parte opposta del rotolo. A quel punto prendi il cazzo da entrambe le parti e lo incastri nelle tacche apposite del portarotoli. Ed ecco che all'improvviso è apparso un nuovo rotolo di carta da culo al posto di quello che era finito. È una spiegazione abbastanza semplice per te?
— Cristo, Leonard. Non ti sembra di esagerare?"

Sicuramente la migliore è quella dove Hap descrive un suo risveglio, che identifica appieno molti dei miei... Uguali:

"Quando alle otto del mattino suonò la sveglia, mi sentivo come un quintale di diarrea passato attraverso il tubo di scarico e arrivato al mare."


La descrizione del mondo dove si muovono i nostri amici, le cose con cui interagiscono, e le persone stesse, sono come sempre dettagliatamente spassose:

"Bill Uccello del Mattino guidava un vecchio pick-up Ford che sembrava scampato a una pioggia di meteoriti. Aveva stuccature dappertutto, e le parti senza stucco erano coperte da una vernice blu di qualità scadente. Ogni volta che Bill frenava, il furgone emetteva una specie di urlo di dolo-re. Le gomme erano così consumate che quasi si vedeva l'aria dentro."

Oppure:
Presi dal portafogli duecentocinquanta dollari, glieli appoggiai sulla mano, e lui li fece sparire dentro il giubbotto di pelle con la stessa rapidità di un adolescente che nasconde una rivista porno nel cassetto delle mutande.

Concludo consigliando a tutti di leggere tutti i precedenti capitoli della serie e poi ovviamente questo.
Io cercherò di aspettare un po' a leggere il prossimo romanzo, non perchè non ho voglia di farlo, ma perchè ho paura di finirli tutti troppo presto!!!!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Una stagione selvaggia
Mucho Mojo
Il mambo degli orsi
Bad Chili
Trovi utile questa opinione? 
90
Segnala questa recensione ad un moderatore
Rumble tumble 2014-06-11 10:38:30 Donnie*Darko
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
5.0
Donnie*Darko Opinione inserita da Donnie*Darko    11 Giugno, 2014
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Rumble tumble per Tillie

Risate e tensione sono come al solito ben amalgamate nelle avventure della stravagante coppia made in Texas formata da Hap Collins e Leonard Pine. Investigatori, avventurieri, cialtroni o giustizieri poco cambia. Nonostante ambiscano semplicemente ad avere qualche dollaro in tasca e scolarsi in veranda birre ghiacciate a iosa finiscono sempre in mezzo a guai.
Questa volta la penna di J.R. li trascina sino in Messico dove cercheranno di salvare Tillie -la figlia degenere della compagna di Hap- dal bordello in cui è imprigionata, costretta a svolgere il lavoro più antico del mondo sotto la "supervisione" di un branco di pazzoidi sanguinari.
Il viaggio sarà ovviamente costellato da incontri al quanto improbabili, la bizzarria della premiata coppia infatti non sembra bastare al buon Joe per rendere il romanzo fuori dagli schemi, e Lansdale accelera senza freni, si diverte un mondo a creare figure grottesche ed inserirle con acume nella sua storia debitrice al pulp e al western. Il ritmo è regolarmente invidiabile, sostenuto da un linguaggio eufemisticamente "colorito" e da abbondanti dosi di violenza.
Hap e Leonard, da buoni samaritani quali sono, sdrammatizzano a favore del lettore battibeccando di continuo in stile buddy movie, rendendo le varie nefandezze affatto disgustose. L'autore gioca divinamente con l'eccesso dei personaggi, campioni nel menare le mani o a premere un grilletto e schiappe nel dare prova di buona creanza: questi sono gli antieroi della nuova frontiera. Barbari di un west moderno ma sempre letale, divisi in fazioni manichee dove il buono, per quanto non irreprensibile, cerca di metter un freno ai soprusi cui assiste o subisce. Un ottimo romanzo, forse il migliore della serie, parecchie le situazioni esilaranti alternate con somma maestria ad un profluvio di eventi drammatici.

E ora, con permesso, torno a sedermi nella mia sgangherata veranda, non prima di aver stappato una birra ghiacciata ed essermi riempito la bocca con del tabacco da masticare.
Buona lettura! Vostro affezionato redneck!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
150
Segnala questa recensione ad un moderatore
Rumble tumble 2011-11-15 21:38:04 alexmai
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
alexmai Opinione inserita da alexmai    15 Novembre, 2011
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Forse il migliore della serie...

Ho appena finito di leggere Rumble Tumble di Joe Lansdale... come dice il titolo, la storia è il racconto di un "gran casino" nel quale si cacciano i nostri amici Hap & Leonard... come al solito botte, parolacce, risate, sesso e malinconia in un frullato vincente. Stavolta i due eroi devono andare a salvare la figlia prostituta della ragazza di Hap in un bordello messicano dove si sollazzano i componenti di una gang di bikers... ovviamente qualcuno si farà male! Come detto altre volte, è solo un panino con la mortadella (ovvero niente "alta letteratura") ma è l'ideale per passare qualche ora... spero di poterli vedere al cinema prima o poi!!!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La mia giornata nell'altra terra
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La fortuna
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La treccia alla francese
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Città in fiamme
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Ritratto di donna
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il tessitore
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Il segreto dell'alchimista
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La stanza delle mele
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Il ritorno di Sira
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Stalingrado
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Fame blu
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Vita in vendita
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Girl in snow
Avversario segreto
L'ermellino di porpora
Otto perfetti omicidi
Città in fiamme
Lupa nera
Prede
Il cercatore di tenebre
La solitudine del ghiaccio
Il mistero della signora scomparsa
Cuori in trappola
La sua verità
Il seme del terrore
Autopsia
Nulla ti cancella
Le ore più buie