Narrativa straniera Gialli, Thriller, Horror Un sacrificio accettabile
 

Un sacrificio accettabile Un sacrificio accettabile

Un sacrificio accettabile

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice

Lo chiamano Cuchillo, “coltello”. Non perché uccida con una lama – ha un sacco di uomini che fanno quel tipo di lavoro per lui – ma perché la sua mente è molto affilata. Da quando il governo messicano ha dichiarato guerra ai cartelli della droga, ci vuole cervello per sopravvivere e Cuchillo non è solo sopravvissuto, ha prosperato. Ma nel momento in cui Cuchillo inizia a “ricamare” troppo in profondità, la polizia federale degli Stati Uniti e del Messico intervengono per smussare la sua lama. P.Z. Evans e Alejo Díaz sanno che il cartello di Hermosillo sta pianificando di assaltare un pullman turistico e sanno che l’unico modo per fermare Cuchillo è con la morte. Il leader del cartello ha un punto debole e, per distruggere il suo impero del male, l’improbabile coppia di poliziotti internazionali dovrà fare appello all’amore che questo atipico intellettuale ha per i libri.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
 
Un sacrificio accettabile 2022-06-07 07:51:09 cesare giardini
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
cesare giardini Opinione inserita da cesare giardini    07 Giugno, 2022
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Un trafficante di droga con la passione dei libri.

E’ uscito in libreria (maggio 2022) nella collana “Crimini di carta” (Ed. Time Crime) questo breve romanzo (o lungo racconto, poco più di 100 pagine) di Jeffery Deaver, un racconto ambientato in Messico che narra la caccia di due poliziotti, uno americano, Evans, l’altro messicano, Diaz, a un pericoloso boss della droga, detto “el Cuchillo”, il coltello, non tanto per il suo gusto e la sua indifferenza nell’ammazzare rivali e agenti, quanto per l’acume del suo cervello. Il personaggio è singolare: oltre a trafficare droga (è capo del cartello di Hermosillo), è un esperto bibliofilo, ed ha nella sua tenuta fortificata una vastissima libreria, migliaia di volumi, tra i quali numerosissime opere antiche, prime edizioni di inestimabile valore. I due investigatori sono al corrente che il boss sta progettando l’assalto ad una corriera piena di viaggiatori, una strage a scopo dimostrativo e vendicativo, ed architettano un piano ingegnoso per contattare l’inavvicinabile “Cuchillo”. Diaz si fingerà un rappresentante del libraio presso cui si fornisce il boss, preparando, oltre alla vera e propria bomba da collocare nello studio, un diversivo con un’altra bomba camuffata e di scarso impatto, mentre Evans, dall’esterno, utilizzerà un altro diversivo per catturare l’attenzione del boss. Morale del racconto: la corriera, destinata alla distruzione in un rogo incendiario che dovrebbe uccidere tutti, donne e bambini compresi, scamperà al pericolo, mentre il “Cuchillo” morirà bruciato per l’esplosione della bomba, quella vera, nel suo studio. Questa, in estrema sintesi, la storia narrata da Jeffery Deaver. Leggendola, si apprezzeranno molti particolari dell’ambiente, dei personaggi coinvolti, dei momenti di estremo pericolo in cui dovranno agire i due agenti, sempre sul filo del rasoio, sempre con la prospettiva di vedere fallire il loro piano ingegnoso. Lo stile narrativo di Deaver è quello consueto dei suoi romanzi più noti, scarno, coinvolgente, ricco di momenti di suspence. Con un tocco ironico nel finale: i due agenti, dopo aver eliminato il boss amante dei libri soprattutto nelle loro edizioni più rare, confesseranno a vicenda di essere anche loro amanti della lettura, sì, ma solo delle rubriche sportive dei giornali.
Amante dei libri è invece una nota libraia di “la Feltrinelli” di Salerno, Carmen Recupito, che in un lungo articolo introduttivo al libro ci parla della sua passione per la lettura, perché “leggere è vivere mille vite, ed è anche condividere, leggere ci fa viaggiare nello spazio e nel tempo,… ci fa piangere, ridere, emozionare, e magari sognare… di poter scrivere un libro”. Un’introduzione molto bella, che descrive con ricchezza di esempi i vari tipi di libri “crime” , il giallo, il noir e il thriller, generi letterari che non dovrebbero mai essere sottovalutati.




Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Altri romanzi di Jeffery Deaver..
Trovi utile questa opinione? 
30
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La casa delle luci
Valutazione Utenti
 
2.5 (1)
Bournville
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il ragazzo
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Brave ragazze, cattivo sangue
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Angélique
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita in tasca
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Tasmania
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il lungo addio
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Un cuore nero inchiostro
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Oblio e perdono
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Respira
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una piccola pace
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Il lungo addio
Il segreto di Inga
Le ombre
Il treno per Istanbul
Agatha Raisin. Campane a morto
Il caso Agatha Christie
La casa nell'ombra
Trappola di sangue
Niente orchidee per Miss Blandish
Brave ragazze, cattivo sangue
Il verdetto
Ci vediamo stanotte
Quel che la marea nasconde
Il caso della sorella scomparsa
La ragazza di neve
Un delitto avrà luogo