Dettagli Recensione

 
Serpenti nel paradiso
 
Serpenti nel paradiso 2010-11-23 15:41:19 Cristina V
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Cristina V Opinione inserita da Cristina V    23 Novembre, 2010
  -   Guarda tutte le mie opinioni

molto piacevole...

Continuo con le mie opinioni sulla IMPERDIBILE serie della Giménez Bartlett, con protagonista Petra Delicado; sempre nell'ordine, per non perdere le vicende private.
Questa volta al storia si svolge in Paradiso, cioè nel mondo dei ricchi..

Mi sto veramente godendo la lettura di questi gialli, garbati, divertenti, che ad ogni pagina mi ricordano tanto il mondo del commissario Montalbano, con Augello, Catarella…
Solo che la storia si svolge a Barcellona, ed i personaggi sono Petra ed il suo vice Fermin Garzòn...
Anche loro indagano,battibeccano , si scoraggiano, riprendono da capo, ridono, bevono, si consolano a vicenda…

In questa storia si trovano ad affrontare una indagine per l’omicidio di un ricco avvocato, apparentemente perfetto.
Come può accadere che una persona senza nei, senza ombre, sia uccisa? E tutte queste persone che ruotano intorno alla sua figura..mogli belle e realizzate, colleghi “arrivati” e senza macchia, bimbi bellissimi ed educati, servitù impeccabile…..saranno veramente come appaiono, o qualcosa inizierà a poco a poco a sgretolarsi, rivelando…serpenti?

Veramente piacevole; come sempre, mi sono fatta anche due risate di vero gusto, soprattutto nella parte della vicenda in cui la Polizia deve preparare il servizio d’ordine per la visita del Papa- dando naturalmente la precedenza a questo su tutte le altre indagini…
Non vi dico l’entusiasmo di Petra…
Spassoso.

Qualche riga? Il finale.( che non rivela nulla, ma è tenero).

“……..Tornò a raggiungere il gruppetto e sparirono tutti nella notte.
Povero Garzòn! Gli dispiaceva lasciarmi sola.
Non sapeva che in quel momento l’unica cosa che mi mancava per essere completamente felice era veder passare gli stormi delle anatre selvatiche.
E quell’anno, ne ero sicura, non ci sarei riuscita.
Forse l’anno dopo, o quello dopo ancora, o forse chissà quando.
Il giorno in cui finalmente si compiono le promesse di felicità che tutti hanno in serbo nell’angolo più riposto del cuore.”
Da leggere!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
40
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

In tua assenza
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La banda dei colpevoli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La mappa nera
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La quarta profezia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita paga il sabato
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
5.0 (2)
Obscuritas
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli avversari
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Le sorelle Lacroix
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultimo figlio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Questo post è stato rimosso
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
I killeri non vanno in pensione
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Voci in fuga
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Gli eredi di Stonehenge
La mappa nera
L'uomo dei sussurri
Gli avversari
In tre contro il delitto
Un sacrificio accettabile
Il castello di Barbablù
Run, Rose, Run. La stella di Nashville
Girl in snow
Avversario segreto
L'ermellino di porpora
Il caso Alaska Sanders
La cameriera
Otto perfetti omicidi
Città in fiamme
Lupa nera