Dettagli Recensione

 
Il gatto
 
Il gatto 2011-10-28 07:14:24 Stefp
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Stefp Opinione inserita da Stefp    28 Ottobre, 2011
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il gatto

Non c'è solo l'amore capace di legare due persone per sempre, indissolubilmente. Anche l'odio può arrivare a tanto. Può essere così forte da rimanere l'unica fonte di sostentamento, così familiare da averne bisogno per autoalimentarlo, così opprimente da riempire subito e chiudere i varchi lasciati dai quali potrebbe altrimenti uscire un barlume di pietà, di tenerezza, di pace. Ci vuole energia per odiare. L'odio prosciuga, invecchia e quando ti rendi conto che la vita sta passando, trascorrendo nell'odio, ti ci aggrappi di più perché è l'unica cosa che ti rimane. Georges Simenon, gran romanziere, rende tutto questo molto chiaro e lampante in un romanzo sicuramente da leggere, breve ma profondo, psicologico, che cattura, di una quiete irreale carica di tensioni.
Emile e Marguerite, entrambi vedovi, sposati in seconde nozze, non giovani, fanno un salto di qualità passando da una vita coniugale fatta di rispetto, ma di indifferenza, di profonde differenze caratteriali e sociali all'odio. Odio reciproco scatenato dalla morte per avvelenamento del gatto di lui, sempre malvisto da Marguerite, unica sospettata e dalla vendetta di Emile; l'uccisione del pappagallo di lei. Da quel giorno, i due non si sono più parlati, comunicano con bigliettini, mangiano, dormono, e fanno vita da soli pur essendo entrambi sotto lo stesso tetto.
Simenon ci propone il punto di vista di Emile e ci offre tutte le sfumature che attraversa la sua anima dall'uccisione del suo amato gatto, dallo choc alla rabbia, dalla determinazione alla vendetta al pentimento, dalla pietà al perdono, tutte però all'interno della passione più grande, quella che le racchiude tutte e le tiene sotto controllo; l'odio, che periodicamente fa sfornare un bigliettino rivolto a Marguerite a ricordarle il suo crimine con due sole semplici parole: “IL GATTO”.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
90
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

6 risultati - visualizzati 1 - 6
Ordina 
Interessante.
Molto interessante.
Grazie x averlo recensito.
In risposta ad un precedente commento
Stefp
28 Ottobre, 2011
Segnala questo commento ad un moderatore
Grazie a te. Sì, è proprio interessante.
Mi piace questa gara su Simenon.... per lo meno è uno scrittore che merita veramente!
In risposta ad un precedente commento
Stefp
28 Ottobre, 2011
Segnala questo commento ad un moderatore
C'è una gara su Simenon?! :-)
Ciao Lella, io non sto facendo nessuna gara, è un caso che ho letto questo libro mentre tu stai recensendo vari romanzi di Simenon. Pensa che non l'avevo mai letto, avevo dei pregiudizi, pensavo ai film in bianconero su Maigret con Gino Cervi! Mi è piaciuto molto, ora leggerò "La fuga del signor Monde"
In risposta ad un precedente commento
lella gritti
28 Ottobre, 2011
Segnala questo commento ad un moderatore
Acc...! "gara" era una specie di sinonimo per indicare interesse diffuso e crescente per Simenon! Perchè molti - anche se forti lettori - non lo conoscono se non appunto per quei tristissimi sceneggiati con un Gino Cervi... E invece Simenon ha scritto moltissimo "non Maigret". E Adelphi sta pubblicando da anni il meglio. Molti romanzi sono diventati film e nemmeno lo sappiamo che all'origine c'è un Simenon...
Bè, buona lettura! e benvenuto fra i fan si Simenon
ciao
In risposta ad un precedente commento
Stefp
28 Ottobre, 2011
Segnala questo commento ad un moderatore
E' verissimo, io sono tra quei lettori. E' una bella... "scoperta".
A presto.
6 risultati - visualizzati 1 - 6

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La casa senza ricordi
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
Léon
Valutazione Utenti
 
3.9 (2)
Per niente al mondo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Figlia unica
Valutazione Utenti
 
3.0 (2)
Il codice dell'illusionista
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La gita in barchetta
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il grembo paterno
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un matrimonio non premeditato
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La felicità del lupo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
Billy Summers
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)
Smarrimento
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Galatea
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri