Dettagli Recensione

 
Racconti di Howard P. Lovecraft
 
Racconti di Howard P. Lovecraft 2013-03-24 19:49:35 Bruno Elpis
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Bruno Elpis Opinione inserita da Bruno Elpis    24 Marzo, 2013
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

I racconti di Lovecraft – commento di Bruno Elpis

Ogni racconto di H.P. Lovecraft richiede un commento singolo (ed effettivamente sto scrivendo una serie di commenti alle storie del padre dell’horror, come ho fatto per i racconti di Poe) e, fin da subito, segnalo che la lettura degli scritti dell’autore di Providence è tutt’altro che agevole.
Per rappresentare la raccolta dei racconti, scelgo di commentare “The call of Cthulhu” (“Il richiamo di Cthulhu), non perché io l’abbia preferito agli altri, ma per la sua importanza nella poetica di Lovecraft e nella storia della letteratura.
Quanto al primo aspetto, Cthulhu fa parte della complessa mitologia inventata da Lovecraft e da lui attribuita a un manoscritto (pseudobiblium) noto come Necronomicon redatto dall' "arabo pazzo" Abdul Alhazred. Cthulhu è sacerdote dei Grandi Antichi: abominevoli creature aliene che si insediarono sulla Terra quando ancora la vita terrestre era agli inizi. Egli infatti giunse sulla Terra con la "prole stellare di Cthulhu" e fondò la leggendaria città di R'lyeh, nella quale fu imprigionato quando le stelle furono allineate correttamente («the stars come right»).
Il Mito si propagò anche grazie all'apporto di altri scrittori contemporanei che utilizzarono le invenzioni di H.P.L. nelle loro opere. E ciò tonificò l’impianto, rendendolo diffuso e forse più credibile. Il racconto ha così dato il nome al “Ciclo di Cthulhu”: quanti altri autori si sono ispirati alla cosmogonia ideata da Lovecraft ?

“Il richiamo di Cthulhu” è il nuovo paradigma del racconto horror di H.P.L.; parte dal quieto New England per finire in un’architettura terrificante di portata cosmica: in un pantheon immaginario (“Un tremendo panorama di megaliti neri e stillanti; una voce sotterranea, o intelligenza che fosse, la quale gridava frasi monotone ed enigmatiche, assolutamente indescrivibili se non in termini di caos”), ove vengono proiettati i terribili segreti di un passato mitologico che cerca nuova linfa nei misteri dello spazio e del tempo.
Il racconto contiene i semi di una pluralità di generi: oltre all’horror, il fantasy antropologico e la fantascienza. Perché è un guazzabuglio (concoction) scaturito da una mente “sull’orlo di orrori cosmici che l’uomo non può reggere assolutamente ...” Di fronte ai quali l’autore è solo, lì a confrontarsi con un terrore che viene sviscerato e analizzato, e afferma: “Io non dormirò mai più tranquillo perché so quali orrori si nascondono dietro il velo della vita, del tempo e dello spazio”. In una “geometria … anormale, non euclidea, orrendamente affine a sfere e dimensioni che non sono le nostre”. Ove “un angolo che sembrava acuto … si comportava come se fosse ottuso …”

Dopo la pubblicazione del "Richiamo", Lovecraft ebbe riconoscimenti importanti. Robert Ervin Howard scrisse a Weird Tales: «L'ultimo racconto del signor Lovecraft, Il Richiamo di Cthulhu, è un capolavoro».
Come non essere d’accordo? Siamo lontani anni luce dalle attuali degenerazioni letterarie ove tutto si tenta, ma nulla più stupisce. Mentre con H.P.L. noi rimaniamo “ impressionati dalla cosmica maestà di quella Babilonia stillante e fabbricata da antichissimi demoni” …

Bruno Elpis

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
... Poe
Trovi utile questa opinione? 
210
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

5 risultati - visualizzati 1 - 5
Ordina 
Per inserire la tua opinione devi essere registrato.

Che lettore sfigato che sei Bruno...leggi Lovecraft....sei un lettore di serie B!! SEI MITICO :))
io ho dovuto abbandonare la lettura a metà perchè per me è ripetitivo, caotico, inconcludente, scontato e noioso. Avevo inteso che è il padre dell'horror, quindi mi sono sforzata molto per non mollare, ma addirittura ne ero nauseata (mai successo con un libro). Tenta di creare tensione, scrivendo continuamente di un orrore indescrivibile ma alla fine non succede mai nulla di interessante o veramente pauroso. Non so, non riesce nell'intento di suscitare la giusta inquietudine che richiede un libro di questo genere.
A scuola l'insegnante d'italiano ha scartato "I miti di Cthulhu" dicendo che non era una lettura buona 0_o. Io avevo una vecchia edizione quella delle 2mila lire :DD
In risposta ad un precedente commento
petra
25 Marzo, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
Bellissima recensione, aggiungo alla wish list, mi hai incuriosita:)
A suo tempo ho letto tutto di Poe ma non mi sono mai avvicinata a Lovecraft, pur conoscendolo, mi sa che devo metterci mano!Bella recensione!
5 risultati - visualizzati 1 - 5

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Il castagno dei cento cavalli
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)
Mare di pietra
Valutazione Utenti
 
2.8 (1)
Sulla pietra
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'ultimo conclave
Valutazione Utenti
 
1.3 (1)
Qualcun altro
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il bacio del calabrone
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)
Stivali di velluto
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una morte onorevole
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
You like it darker. Salto nel buio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Eredi Piedivico e famiglia
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.3 (3)
Legami
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Qualcun altro
I fantasmi dell'isola
Finestra sul vuoto
Sulla pietra
L'ultimo conclave
Prato all'inglese
Mio marito
Ti ricordi Mattie Lantry
C'era due volte
The turnglass
Il pericolo senza nome
La donna che fugge
Un animale selvaggio
Sepolcro in agguato
Tutti su questo treno sono sospetti
Five survive