Dettagli Recensione

 
La verità sul caso Harry Quebert
 
La verità sul caso Harry Quebert 2013-10-21 13:21:48 katia 73
Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
katia 73 Opinione inserita da katia 73    21 Ottobre, 2013
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

La verità sul caso Harry Quebert

Vi è mai capitato di leggere un libro e giunti alla fine non sapere con certezza se vi è piaciuto davvero o no ? Ecco a me è successo proprio con questo romanzo .

Per recensirlo quindi dividerò ciò che ho apprezzato da ciò che invece mi ha infastidito.
Tanto per cominciare dalle pecche penso che sia un romanzo inutilmente troppo lungo, l’avrei apprezzato maggiormente con almeno un centinaio di pagine in meno .
Alcuni personaggi sono davvero stereotipati : la sig,ra Quenn donna sciocca e vuota , il marito Robert sottomesso dalla moglie, la figlia Jenny debole e capricciosa , insomma li ho trovati davvero insopportabili , come del resto le telefonate con la madre che ho imparato a scorrere velocemente senza leggere .

Veniamo ora a ciò che ho apprezzato e che mi ha fatto continuare con entusiasmo la lettura.
La trama è incalzante, piena di colpi di scena , quando tutto sembra quasi risolto ecco servito un bel ribaltone che catapulta il lettore al punto di partenza, insomma tutto da rifare, quindi incuriosisce sempre di più.
Il libro è strutturato interamente su vari salti temporali, prima dell’omicidio, dopo l’omicidio, ai giorno nostri, ai tempi in cui Marcus ha conosciuto Harry, insomma è tutto un susseguirsi di cambi di tempo e luoghi ma la grande capacità dell’autore sta proprio nel fatto che il lettore non si perde mai, basta una riga del paragrafo e ci si ritrova subito. Questo a mio avviso è un grande merito per uno scrittore, soprattutto se alle prime armi .
Ricordate come Nobokov scriveva il nome della sua protagonista ? LO LI TA, diviso in sillabe e maiuscolo, quasi come come fa Harry nei biglietti che lascia per la sua amata N-O-L-A . Ho trovato interessante questa attinenza tra i due romanzi anche perché questi due personaggi femminili un po’ si somigliano, insomma Nola non è proprio una santa e per arrivare a ciò che vuole sa essere un po’ LO LI TA .
Dai ,tutto sommato lo consiglio, non è uno di quei libri indimenticabili, secondo me non è il caso editoriale dell’anno ma merita di essere letto, il panorama letterario è ricco di cose peggiori.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
240
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

2 risultati - visualizzati 1 - 2
Ordina 
Brava Katia ! Non avevo notato la similitudine nel sezionare le lettere del nome, hai ragione ! anche se Nabokov si riferisce alla sonorità della pronuncia e alla sensualità che ne deriva :P
Scommetto però che lo consigli solo se preso in biblioteca o con super offerta...
Io ho speso troppo per questo romanzetto... :)
Si sicuramente non vale la pena comprarlo .
Fortunatamente la biblioteca, dopo più di anno di acquisti bloccati, ha comprato qualcosa di nuovo e per una lettrice neo disoccupata dopo anni di lavoro è un ottima notizia !!
2 risultati - visualizzati 1 - 2

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Dimmi che non può finire
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
I delitti della salina
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tempi duri
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
L'altra donna
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il teatro dei sogni
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Cose che succedono la notte
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Midnight sun
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Jane va a nord
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una grande storia d'amore
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Proprio come te
Valutazione Utenti
 
3.6 (2)
Troppo freddo per Settembre
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
Fu sera e fu mattina
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri