Dettagli Recensione

 
Le luci nelle case degli altri
 
Le luci nelle case degli altri 2012-06-12 22:00:37 Picasso91
Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
2.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
Picasso91 Opinione inserita da Picasso91    13 Giugno, 2012
Top 1000 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Le ombre di un romanzo in precario equilibrio.

Mandorla è una bambina alle prese con le proprie famiglie. Sì, perchè Mandorla ha tante famiglie, che se da una parte si prendono cura di lei, dall'altra si mostrano con tutte le loro fragilità. Maria, la sua madre naturale, muore, portandosi con sè un segreto. Lascia una lettera: il padre di Mandorla si nasconde dentro uno degli appartamenti di Via Grotta perfetta 315, che lei stessa amministrava. La storia della piccola Mandorla però ha del surreale. I condomini non decidono infatti di sottoporsi al test del DNA, bensì stabiliscono all'unanimità di adottare la bimba tutti insieme. "Dobbiamo ancora organizzarci. Di fatto qui, nel condominio. Ospiteremo quella piccolina un po' per uno, stando ben attenti a che non si sballotti troppo, povera stella".

E così di fronte agli occhi prima innocenti poi sempre più consapevoli della protagonista - che nel frattempo cresce e si innamora, nonostante non riesca a sentirsi mai come gli altri della sua età - si presenta un'umanità variegata, afflitta dai problemi odierni, vittima chi di un'eccessiva solitudine, chi di un marito non troppo fedele perchè ambizioso e chi in lotta per l'integrazione nella società. Spostandosi di piano in piano, Mandorla ricerca nei piccoli gesti dei condomini l'identità negata del padre. Tra i candidati Samuele Grò, regista di ben poco successo e marito infedele, Michelangelo Arca, migliore amico di Maria nonchè dichiaratemente omosessuale - Mandorla si troverà ben presto coinvolta in un Gay Pride -, Lorenzo Ferri, abile scrittore con atteggiamenti nichilistici e infine l'Ingegner Barilla, padre di famiglia ma al tempo stesso uomo che farebbe sentire sicura ogni donna al suo fianco. Ma chi è realmente il padre di Mandorla? Alla lista si deve aggiungere Gianpietro Costanza, ex alunno della signora Polidoro, la zitella del primo piano tutta casa e chiesa, che "forse per noia forse per curiosità" potrebbe aver fatto l'amore con la madre.

La vicenda gira intorno al medesimo quesito, fino ad un finale che per quanto possa lasciare basiti molti - "Il corriere della sera" ha addirittura osato usare il prestito inglese knockout - risulta ancora più surreale della storia stessa. Nonostante non abbia alcuna pretesa di veridicità, il romanzo si lascia leggere fino all'ultima pagina, stimolando talvolta - ma non sempre come dovrebbe - la curiosità del lettore. Purtroppo Chiara Gamberale non riesce mai ad andare a fondo delle problematiche che affligono i propri personaggi, così come non riesce a munirsi della giusta profondità per descrivere condizioni in bilico. I suoi personaggi sono talmente prevedibili che rasentano la macchietta e le situazioni - al di là dell'irrealtà della vicenda principale - non sono mai descritte pienamente. Rimane un gusto di insoddisfazione, dovuto ad eccessive interruzioni del racconto, interruzioni appunto che non verranno mai riprese, ma che rimangono lì, in sospeso. Lo stile è moderno e fresco, anche se il romanzo è condito da parolacce e da ridondanze che a lungo andare risultano fastidiose (un'intera pagina ricoperta dalla medesima parola, per intenderci, è fastidiosa). Tutto sommato, è consigliabile per chi vuole una lettura non troppo impegnata, da portare sotto l'ombrellone nei caldi pomeriggi che oramai sono alle porte.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
120
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

9 risultati - visualizzati 1 - 9
Ordina 
E' molto bella la tua recensione, anche se per quanto riguarda il libro, a me è piaciuto molto! :)
In risposta ad un precedente commento
Picasso91
13 Giugno, 2012
Segnala questo commento ad un moderatore
Non è che a me nel suo complesso non sia piaciuto, solo che tratta alcune tematiche troppo superficialmente. Non riesce mai ad andare a fondo, pensa solamente alla scena in cui Mandorla è al gay pride oppure quando Giulia le dice di aver abordito, sono scene appena tratteggiate che invece richiederebbo una maggiore attenzione e tensione narrativa.
In risposta ad un precedente commento
Viola03
14 Giugno, 2012
Segnala questo commento ad un moderatore
Ho capito quello che vuoi dire, infatti la tua recensione è davvero molto ben fatta. A me però ha dato questa impressione: come dice il titolo, a noi vengono mostrate delle famiglie ma non è che entriamo davvero nella loro vita. E' come appunto se una luce fosse accesa alla loro finestra e si guardasse all'interno da un punto di vista posto al di fuori. Al che forse si, un po' di superficialità c'è, ma è qui il bello, proprio perché fa riflettere sul fatto che spesso si osservano i vicini, si pensa di conoscerli perché si vede qualche loro azione, ecc ecc, mentre invece c'è molto di più, ci sarebbe molto di più da approfondire, come dici tu. Invece si resta sempre ad uno strato superiore, non si scende a scavare. Questa però è solo la mia opinione ovviamente, cioè credere che sia una scelta voluta. Magari invece è proprio come dici tu!! :) Comunque bello parlare di libri!!!! :)))))))))))
buonissima giornata!
In risposta ad un precedente commento
C.U.B.
14 Giugno, 2012
Segnala questo commento ad un moderatore
Voi due siete molto stimolanti :-)
Visto che ce l'ho in casa magari domani iniziero' questo, adesso sono proprio curiosa.
In risposta ad un precedente commento
Viola03
14 Giugno, 2012
Segnala questo commento ad un moderatore
Non vedo l'ora di sapere la tua opinione e soprattutto leggere la tua recensione!!!! :)
In risposta ad un precedente commento
Picasso91
14 Giugno, 2012
Segnala questo commento ad un moderatore
Buona lettura, e fammi sapere magari cosa ne pensi del finale!
In risposta ad un precedente commento
Picasso91
14 Giugno, 2012
Segnala questo commento ad un moderatore
La tua opinione è curiosa, però in quel caso si sarebbe dovuta usare una migliore prospettiva e un taglio completamente diverso! Per non parlare delle orribili e insignificanti finestre sul passato che aprono i capitoli! haha Oddio, sembra che il libro è orribile, invece a me nel suo completto è risultato carino!
In risposta ad un precedente commento
Viola03
22 Giugno, 2012
Segnala questo commento ad un moderatore
Ahahah!Ma un libro può essere piacevole anche se uno ha qualche critica da fargli, no!? :)
Mi piace che dici che la mia interpretazione è curiosa!! :) La mia opinione è data anche da un altro elemento.. Prima di questo avevo letto "La zona cieca" della Gamberale, che ha come protagonisti Lidia e Lorenzo. Leggendo "le luci nelle case degli altri" alcuni particolari della loro burrascosa storia sono menzionati, ma se non leggi apputno "La zona cieca", non sai veramente cosa li ha portati al punto in cui sono. Per questo dico che è uno sguardo gettato dentro una finestra, che coglie degli aspetti, si fa delle opinioni ma poi in realtà tralascia chissà quante cose importanti.
Si potesse sempre discutere così di libri!! :)
Mi piace proprio scambiare opinioni!
Quindi, cosa stai leggendo ora così posso andare a leggerlo pure io?
In risposta ad un precedente commento
Picasso91
22 Luglio, 2012
Segnala questo commento ad un moderatore
Rispondo in ritardissimo, causa esami universitari da preparare! D'estate è semplicemente terribile! Ora ho appena finito di leggere Nessuno si salva da solo della Mazzantini! Ne hai sentito parlare? E ieri ho cominciato L'insostenibile leggerezza dell'essere! Te cosa stai leggendo invece?
9 risultati - visualizzati 1 - 9

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Gelosia
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Su un letto di fiori
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
La mia vita con i gatti
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Tre
Tre
Valutazione Utenti
 
3.4 (2)
L'arresto
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
I sette killer dello Shinkansen
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Vecchie conoscenze
Valutazione Utenti
 
4.5 (3)
La stagione dei ragni
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Il pozzo della discordia
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le vite nascoste dei colori
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Figlia della cenere
Valutazione Utenti
 
3.8 (3)
Un bello scherzo
Valutazione Utenti
 
4.0 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri