Dettagli Recensione

 
Tutta questa vita
 
Tutta questa vita 2014-08-03 11:29:35 Alessandro
Voto medio 
 
2.3
Stile 
 
2.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
2.0
Opinione inserita da Alessandro    03 Agosto, 2014

Vivamente sconsigliato

Se si potesse scegliere tra i soldi e la bellezza, tu cosa sceglieresti?
E' questo l'interrogativo che ci pone 'Tutta questa vita', il romanzo scritto da Raffaella Romagnolo.
Dal romanzo emerge una verità indiscutibile, che non si può avere tutto dalla vita. Paoletta è brutta, Antonio è bello. Lei guarda il mondo dalla sua villa di famiglia, dove i genitori sono imprenditori di successo. Lui lo vede dal suo appartamento modesto, dove i genitori sono cassintegrati in difficoltà. E' questa la storia su cui è basato tutto il romanzo, la continua contrapposizione tra i due mondi. Tutto il resto mi sembra una specie di filmino mentale della protagonista. La prima parte del romanzo sembra piuttosto noiosa e ripetitiva, con contenuti spesso e volentieri simili tra loro. La storia si perde dietro continue digressioni dell'ultimo minuto che fanno perdere il filo conduttore dei fatti; anche perché sono troppi i temi che l'autrice ha voluto inserire nel romanzo, l'obesità, la differenza sociale, la disabilità fisica e l'inquinamento ambientale. Da tutto ciò risulta un romanzo molto attuale e contemporaneo, ma allo stesso tempo dall'aspetto un po' stonato e "assordante", poco leggibile in quanto a coesione e scorrevolezza. Eccessivamente particolareggiate le descrizioni degli ambienti, come se il lettore dovesse forzatamente immaginarsi tutti i particolari dei luoghi. I personaggi, descritti con ironia e vivacità, fanno da sfondo a tutta la vicenda. Lo stile, troppo semplice e colloquiale, è spesso caratterizzato da espressioni un po' volgari.
Ho letto questo libro per un lavoro di scuola, e quando l'ho aperto pensavo di trovare un romanzo diverso dal solito, una storia meno scontata. Quando l'ho richiuso ho capito di essermi sbagliato.
Davvero deludente.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
60
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

1 risultati - visualizzati 1 - 1
Ordina 
Per inserire la tua opinione devi essere registrato.

Domanda alla quale non mi interesserebbe rispondere in ogni caso.... Il quesito pone la scelta tra due "prodotti" simili del consumismo, effimeri, senza una reale valenza morale. Prendo atto del fatto che non ne consigli la lettura e intendo seguire il tuo suggerimento alla lettera....
1 risultati - visualizzati 1 - 1

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Five survive
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Compleanno di sangue
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La prigione
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Day
Day
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Morte nel chiostro
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Pesci piccoli
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Cause innaturali
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Tutti i particolari in cronaca
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)
Dare la vita
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'età fragile
Valutazione Utenti
 
3.2 (3)
Il rumore delle cose nuove
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
L'America in automobile
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

L'età fragile
Il rumore delle cose nuove
Vieni tu giorno nella notte
Giù nella valle
Abel
Il vento soffia dove vuole
La collana di cristallo
Romanzo senza umani
Resisti, cuore
La ricreazione è finita
Grande meraviglia
Le altalene
Rosso di fiamma danzante
Il cognome delle donne
La girandola degli insonni
Genitori cercasi