Dettagli Recensione

 
Borgo Sud
 
Borgo Sud 2021-11-01 15:51:52 ornella donna
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
ornella donna Opinione inserita da ornella donna    01 Novembre, 2021
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Rapporti tra sorelle

Donatella Di Pietrantonio dopo il successo di L’Arminuta, torna con il seguito, intitolato: Borgo Sud, edito da Einaudi.
Borgo Sud è la periferia, è un povero borgo di periferia, un esempio però di fratellanza, di comunione, di cameratismo. Tutti sanno tutto di tutti, ma nessuno parla. E i modi per aiutare sono infiniti e vari. Il pescatore Raphael ci vive con Adriana e il bambino, ma lui è spesso via per mare, i debiti sono tanti, e gli usurai premono, le liti si sentono e sono vivaci. Fono ad una notte buia e nera dove Adriana fugge dalla sorella. Lei è la razionalità, la perfezione. Sposata con Piero, colta e precisa. Tuttavia qualche lieve crepa si intuisce, c’è, ma è un nulla, un pensiero vago. Adriana con il suo irrompere e la sua fuga mina un equilibrio millenario. Anni dopo, in una situazione totalmente differente, la narratrice di questa storia è costretta a venire a patti con questi fantasmi che ancora la feriscono e la sconvolgono. Un’altra volta Adriana è costretta ad andare a Borgo Sud. Cosa accadrà?
Un romanzo sulla famiglia, i figli, i rapporti tra consanguinei, una saga familiare da passare in rassegna:
“nell’ultimo periodo deve aver passato in rassegna i figli dispersi. Un appello silenzioso. Adriana scapestrata e introvabile. Sergio nel deserto a trovare il petrolio. Domenico trapiantato in campagna.”
Ma soprattutto è il rapporto tra sorelle ad essere scandagliato nel profondo, analizzato a fondo nelle sue più intime verità, anche dolorose. Infatti:
“Con mia sorella ho spartito una eredità di parole non dette, gesti omessi, cure negate. E rare, improvvise attenzioni. Siamo state figlie di nessuna madre. Siamo ancora, come sempre, due scappate di casa.”
Un romanzo intimo ed intimistico. Un serpente la cui spirale si avvolge su se stesso e travolge tutto. Scritto con una prosa elegante, raffinata pur minimalista, tagliente; il romanzo colpisce il lettore in profondità con sapienza letteraria e perfetta costruzione stilistica. Per chi ama immergersi nelle dinamiche familiari, nell’intimo esserci e sentire.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
100
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Per inserire la tua opinione devi essere registrato.

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'ultimo conclave
Valutazione Utenti
 
1.3 (1)
Una morte onorevole
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
You like it darker. Salto nel buio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Eredi Piedivico e famiglia
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.5 (2)
Legami
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Renegades. Verità svelate
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una primavera troppo lunga
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Ricordatemi come vi pare
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La donna che fugge
Valutazione Utenti
 
3.9 (3)
T
T
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
I giorni di Vetro
Valutazione Utenti
 
4.8 (3)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Un millimetro di meraviglia
Nannina
Il nostro grande niente
Chi dice e chi tace
Cuore nero
L'età fragile
Il rumore delle cose nuove
Vieni tu giorno nella notte
Giù nella valle
Abel
Il vento soffia dove vuole
La collana di cristallo
Romanzo senza umani
Resisti, cuore
La cerimonia dell'addio
La ricreazione è finita