Narrativa italiana Romanzi Il sorriso di Angelica
 

Il sorriso di Angelica Il sorriso di Angelica

Il sorriso di Angelica

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice

Una banda di ladri ripulisce gli appartamenti di alcuni facoltosi professionisti di Vigàta. Le modalità dei furti si ripetono sempre uguali, quasi una sfida per il commissario Montalbano, anche perché il capo dell’organizzazione pare intenzionato a continuare ancora a lungo, senza timore di essere preso. A subire un furto in casa è anche Angelica Cosulich, «trintina» di bell’aspetto, da pochi mesi trasferita nella locale sede della Banca siculo-americana. Quando però uno della banda viene trovato morto e la sfida si fa cruenta la verità si fa più vicina.



Recensione Utenti

Guarda tutte le opinioni degli utenti

Opinioni inserite: 12

Voto medio 
 
4.2
Stile 
 
4.3  (12)
Contenuto 
 
3.8  (12)
Piacevolezza 
 
4.3  (12)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il sorriso di Angelica 2016-02-17 12:51:47 Sydbar
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
Sydbar Opinione inserita da Sydbar    17 Febbraio, 2016
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Orlando furioso e Gorgona

Quest'opera mi ha davvero fatto ritrovare la gioia di leggere, un libro che stende perché seppur nella sua architettura classica alla Camilleri, con Montalbano indiscutibile protagonista, mi ha spiazzato, in questo romanzo l'autore segna evidentemente una linea di confine con la coscienza dell'amato commissario.
L'avvio del romanzo è di un Montalbano estremamente rapito dalla gelosia per la sua storica fidanzata a causa di parole pronunciate dalla stessa nel sonno. Per il resto il nostro protagonista diviene succube del sorriso di Angelica...una gorgona che pietrificherà i suoi sentimenti.
Montalbano è fortemente disorientato dai suoi sentimenti, dalla sua coscienza ma forse soprattutto dal desiderio di rimettersi in gioco con l'amore. ..quello cieco che non ti fa più ragionare.
Forse uno dei più complessi Montalbano che abbiamo mai letto, forse una delle più belle storie create da quel genio di Camilleri.
Grazie sommo Andrea, grazie per avermi soggiogato con la tua versione dell'Orlando furioso in chiave moderna.
Consiglio di leggerlo.
Buona lettura a tutti.
Il Syd

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
I precedenti con Montalbano
Trovi utile questa opinione? 
200
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il sorriso di Angelica 2013-01-17 18:44:49 antares8710
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
antares8710 Opinione inserita da antares8710    17 Gennaio, 2013
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Moltabano si avvicina alla vecchiaia

Uno degli ultimi libri del mai noioso Andrea Camilleri ci regala un Salvo Montalbano diverso. E' un Montalbano immalinconito dalla sensazione di sentirsi vecchio, fragile e solo. Un Montalbano umano che si fa travolgere dalla passione per una donna di trent'anni, Angelica, di grande bellezza e fascino, che gli fa ricordare la Angelica dell'Orlando Furioso e le sue fantasie sui banchi di scuola.
Il susseguirsi di eventi e persone, si lega e si intreccia indissolubilmente con i versi dell'Ariosto, che il nostro protagonista non smette mai di ricordare.
C'è da dire però, che pur essendo un buon romanzo e una lettura consigliata, la trama non è all'altezza dei migliori Montalbano e appare in diversi punti abbastanza prevedibile. Il tema del misterioso personaggio che lancia una sfida al commissario è stata già utilizzata da Camilleri in "La caccia al tesoro", uscito 6 mesi prima di questo ultimo lavoro.
Comunque mi sento di consigliarlo

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Tutta la saga di Camilleri
Trovi utile questa opinione? 
50
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il sorriso di Angelica 2012-05-13 20:35:07 lella gritti
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
lella gritti Opinione inserita da lella gritti    13 Mag, 2012
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Un caro amico

Com'è piacevole ritrovare Montalbano! Un personaggio umanissimo, pieno di tormenti e ormai con quasi la voglia di ritirarsi, andare in pensione .... forse perchè non riesce più a reggere il suo lavoro. O, meglio, il coinvolgimento emozionale che il suo lavoro comporta.

Ormai Salvo si avvicina alla sessantina ed è un uomo più fragile. Fragile nel lasciarsi abbindolare dalla bella di turno, fragile nel far fronte alle malvagità umane, fragile nell'affrontare la realtà e le verità. E, infatti, in questo romanzo mente spudoratamente più e più volte pur di non rimetterci la faccia o di sollevazre questioni.

La trama è abbastanza leggera e dopo un po' di pagine si può già intuire dove si andrà a parare. Ma quel che importa a me è il rapporto con questo personaggio, il piacere di ritrovarlo e l'affetto con cui seguo le sue storie. Tant'è che mi ritrovo a dialogare con lui, a parteggiare per lui nelle situazioni difficili o magari a metterlo sull'avviso quando sta per infilarsi in qualche casino.

Il libro si legge d'un fiato. E poi per un po' potrebbe venire spontaneo parlare in siculo ... almeno a me capita così!

P:S: Ma come faranno a tradurre all'estero i libri di Camilleri da questo divertente ma strettissimo siciliano?

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
altri Camilleri
Trovi utile questa opinione? 
30
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il sorriso di Angelica 2012-01-19 13:53:27 Nadiezda
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
Nadiezda Opinione inserita da Nadiezda    19 Gennaio, 2012
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

L’eroina Angelica

È il mio primo libro di Camilleri, i gialli-polizieschi non mi avevano mai attirato molto però dopo averlo letto devo rivalutare il personaggio di Montalbano e questo genere.

La Sicilia è una regione fantastica e Camilleri attraverso il suo libro è riuscito a far trasparire tutto il calore ed i colori di questa terra meravigliosa.

Il linguaggio, un misto di italiano e siciliano, rendono tutto più reale, sembra di essere a pochi metri da Montalbano quando dialoga oppure pensa tra sé e sé.
Devo ammettere però, che agli inizi ho fatto un bel po’ di fatica a capire delle parole scritte in siculo.

Il libro parla di uno dei tanti casi che Montalbano deve risolvere.
Una banda di ladri ripulisce una serie di appartamenti di ricchi professionisti.
Tutti i furti si svolgono allo stesso modo.
Anche la signorina Angelica Cosulich, una triestina giovane e molto bella che si è trasferita da poco nella banca siculo-americana, ha subito un furto.
Montalbano è perdutamente invaghito di questa donna perché gli ricorda l’eroina della sua adolescenza, la stessa Angelica dell’Orlando Furioso descritta nell’opera di Ariosto.
Proprio il poeta Ariosto narrerà le parti salienti della vicenda.
È una vendetta familiare trasmessa da generazione in generazione e risolta con il famoso detto “occhio per occhio e dente per dente”.

La cosa che mi ha più colpito in questo romanzo è proprio il modo in cui viene narrata.
La vicenda è parecchio aggrovigliata ed intreccia dei fatti salienti riguardanti i furti con i famosi versi dell’Ariosto.

Che dire le vicende di Montalbano mi hanno molto appassionato, sicuramente in un futuro non troppo lontano leggerò altri episodi.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
agli amanti di Camilleri
Trovi utile questa opinione? 
60
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il sorriso di Angelica 2011-05-10 12:54:41 chicca
Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
chicca Opinione inserita da chicca    10 Mag, 2011
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

il sorriso di angelica

A mio avviso non è uno dei migliori romanzi di Camilleri. La trama non è un granchè, non è avvincente e il finale è intuibile già da metà libro. I coprotagonisti scompaiono di fronte ad un Montalbano palesemente in crisi di mezza età e forse questo è il lato migliore del romanzo, la figura del commissario che diventa sempre più realistica, sempre più fragile, sempre più solo.
Camilleri ci ha abituati a ben altro. Attendiamo il prossimo... credo in uscita a Giugno.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
altri romanzi con protagonista Montalbano
Trovi utile questa opinione? 
70
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il sorriso di Angelica 2011-02-25 23:39:11 dreamer
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
dreamer Opinione inserita da dreamer    26 Febbraio, 2011
Top 1000 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Amico Montalbano!

Che bello ritrovare la compagnia di quest'Uomo. E' come ritornare al bar del tuo paese e riassaporare il piacere di ascoltare e parlare con un tuo vecchio amico, nella stessa magica atmosfera che non solo ha reso indimenticabile la tua gioventù, ma ti permette di godere del presente: così, vorresti che quelle ore non passassero mai...come la lettura dei libri di Camilleri, ti parlano e li ascolti.
Montalbano non tradisce, è uno vero, che, anche quando combatte e a volte perde contro i propri limiti, non esce mai sconfitto nella vita. Il vero giallo è proprio capire se e come ce la farà anche stavolta, e splende e risalta sulle trame di cui molto meno mi importa venire a capo.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Tutto Camilleri
Trovi utile questa opinione? 
90
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il sorriso di Angelica 2010-12-09 14:16:10 bucintoro
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
bucintoro Opinione inserita da bucintoro    09 Dicembre, 2010
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

il "vecchio" montalbano

come sempre montalbano non tradisce mai le aspettative. bel libro nel nostro commissario preferito. oramai siamo abituati a leggere anche il dialetto siciliano e lo troviamo piacevole . storia di ripetuti furti in case di ricchi in zona. bella storia con una bellissima donna (angelica)capace di travolgere il nostro ,riuscendo a non fargli capire "chiu ninti". spettacolari le descrizioni dei piatti siciliani che salvo ingurgita alla faccia nostra. bravo camilleri, cento di questi montalbano.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
tutto di camilleri
Trovi utile questa opinione? 
20
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il sorriso di Angelica 2010-11-28 18:09:12 beppe64
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
beppe64 Opinione inserita da beppe64    28 Novembre, 2010
  -   Guarda tutte le mie opinioni

montalbano è come il buon vino...

Indagine curiosa e fuori dallo schema classico. Come sempre il "caso" è solo un pretesto da cui prende vita il personaggio, il viaggio interiore ed esteriore del mitico Salvo. Che, a dispetto dell'età, risulta sempre una compagnia allegra, piacevole e mai banale. Mi auguro che Camilleri mantenga ancora a lungo in vita il nostro eroe, che rimane uno dei personaggi miliari e tipici della letteratura leggera di questi anni. Ciao Salvo... alla prossima!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
gli altri "Montalbano"...
Trovi utile questa opinione? 
10
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il sorriso di Angelica 2010-11-22 15:32:35 Giulian
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Giulian Opinione inserita da Giulian    22 Novembre, 2010
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Come al teatro dei pupi

Non trovo che “Il sorriso di Angelica” sia più o meno bello degli altri libri di Camilleri dedicati a Moltalbano: anche questo è appassionante, divertente, intrigante. I richiami sessuali del commissario “tardone” sono presenti anche in altri romanzi e non mi sembrano il vero centro della storia. Se devo notare una caratteristica peculiare di questo racconto, è piuttosto l’esasperazione di alcuni atteggiamenti: ad essere sopra le righe non è solo Catarella, ma anche gli altri personaggi, Montalbano compreso, che in certi casi si comporta in modo esagerato e un po’ artificioso. Si tratta di un’enfasi che richiama l’eccesso buffo del teatro dei pupi: non è evidentemente un caso, visto che l’Angelica del romanzo diventa per Montalbano la materializzazione del personaggio dell’Orlando Furioso e delle avventure cavalleresche narrate dai cantastorie. Questa melodrammaticità talora esasperata non svilisce, ma arricchisce la narrazione: fa pensare ad un Camilleri burattinaio che si diverte un mondo a muovere nella storia i suoi personaggi ormai dotati di caratteri e comportamenti costanti. Questo divertimento traspare e il lettore non può che esserne coinvolto. Grazie, Camilleri; al prossimo Moltalbano.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
tutti i libri di Camilleri con il commissario Montalbano
Trovi utile questa opinione? 
50
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il sorriso di Angelica 2010-11-05 13:44:37 cesare giardini
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
cesare giardini Opinione inserita da cesare giardini    05 Novembre, 2010
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

montalbano è prossimo alla pensione

Puntuale come sempre, ecco l’ultima indagine del commissario Montalbano, la prima che Camilleri pubblica per Sellerio dopo la scomparsa della cara Elvira a cui l’Autore dedica un commovente ricordo. Tornando al romanzo, è evidente che Montalbano sente sempre più sopraggiungere l’età della pensione : ha cinquantotto anni, e il dottor Pasquano, medico legale, gli dice apertamente che ormai è un rottame, mezzo decrepito, invitandolo (sono le consuete schermaglie tra i due) a dimettersi. Ma Montalbano resiste, e, tra le consuete scorpacciate in trattoria da Enzo, gli scontri verbali con l’ottuso questore di Montelusa, le comiche battute con l’intramontabile Catarella ed i meritati riposi a Marinella, trova il tempo di impegnarsi in una complicata indagine su una serie di furti su commissione che sconvolgono il tran tran della borghesia vigatese. Ci sono di mezzo, a complicare l’affare, alcune lettere anonime, un appostamento con sparatoria e due cadaveri : uno della banda ladresca e un usuraio, che si suicida per la vergogna. La trama è complessa, ma Montalbano, nonostante gli acciacchi e la “vecchiaglia” incipiente, se la cava egregiamente come al solito, fidando nel suo finissimo intuito e nell’aiuto del sempre più indispensabile ispettore e amico Fazio. Durante l’indagine, Montalbano trova il tempo di perdere la testa per una bellissima cassiera di banca, di origini triestine, che si scoprirà poi coinvolta nella trama dei furti: Angelica è il nome della ragazza, ed ecco che il commissario si perde in reminiscenze letterarie, rievocando l’Ariosto ed il suo “Orlando furioso” e sentendosi quasi novello Orlando geloso di Medoro. Il commissario qui tentenna, perde la sua abituale lucidità sino a farsi sedurre (che dirà la pazientissima Livia?); si riabiliterà alla fine, facendo arrestare, pur con la morte nel cuore, la colpevole Angelica. La scrittura è agile come al solito, pur con qualche momento di stasi; il dialetto siciliano, cui siamo da Camilleri abituati, è ormai, per i lettori incalliti, facilmente comprensibile , con qualche neologismo singolare e simpatico (ad esempio, il malleolo è l’osso “pizziddro”). Attendiamo ora le ultime avventure del commissario, prima della meritata pensione e delle auspicabili nozze con la genovese Livia, compagna di sempre.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Ai lettori incalliti di Camilleri
Trovi utile questa opinione? 
50
Segnala questa recensione ad un moderatore
 
Guarda tutte le opinioni degli utenti
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'uomo dello specchio
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Donne dell'anima mia
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La donna degli alberi
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il libro della polvere. Il regno segreto
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La biblioteca di mezzanotte
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
L'appello
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Buonvino e il caso del bambino scomparso
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
V2
V2
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Amo la mia vita
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Gli ultimi giorni di quiete
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Dimmi che non può finire
Valutazione Utenti
 
4.9 (2)
La città dei vivi
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri