Il figlio perduto Il figlio perduto

Il figlio perduto

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice


Da un’autrice bestseller nel Regno Unito, un thriller che mette a nudo le difficoltà, spesso drammatiche, di crescere figli adolescenti, e che inquieta per il suo fondo di verità e di umanità. Sono trascorsi sei mesi dalla scomparsa di Billy, quindicenne figlio di Claire e Mark, fuggito di notte dalla casa di famiglia. In quella casa vivono anche ­Jake, il fratello diciannovenne di Billy, e la sua fidanzata, Kira, sottratta a una madre violenta e alcolizzata. Billy è sempre stato un ragazzo ribelle e turbolento, con un curriculum scolastico non invidiabile e un’unica passione: i graffiti. Sognava di riempire Bristol con i suoi disegni. Claire è distrutta. Le ha provate tutte per aiutare la polizia ma poi è caduta sotto il peso dello stress, finendo per indebolirsi al punto da subire veri e propri blackout. La sua psicologa li definisce «fughe dissociative», ma a ogni «risveglio» Claire sembra essere in grado di aggiungere un tassello al puzzle della scomparsa di Billy. Afflitta dalla mancanza di lucidità ma spinta da quella che per lei è la prima, flebile luce nel buio che la avvolge dalla scomparsa del figlio, Claire inizierà a ricostruire gli attimi che l’hanno separata da Billy. Ma non potrà fidarsi di nessuno, neanche della sua stessa famiglia.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0  (1)
Contenuto 
 
5.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il figlio perduto 2018-07-18 14:19:25 Pupottina
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Pupottina Opinione inserita da Pupottina    18 Luglio, 2018
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

DSTROY

"So tenere un segreto se ci riesci anche tu."
Tipica frase da adolescente, da adulto, da persona matura che cerca di fare i conti con il proprio passato. Ecco la frase giusta per sintetizza al meglio l'ottimo thriller psicologico IL FIGLIO PERDUTO.
Dietro la misteriosa scomparsa di un ragazzo, c'è un insieme innumerevole di segreti da svelare, per riportare alla luce un'agghiacciante verità.
Dopo aver letto IL CONFINE DEL SILENZIO, LA RAGAZZA IN FUGA e LA RAGAZZA SENZA RICORDI, credevo di aver già letto i romanzi migliori di CAROL LOUISE TAYLOR, ma, con IL FIGLIO PERDUTO, la scrittrice inglese si è superata.
È un ottimo, inedito e moderno, thriller psicologico che affianca agli elementi tradizionali del genere una scrittura efficace, incisiva, dettagliata, contemporaneamente interessante ed immediata. Ai caratteri grafici tradizionali, in alcuni capitoli, compaiono anche gli emoticon, sempre più utili e rapidi, più utilizzati e comunicativi, nei dialoghi della vita quotidiana, nelle nostre chat come in quelle dei personaggi dei romanzi che leggiamo. Ottima tecnica per creare quello stato di immedesimazione tra la vita del lettore e quella del personaggio, nell'intreccio della nostra vita come nella trama del romanzo.
Seguire, da un lato, la protagonista, Claire Wilkinson, nella sua disperata ricerca del figlio quindicenne, Billy, e, dall'altra, imparare a conoscere l'adolescente, attraverso i suoi segreti o le sfumature del suo carattere, così come emergono dai frammenti delle sue chat, è qualcosa di particolarmente utile ed efficace per rendere interessante ed avvincente il dipanarsi delle vicende. Il lettore resta legato al susseguirsi delle pagine, nell'attesa di ritrovare il giovane Billy.
È un thriller psicologico che fa luce sulla vita segreta degli adolescenti e racconta al meglio le ansie e tutto ciò che una madre è disposta a fare per riabbracciare il proprio figlio.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Il confine del silenzio, La ragazza senza ricordi, La ragazza in fuga
Trovi utile questa opinione? 
150
Segnala questa recensione ad un moderatore

 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Dove c'è fumo
Valutazione Redazione QLibri
 
2.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il settimo peccato
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
A bocce ferme
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La morte mi è vicina
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Sotto il falò
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La famiglia Aubrey
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sbirre
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
Le sorelle Donguri
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il purgatorio dell'angelo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
4.7 (3)
Corpus Christi
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ogni respiro
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ospite
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri