Narrativa straniera Gialli, Thriller, Horror Il lato oscuro dell'addio
 

Il lato oscuro dell'addio Il lato oscuro dell'addio

Il lato oscuro dell'addio

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice


Harry Bosch ha sempre avuto un rapporto di odio/amore con il dipartimento di polizia di Los Angeles, ma ora quel rapporto è finito. Harry è in pensione. Quello che non è finito, invece, è il suo rapporto con le indagini, la "missione", come l'ha sempre definita, la scoperta della verità. E quindi decide di collaborare con la polizia di San Fernando, un territorio autonomo all'interno della città di Los Angeles, e di inventarsi un nuovo ruolo, quello di investigatore privato. Ma anche questa volta non c'è niente di convenzionale nel modo in cui sceglie di svolgere il suo lavoro. Harry non ha un ufficio, non si fa pubblicità ed è molto selettivo nei confronti dei suoi clienti. Ma quando Whitney Vance, un uomo ricchissimo e molto solo, vicino allo scadere dei suoi giorni, vuole scoprire se davvero non esistono eredi a cui lasciare la sua fortuna, Bosch accetta di aiutarlo. Anche perché forse questi eredi esistono davvero: quando era giovane Whitney si era innamorato perdutamente di una ragazza messicana, che poi era stato costretto a lasciare dalla sua famiglia. Ma lei aveva un segreto. Ha così inizio una ricerca mozzafiato. In gioco c'è una sterminata fortuna, e Bosch capisce subito che la sua missione può essere rischiosa per lui, ma soprattutto per la persona che sta cercando. Tutto questo sullo sfondo di una città con cui Bosch ha un rapporto sentimentale e radici profonde, di cui anche questa volta ci descrive i panorami indimenticabili, dalla piccola San Fernando segnata dalla cultura ispanica, ai grandi grattacieli del mondo del business, alla villa di Vance, ricordo grandioso di un mondo passato.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 3

Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
4.7  (3)
Contenuto 
 
4.0  (3)
Piacevolezza 
 
4.3  (3)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il lato oscuro dell'addio 2018-09-14 16:27:13 cesare giardini
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
cesare giardini Opinione inserita da cesare giardini    14 Settembre, 2018
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Caccia ad una favolosa eredità

Bel romanzo, l’ultimo pubblicato di Connelly, pieno di suspence, dominato dalla figura dell’amato detective Harry Bosch richiamato in servizio per una delicata e difficile missione. Un notissimo miliardario di Los Angeles, Whitney Vance, fondatore di un impero nel campo delle industrie militari, è divorato da un dubbio: quasi al termine della sua lunga vita vuole sapere se ha lasciato un erede al quale tramandare il suo immenso patrimonio. Da giovane infatti ha avuto una fugace relazione con una ragazza messicana, è nato un figlio poi scomparso nel nulla. Bosch inizia le ricerche, tra mille ostacoli e difficoltà: bisogna risalire a decenni prima, cercare testimoni, consultare archivi, il tutto in gran segreto per non destare sospetti in chi (e sono in tanti) sul favoloso patrimonio ha messo gli occhi. C’è anche un’indagine parallela alla vicenda principale, la caccia ad un serial killer che per poco non eliminerà una detective collaboratrice di Bosch. Ma la vicenda principale assorbe tutto l’acume investigativo del solerte Bosch, che si destreggia da par suo: neppure l’assassinio del vecchio miliardario lo fermerà, anzi gli darà nuova energia per scoprire il colpevole (gran colpo di scena) e finalmente trovare l’erede, anche se di generazioni successive. Non mancano rivalità e accuse nel campo del dipartimento di polizia, accenni alla guerra in Vietnam, sguardi sul mondo finanziario e sui poteri occulti: tante sono le annotazioni interessanti, che riflettono il pensiero del detective Bosch e di riflesso quello dell’autore stesso. Fra tutte, mi piace condividere il pensiero dell’autore sui problemi legati all’immigrazione, attuali e mai abbastanza compresi : “ I politici potevano parlare quanto volevano di costruire muri e promulgare leggi sempre più severe per il controllo dell’immigrazione, ma alla fine erano solo simboli …. E non potevano fermare le persone, proprio come i moli in pietra al porto non fermavano la marea. Niente poteva arginare la speranza e il desiderio.” (cap.20).

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
I romanzi di Michael Connelly e Jeffery Deaver
Trovi utile questa opinione? 
70
Segnala questa recensione ad un moderatore

Il lato oscuro dell'addio 2018-04-30 08:49:38 violetta89
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
violetta89 Opinione inserita da violetta89    30 Aprile, 2018
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

la ricerca della verità

Harry Bosch proprio non ce la fa a smettere, il poliziotto che è dentro di lui non ne vuole sapere di andare in pensione perché la fuori c'è ancora bisogno della verità e c'è gente che attende giustizia. Così lo ritroviamo che fa sia l'investigatore privato che il poliziotto volontario presso la contea di san Fernando: è stato ingaggiato da un miliardario per scoprire se ha qualche erede legittimo a cui lasciare la sua fortuna ed è impegnato nella ricerca di uno stupratore seriale che sta terrorizzando la cittadina.
Nell'ultimo periodo in servizio alla polizia Bosch era sempre nell'occhio del ciclone, erano tutti in attesa di un suo passo falso per poterlo fare fuori e ciò lo portava a stare sempre sul chi va là, adesso è finalmente libero da vincoli e può finalmente agire come meglio crede, anche con un certo disprezzo delle regole.
Il libro che viaggia su due fronti, il cold case e il caso attuale, è doppiamente intrigante: è una trama più da giallo che da thriller e questo l'ho apprezzato molto. La scrittura come sempre è fluida e scorrevole, in alcuni tratti assume i contorni di sceneggiatura da film (per esempio il prologo iniziale). Forse un po' sbrigativo il finale ma decisamente un bel libro, d'altronde con Bosch e Connelly è difficile sbagliare.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Connelly
Trovi utile questa opinione? 
60
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il lato oscuro dell'addio 2018-02-06 22:13:51 Simona P.
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
Simona P. Opinione inserita da Simona P.    07 Febbraio, 2018
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Un thriller irresistibile

Un thriller mozzafiato, un poliziesco a Los Angeles, un giallo con due storie che si alternano, tutto questo e forse anche altro, il lettore può trovare nell'ultimo libro di Michael Connelly, un maestro del romanzo d'azione americano. Qualunque sia il genere, questa ultima opera scorre con enorme piacevolezza, l'autore ha innata destezza nel gestire la trama fluida, brillante e accattivante.
Harry Bosch, poliziotto di grande esperienza, è in pensione dopo trent'anni nel dipartimento di polizia di Los Angeles, ma non è in riposo, anzi lavora ancora di più, mettendo in mostra il suo fiuto da segugio e la sua determinazione nel voler scoprire la verità, adesso collabora con al polizia del territorio autonomo di San Fernando e come non bastasse lavora anche in privato. Siamo a Los Angeles, metropoli complessa, ben descritta nei quartieri, nelle strade, nel centro e nella periferia, molto amata e conosciuta dall'autore (talmente tanto amata che dà per scontato che il lettore la conosca nei minimi dettagli!); sullo sfondo di traffico e tangenziali, Bosch si trova ad affrontare due vicende, entrambe complesse, enigmatiche e pericolose. Un vecchio ultra milionario senza eredi, cerca il figlio mai riconosciuto e avuto da una relazione importante con una bella messicana, la storia risulta essere sempre più complessa e piena di misteri, chiaramente il nostro investigatore non si arrende, dimostrando di essere un determinato, testardo e instancabile professionista. Un violentatore seriale, il tagliareti, sta terrorizzando le donne di San Fernando, sembra un tipo furbo, attento e riflessivo che studia le vittime con maniacale attenzione prima di colpire, solo un lampo di genio del protagonista, riuscirà a fermarlo.
Finalmente è tornato Harry Bosh! acuto, brillante e poco attento alle regole, adora la figlia universitaria, scherza col fratellastro avvocato, ma è solo e non riuscirei a vederlo in compagnia se non della sua curiosità insaziabile, del costante desiderio di verità e dell'assidua ricerca di giustizia. Una lettura veramente brillante, questo romanzo tratto dalla fantasia in crescendo e dalla eccellente penna di Michael Connelly

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
130
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Bontà
Valutazione Redazione QLibri
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il giro dell'oca
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
The Game
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il rumore del mondo
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Suite 405
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Addio fantasmi
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
L'unica storia
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
L'uomo che trema
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Isola di neve
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Khalil
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sono corso verso il Nilo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una di luna
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
3.4 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri