Le bugie degli altri Le bugie degli altri

Le bugie degli altri

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice


Quando supera il nastro giallo della polizia, Molly Anderson cerca di prepararsi a ciò che si troverà davanti agli occhi: il corpo di un bambino appena nato, abbandonato nei boschi. "Non ce la faccio", si ripete, cercando di scacciare dalla mente le immagini di una tragedia che continua a tormentarla. Tuttavia il suo ruolo di giornalista le impone di osservare i fatti con freddo distacco. Si getta a capofitto nel lavoro e, durante le ricerche, s'imbatte in un articolo di vent'anni prima, riguardante un ragazzo morto nel luogo esatto in cui è stato scoperto il neonato. Convinta che non si tratti di una coincidenza, Molly decide di indagare, tuttavia ben presto si renderà conto che riportare alla luce quella vecchia storia è come spargere sale su una ferita aperta nel cuore della cittadina. Perché lei non è l'unica a convivere con un passato doloroso. E alcuni nascondono segreti molto pericolosi...

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 2

Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0  (2)
Contenuto 
 
5.0  (2)
Piacevolezza 
 
5.0  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Le bugie degli altri 2016-02-24 08:11:07 violetta89
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
violetta89 Opinione inserita da violetta89    24 Febbraio, 2016
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Tutti hanno dei segreti

Leggere questo thriller all'inizio ti spiazza: il libro è raccontato secondo più punti di vista e in un primo momento queste sembrano tutte storie scollegate fra loro. C'è Molly, giornalista ex avvocato, che esce da una grande depressione dovuta alla perdita della figlia non ancora nata, Sandy, una ragazzina intelligente e sveglia che vive nei quartieri popolari con una madre problematica e infine Barbara, una donna che vuole mantenere stoicamente la facciata di essere una madre perfetta in una famiglia perfetta e fa di tutto per nascondere i problemi. Le tre donne abitano a Ridgedale, cittadina tranquilla dove non succede mai nulla, così tutti si sentono coinvolti quando un giorno viene ritrovato il corpo di una neonata morta, o meglio uccisa e proprio Molly viene incaricata di seguire il caso, cosa che non si rivelerà facile per lei dato il suo recente passato. Ed è così che quelle storie che in un primo momento parevano slegate fra loro, piano piano iniziano a legarsi, con lo scorrere delle pagine tutti i nodi vengono al pettine e le bugie di tutti verranno scoperte...
Il filo conduttore di questo libro sono le bugie, tutti mentono, tutti hanno dei segreti, chi piccoli chi grandi, segreti che la gente si tiene dentro a volte anche per anni, ma che alla fine vengono fuori prepotentemente con la forza del senso di colpa. Ma c'è anche tanta ipocrisia, la necessità di voler mostrare a tutti i costi che va tutto bene, che si è perfetti ed invece, come sempre in questi casi, è proprio lì che si celano i segreti peggiori.
L'autrice, che già mi aveva molto colpito con "La verità di Amelia", è da tenere d'occhio: sa scrivere thriller intriganti ma mai banali, con trame originali che sanno come tenerti col fiato sospeso.
Le bugie degli altri è un libro tormentato e inquietante, ma è proprio questa complessità dell'intreccio con le varie storie che si susseguono, che cattura il lettore pagina dopo pagina fino a voler scovare tutte le bugie e scoprire finalmente quale verità si cela nascosta fra le mura di case perfette di una tranquilla cittadina americana. Una verità che ovviamente è sorprendente e sconvolgente allo stesso tempo, ma che ha il potere di liberare le coscienze di molti.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
110
Segnala questa recensione ad un moderatore

Le bugie degli altri 2016-01-02 13:55:52 Pupottina
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Pupottina Opinione inserita da Pupottina    02 Gennaio, 2016
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

... Bugie ...

Kimberly McCreight è un'ottima autrice e l'ho scoperta ultimamente, grazie al suo ultimo thriller psicologico "Le bugie degli altri", dove il tema di fondo è il senso il colpa, capace di sconvolgere l'esistenza. Ma anche le bugie sono alla base dell'intreccio che costituisce la trama di questo sconvolgente capolavoro.
Le bugie sono in ogni pagina: tutti mentono agli altri ma anche a se stessi per i più svariati motivi. I meccanismi della suspense creano attesa e intrappolano l'interesse dalla prima all'ultima pagina di questo romanzo.
Vari sono i punti di vista che raccontano la storia. Sono tutte donne di età diverse, le cui vite si intrecciano raccontando le loro esistenze fatte di bugie e delle complicazioni del quotidiano. Sono donne: madri e figlie. Generazioni che si confrontano e cercano di superare gli errori loro o i tradimenti dei loro uomini. La complessità della maternità le porta a scontrarsi con quell'universo maschile, sempre più distante o violento, misterioso o sfuggente.
Una delle protagoniste, Molly Anderson, ex avvocato, dopo aver sofferto la perdita di una figlia non ancora nata, si trova, come giornalista di un piccolo paesino, dove tutti si conoscono, a investigare sul ritrovamento del cadavere di un bambino appena nato. Dopo la sua depressione, in molti sono preoccupati per lei che deve affrontare questa situazione che potrebbe riportarla nell'abisso della disperazione. Lei no. Cerca di reagire con forza e professionalità per far luce sul misterioso, sconvolgente ritrovamento.
È così che si trova a camminare nei boschi che circondano la cittadina di Ridergale, nel New Jersey, alla ricerca di tracce, di testimonianze che forse nemmeno la polizia locale ha la competenza per cercare. Anche i lettori dei suoi articoli online sono scettici riguardo alla professionalità di chi segue le indagini, le cui competenze sembrano rimbalzare tra la polizia cittadina e il servizio di vigilanza del campus universitario.
È un romanzo profondo e inquietante, che affronta ottimamente la complessità dei rapporti familiari col ritmo serrato di un thriller. I segreti che si nascondono dentro le case di un piccolo comune possono rivelarsi molto pericolosi, oltre che sconvolgenti.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
210
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Il signor Cardinaud
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Desiderio
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultima canzone del Naviglio
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Uomini di poca fede
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Violette di marzo
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Quanto blu
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Le peggiori paure
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Le confessioni di Frannie Langton
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una donna normale
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il sale della terra
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La signora del martedì
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Nero come la notte
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri