Immortale Immortale

Immortale

Letteratura straniera

Editore


A Firenze, fra il Trecento e il Quattrocento, un bambino viene abbandonato. Così inizia la storia di Luca Bastardo, che a quattro anni si ritrova a vagabondare per la città. Venduto a tradimento ad un bordello, trascorre l'infanzia tra le angherie del padrone e le violenze dei frequentatori. Crescendo, tra la solidarietà verso gli amici e vani tentativi di fuga il giovane riesce a conservare un animo gentile e scopre di avere una natura divina: mentre gli altri invecchiano, lui sembra immune dallo scorrere del tempo. Con gli anni, le persone che ha intorno vedono in quel dono la presenza del demonio e Luca attira su di sé i sospetti di una spietata Inquisizione. Ma quale origine ha davvero la sua immortalità? Chi può aiutarlo a scoprirla? Chi sono i suoi genitori? Sono queste le domande che si affollano alla mente, questo il motivo di fondo della sua ricerca. Quando la peste invade Firenze ecco l'occasione per Luca di liberarsi dalla catene e iniziare una nuova vita. Nel pieno di una giovinezza che sembra non svanire, con le fattezze di un adone e le virtù del puro, va scoprendo la vita e i piaceri dei sensi. Aiutato da una famiglia di ebrei che deve vedersela con l'avversione della società fiorentina, può dedicarsi anche allo studio presso un farmacista; ma sarà grazie a un tale che si fa chiamare Geber, profondo conoscitore dei segreti dell'alchimia, che gli verranno rivelati il volto del suo futuro amore, il segreto dell'eterna giovinezza e un'importante premonizione. Dovrà però abbandonare la città, per via di un mandato di cattura dell'Inquisizione. Potrà tornare soltanto nella Firenze che sarà di Lorenzo il Magnifico, dove tra avventure e incontri rivelatori conoscerà Maddalena, la donna che incrocerà il suo destino. Ma dovrà anche guardarsi le spalle da una congregazione che lo vuole portare al rogo, e sarà quello il momento decisivo di una vita lunghissima e che deve ancora tutte le risposte. Fino all'ultimo, fino nell'ora della scelta più importante.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 2

Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
2.5  (2)
Contenuto 
 
3.5  (2)
Piacevolezza 
 
3.0  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Immortale 2012-07-27 11:20:31 darkala92
Voto medio 
 
2.0
Stile 
 
2.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
2.0
darkala92 Opinione inserita da darkala92    27 Luglio, 2012
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Libro Bastardo!!

Prometteva bene, davvero bene. Scene iniziali atipiche, cenni storici apprezzabili, personaggi ben delineati, ma poi?
Un accumulo di informazioni e di eventi assolutamente inutili, ma soprattutto trascinati fino all'esasperazione; 500 pagine di pura futilità, in cui sono stati scritti dialoghi pseudo-filosofici, ripetuti periodi di vita del personaggio che non coloriscono la vicenda come avrebbero dovuto e principalmente un finale che non appaga per niente le pene sofferte in 500 pagine.

Luca Bastardo, protagonista della storia, sembra essere una persona alquanto camaleontica, che sembra voler ricreare e rimodellare la propria esistenza in base agli eventi ed alle situazioni. E' stato dottore, alchimista, viaggiatore, collezionista, ecc ecc ecc... mille volti per un solo viso.
Queste numerose esperienze l'hanno portato a legarsi a tanti personaggi storici come Leonardo, Cosimo e Lorenzo de Medici, Giotto, Petrarci e chi più ne ha ne metta. Leggendo tutto ciò ho avuto la sensazione che la scrittice avesse voluto sbattermi in faccia la sua cultura, la sua conoscenza in ambito storico, il quale, effettivamente, è stato tracciato sì, ma senza maestria o senza quella bravura che dovrebbe essere consona agli storici coi controca**i.
Le sue descrizioni sono illusorie: stracolme di stupidi elenchi che possono durare la bellezza di una pagina circa, e sinceramente avrei potuto farne a meno – già dal primo elenco.
“L'Immortale che cerca l'amore” : un po' patetica come cosa, non trovate? O almeno scontato.

Avrei molto da ridire...
Di conseguenza la smetto qua, altrimenti potrei discostare troppo i lettori nel prendere tra le mani questo libro; non voglio essere la causa del fallimento della Slatton ;))

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
140
Segnala questa recensione ad un moderatore
Immortale 2011-01-28 13:12:17 patty81
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
4.0
patty81 Opinione inserita da patty81    28 Gennaio, 2011
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

l'ultimo immortale..........

Firenze,quattordicesimo secolo.Luca Bastardo è un piccolo orfano che vive in strada tramite mille espedienti,in una città che è allo stesso tempo una culla per l'arte ma anche per il degrado e la perdizione.Bellissimo e indifeso, si ritroverà progioniero e schiavizzato in un bordello,dove conoscerà il suo antagonista,il tenuario Bernardo Silvano, uomo di crudeltà sconcertante.Ma Luca è speciale e negli anni di prigioniatroverà in sé la forza per riscattarsi,perchè Luca è una creatura fatata, e il tempo sembra essersi scordato di lui....Dopo la fuga troverà ospitalità da un medico ebreo, e comincerà la sua lunga ricerca per scoprire il mistero della sua nascita e della sua stirpe,inseguito dall'inquisizione.Due secoli ricchi di avventure e incontri con personaggi che hanno fatto la storia, da Giotto a Leonardo,da Cosimo de Medici a Petrarca,Boccaccio e Botticelli,presentati come parte integrante delle vicende di Luca.Un mix di storia e fantsy,dove la peste e la congiura dei pazzi si mescolano coi segreti dell'alchimia e della misteriosa setta dei catari.
Un libro scorrevole e divertente, una sorta di fiction, dove l'unica pecca è lo stile ancora un pò acerbo della Slatton,al suo primo romanzo.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
romanzi storici e fantasy
Trovi utile questa opinione? 
30
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Del nostro meglio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
La vita intima
Valutazione Utenti
 
2.5 (2)
La libreria dei gatti neri
Valutazione Redazione QLibri
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Caminito. Un aprile del commissario Ricciardi
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Un giorno come un altro
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Bell'abissina
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Quel tipo di ragazza
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Schiava della libertà
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ombre
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
I ragazzi di Biloxi
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
La vendetta del ragno
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Piccole cose da nulla
Valutazione Utenti
 
3.5 (3)

Altri contenuti interessanti su QLibri

I Netanyahu
Oblio e perdono
Belle Greene
La maschera di marmo
Io, Monna Lisa
Il gran mondo
L'italiano
La regina d'oro
Il botanico inglese
Gli Effinger
I demoni guerrieri
Storia di un fiore
Il prodigio
Notti al circo
La città fra le nuvole
La custode dei peccati