Jalna Jalna

Jalna

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

"Jalna" è il primo romanzo di una saga familiare amatissima che, a partire dagli anni Venti, conquistò generazioni di lettori, con undici milioni di copie vendute e centinaia di edizioni in tutto il mondo. I Whiteoak, numerosa famiglia di origini inglesi, risiedono a Jalna, grande tenuta nell'Ontario che deve il suo nome alla città indiana dove i due capostipiti, il capitano Philip Whiteoak e la moglie Adeline, si sono conosciuti. Molto tempo è trascorso da quel fatidico primo incontro. Oggi - siamo negli anni Venti - l'indomita Adeline, ormai nonna e vedova, tiene le fila di tutta la famiglia mentre aspetta con ansia di festeggiare il suo centesimo compleanno insieme a figli e nipoti: a partire dal piccolo Wakefield, scaltro come pochi, infallibile nell'escogitare trucchi per non studiare e sgraffignare fette di torta, fino al maggiore, Renny, il capofamiglia, grande seduttore che nasconde un animo sensibile. La vita a Jalna scorre tranquilla, fino a quando due nuore appena acquisite arrivano a scombussolarne gli equilibri: la giovanissima Pheasant, figlia illegittima del vicino, il cui ingresso in famiglia è accolto come un oltraggio, e la deliziosa Alayne, americana in carriera che, al contrario, con la sua grazia ammalierà tutti, specialmente gli uomini di casa...



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 2

Voto medio 
 
3.1
Stile 
 
3.0  (2)
Contenuto 
 
3.5  (2)
Piacevolezza 
 
3.0  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Jalna 2020-03-30 13:26:54 lalibreriadiciffa
Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
3.0
lalibreriadiciffa Opinione inserita da lalibreriadiciffa    30 Marzo, 2020
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

La famiglia Whiteoak vi aspetta a Jalna

Le vicende si svolgono a Jalna, grande tenuta in territorio canadese. Conosciamo, in questo primo volume, la numerosissima famiglia, capitanata dalla quasi centenaria Adelina, donna tutto d'un pezzo, con un carattere assai strano, piena di ironia ma in qualche occasione mancante di empatia verso chi la circonda. La circondano due dei quattro figli ancora in vita e numerosi nipoti, che in queste pagine vengono presentati a noi lettori in modo molto attento e particolareggiato.
I personaggi sono ben delineati, sia fisicamente che, soprattutto, caratterialmente. Ognuno ha una propria caratteristica che si scopre durante la lettura. Nel primo, lungo, capitolo viene descritta la genesi della famiglia, che dall'India di fine Ottocento, emigra in Canada dopo aver ricevuto in eredità una villa, che poi decidono di vendere per erigere la tenuta di Jalna (nome indiano in ricordo dei tempi passati in quella Nazione).
Questa prima parte può risultare pesante per via di una certa tendenza della scrittrice ad aprire più fronti di trama.

La famiglia è borghese, fin da subito si nota l’esuberanza della nonna Adelina e la durezza del nipote maggiore Renny. Ho trovato molto simpatici i dialoghi delle discussioni familiari, nati da situazioni banali, perché ricchi di ironia. Litigano tutti e in ogni momento i Whiteoak, ma alla fine si amano alla follia.
Il legame tra fratelli è la base portante della famiglia e del romanzo stesso , anche se le loro differenze caratteriali porteranno a scelte diverse per ognuno di loro.
L’amicizia, la proprietà e l’amore per la natura (picnic e passeggiate sono numerose) sono tra i punti fermi della trama. Poi ci sono i due matrimoni, che avverranno dal nulla e cambieranno le dinamiche familiari, inserendo due personaggi nella cerchia della famiglia, di cui una, Alayna, moglie del poeta Eden, sarà uno dei fulcri centrali dell'opera.

La scrittura risente del tempo passato, è datata, essendo stata scritta ai primi del Novecento e a tratti mi è risultata un po' troppo melensa (cosa che con i Cazalet non avevo notato). Per esempio, i rapporti fisici amorosi non sono mai descritti nel dettaglio e si lascia sempre solo intendere cosa stia accadendo nelle camere da letto dei personaggi. Forse un pelo di malizia in più, non avrebbe guastato.
Però devo comunque affermare che lo stile è consono al periodo in cui è stato scritto il romanzo (sono io che non amo i linguaggi arcaici, lo sapete) e dicendola tutta anche che la dinamicità in questo frangente non è presente. Ma và bene così, prendiamoci il nostro tempo (tanto) e leggiamo con calma queste righe comunque degne di nota. Perché il libro è più che discreto.
Invece, posso dire che una delle cose più riuscite a Mazo De La Roche è il mix psicologico dei personaggi, ognuno a suo modo da amare o odiare e vi posso assicurare che succede di avere sentimenti contrastanti da una pagina ad un'altra.
Il ritmo mi è risultato lento in alcune parti, soprattutto a circa metà del libro. Immagino che con altri quindici tomi da leggere, la scrittrice non potesse sparare subito tutte le sue cartucce, anche se già in questi libro succederà una cosa che lascerà subito un'impronta pesante per il prosieguo della storia.

"La marea possente e oscura della vita fluiva tutto intorno a loro, scorreva sulla stradina di campagna come un fiume in piena, e li trascinava entrambi, due foglie cadute per caso e incapaci di resistere alla corrente. Li inghiottì, erano due stelle riflesse sulla superficie tremante dell’acqua. Parlarono sussurrando con voce spezzata. Quando aveva cominciato ad amarla?"

Insomma, cosa succederà alla famiglia Whiteoak? Bisogna solo aspettare la prossima puntata.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
90
Segnala questa recensione ad un moderatore
Jalna 2020-02-14 16:18:20 68
Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
68 Opinione inserita da 68    14 Febbraio, 2020
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Intrigo famigliare

Jalna ( 1927 ) è il primo capitolo di una celeberrima saga famigliare ambientata in Canada che tanta fama letteraria ha concesso alla sua autrice, Mazo De La Roche ( 1879-1961 ), per contro coperta dal mistero del proprio vissuto.
Questo non è un semplice luogo, è una dimora, e’ memoria, passato e presente, rappresentazione di una famiglia allargata, i Whiteoak, carica della propria storia, chiusa e racchiusa nella definizione di se’, in cui tutto appare già deciso, costretta dagli accadimenti a rivedere e modificare il proprio destino.
Qui il tempo sembra essersi fermato e la famiglia ruotare attorno alla figura della matriarca Adeline, giunta alla soglia dei cent’ anni ma ancora dotata della forza inusitata della propria personalità, che considera i propri figli dei ragazzi ma che lontana da Jalna morirebbe.
I Whiteoak sentono ed agiscono con una intensità vittoriana, paiono una tribù che decide di comune accordo, eppure si muovono come unità distinte.
Pears è l’ unico a sapere che cosa sia il vero amore, Eden un giovane poeta in divenire, Finch un incapace , Wakefield un vivace e bugiardo perdi giorno , Renny, il capofamiglia, un seduttore impenitente dal quale tutti dipendono, tranne la nonna.
In una calma apparente laddove Jalna traspare come un frutto maturo nella luce dorata, circondata da prati appena rasati, il presente cambia con l’ irruzione di due giovani donne, Alayne e Pheasant, unite in matrimonio a Eden e Pears, accolte sotto lo stesso tetto secondo stereotipi antitetici, la ricca e la povera, la figlia legittima ed il frutto del peccato.
Alayne, cittadina borghese ricca di personalità, amante dell’ arte e della letteratura, crede di vivere in un sogno, le stanze, l’ arredamento, le persone, tutto qui e’ così diverso ed anche il marito Eden, nella stranezza di ciò che la circonda, le pare distante.
Il tempo non sarà suo alleato, difficile abituarsi ad una famiglia i cui membri non considererà mai come parenti, rapita da un senso oppressivo, ignara se attribuibile a Jalna o a persone così inaspettatamente estranee e diverse.
In assenza di Eden ha potuto immergersi appieno nelle dinamiche famigliari ed esplorare le profondità delle loro intenzioni, lei che e’ cresciuta in una casa culla di pace, in un nido di colombe, oggi scaraventata in un luogo dove la discordia assume toni feroci e lo scherno sconfina nello schiamazzo.
In giorni scanditi da una noia protratta, abbandonate a se stesse, non resta che lasciarsi andare a passioni irrefrenabili ma che non possono continuare e persino l’ infelice Pleasant, trascurata da Pears, cadra’ in tentazione.
La frequentazione smaschera il marcato egocentrismo e la noia dei Whiteoak, in un luogo dove si rischia di impazzire, vittime di chi basta a se stesso, illividite nell’ animo, rapite da quella strana bellezza che emana da tutti loro.
Questo è “ Jalna “, il racconto di vicende sentimentali scandite da sguardi giuocosi, intrighi, tradimenti, perfidia, tradizione, desiderio, buone maniere, tutti i connotati di una classica saga famigliare che scorre placidamente in superficie, sicuramente apprezzata dagli amanti del genere, ma poco seducente per il lettore appassionato ed attento al respiro ed alla profondità di una buona letteratura d’ autore.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
160
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Gelosia
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Su un letto di fiori
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
La mia vita con i gatti
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Tre
Tre
Valutazione Utenti
 
3.4 (2)
L'arresto
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
I sette killer dello Shinkansen
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Vecchie conoscenze
Valutazione Utenti
 
4.5 (3)
La stagione dei ragni
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Il pozzo della discordia
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le vite nascoste dei colori
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Figlia della cenere
Valutazione Utenti
 
3.8 (3)
Un bello scherzo
Valutazione Utenti
 
4.0 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri