Narrativa straniera Romanzi storici La maschera di marmo
 

La maschera di marmo La maschera di marmo

La maschera di marmo

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Germania, fine anni Trenta. I corpi senza vita delle mogli di due gerarchi nazisti vengono ritrovati tra le luci sfavillanti di una Berlino mondana, inconsapevole della guerra imminente. Le indagini sono affidate al brutale e spietato ispettore Franz Beewen. L’alto ufficiale della Gestapo si mette subito all’opera e segue i primi indizi, che lo conducono nello studio di Simon Kraus, uno psicanalista specializzato nell’interpretazione dei sogni. Potrebbe essere lui ad avere la chiave per capire chi sia l’assassino. Le vittime erano sue pazienti, ed erano entrambe tormentate dall’incubo di essere inseguite da un uomo con il volto coperto da una maschera di marmo. Una figura che per Kraus è la personificazione di paure e traumi, ma che, alla luce dei fatti, potrebbe essere più reale di quanto si immagini. C’è qualcuno, però, che ostacola Beewen e Kraus nel cammino verso la verità. E non è solo l’assassino. Perché i due stanno cercando risposte proprio là dove il partito nazista nasconde i suoi segreti più torbidi e inconfessabili. Ma non si fermeranno davanti a nulla. Anche se questo vorrà dire mettere in dubbio i valori della patria.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0  (1)
Contenuto 
 
3.0  (1)
Piacevolezza 
 
3.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
La maschera di marmo 2022-10-21 15:17:32 Mian88
Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
Mian88 Opinione inserita da Mian88    21 Ottobre, 2022
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il trauma celato della maschera di marmo

Classe 1961 è Jean-Christophe Grangé, autore, scrittore e sceneggiatore francese laureato in lettere alla Sorbona, pubblicato in Italia da Garzanti e le cui opere spesso sono state tradotte in film, non a caso è vincitore del Grinzane Cinema nel 2007 proprio per il miglior libro da cui è stato tratto un film. Nei suoi componimenti, inoltre, non mancano alcuni denominatori comuni quali, ad esempio espedienti narrativi intrisi di colpi di scena e mixati a personaggi ben caratterizzati nel loro essere.
Questa volta Grangé ci porta negli anni Trenta, verso la loro fine. Siamo in Germania e il nazismo è una realtà ormai improcrastinabile. Regna sovrana con le sue espressioni di violenza falsamente celata e le sue imposizioni dittatoriali ivi comprese le discriminazioni razziali. Ma cosa potrebbe succedere se i corpi di due generali nazisti fossero ritrovati senza vita tra le luci sfavillanti di quella che già da altri romanzi storici e testimonianze storiche sappiamo essere una Berlino mondana inconsapevole della guerra imminente ma altrettanto spregiudicata?
Le indagini sulle morti sono affidate a Franz Beewen, spietato ispettore gerarca nazista che ben presto giunge a Simon Kraus, psicanalista specializzato nell’interpretazione dei sogni. Pare infatti che entrambe le vittime fossero sue pazienti e fossero tormentate dall’incubo di essere inseguite da un uomo dal volto coperto da una maschera di marmo. A livello psicanalitico la figura di un uomo con il volto coperto da una maschera di marmo rappresenta la personificazione di paure e traumi del passato mai superati e trascinati nel presente del vivere. Tuttavia, le indagini di Beewen e Kraus sono ostacolate e non solo dall’assassino ma anche dallo stesso partito nazista perché scoprire della verità delle due morti potrebbe significare dover andare a indagare in aspetti e retroscena che il partito non ha interesse a che vengano riportati alla luce. A esserne inficiati potrebbero essere gli stessi valori della patria attorno ai quali il nazismo si è eretto e fortificato. Ancora, inoltre, legami umani e psicologici che vengono tra loro a intrecciarsi sino a ricostituire un volto e un periodo storico le cui dinamiche sanno essere anche a distanza di così tanti anni ancora oscure.
Come in ogni romanzo di Jean-Christophe Grangé anche in questo caso non mancano “gli smacchi” come precedentemente anticipato. Nulla è lasciato al caso ed è come appare, almeno in prima battuta. Lo stile narrativo come di consueto è fluido, rende la lettura rapida e non fatica e farsi esaurire nel suo sviluppo. Su questo un grande merito va al traduttore e al suo lavoro di adattamento. C’è però da dire che l’opera conquista solo in parte, in realtà. Questo perché seppur si tratti di un thriller storico ci sono delle incongruenze nello sviluppo che fanno perdere in parte di intensità e al tempo stesso cadono nel cliché tanto che il lettore che già ha letto testi di questo genere o con medesima ambientazione si trova davanti a una sensazione di deja-vu che gli fa venir meno dell’interesse verso le pagine.
Senza lode, senza infamia. Leggibile e gradevole ma non tra i migliori lavori proposti dallo scrittore.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
  • no
Consigliato a chi ha letto...
Consigliato in particolare a chi vuol avvicinarsi al genere e/o a chi ama i testi del narratore.
Trovi utile questa opinione? 
100
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Il castagno dei cento cavalli
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)
Sulla pietra
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'ultimo conclave
Valutazione Utenti
 
1.3 (1)
Qualcun altro
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il bacio del calabrone
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)
Stivali di velluto
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una morte onorevole
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
You like it darker. Salto nel buio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Eredi Piedivico e famiglia
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.3 (3)
Legami
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Renegades. Verità svelate
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

La grande fortuna
Sabotaggio
Nuove abitudini
Linea di fuoco
L'ufficio degli affari occulti
Il mago
La moglie del lobotomista
La guerra di H
Il canto di Calliope
L'aria innocente dell'estate
Max e Flora
Rincorrendo l'amore
Giochi proibiti
Il canto di Mr Dickens
I Netanyahu
Oblio e perdono