Dettagli Recensione

 
Scorrete lacrime, disse il poliziotto
 
Scorrete lacrime, disse il poliziotto 2014-07-08 06:46:39 Mario Inisi
Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
Mario Inisi Opinione inserita da Mario Inisi    08 Luglio, 2014
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il processo versione Dick

Kafkiano questo romanzo di Dick soprattutto nella sua prima parte quando un conduttore televisivo molto noto viene ricoverato in ospedale dopo l'aggressione di una sua ex e si ritrova in un mondo alterato dove nessun lo conosce e si ricorda di lui e nemmeno la polizia ha niente che lo riguardi nei suoi schedari. Di conseguenza è considerato un personaggio sospetto e pericoloso. Come tale viene preso di mira dalla polizia tanto che verrà imbastito una specie di complotto per incastrarlo. Ma... mentre per Kafka non esistono vie di fuga dalla realtà per Dick così non è. La realtà (quando lo è) è piena di universi paralleli ma in qualche modo sovrapposti e è possibile passare dall'uno all'altro in qualche modo ad es. facendo uso di droghe. E così quando la situazione sembra ormai disperata si apre per Jason Taverner una insperata via di fuga che lo riporta alla precedente realtà o almeno a una realtà molto simile. Il mondo di Dick è così contorto che è a volte difficile seguirlo da un universo all'altro o da un piano temporale all'altro.
Questo libro comunque secondo me non è il suo miglior libro: meglio Ubik o Gli androidi sognano pecore elettriche.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
150
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

4 risultati - visualizzati 1 - 4
Ordina 
Per inserire la tua opinione devi essere registrato.

Se non l'hai già letto, di Dick ti consiglio "Le tre stimmate di Palmer Eldritch". E' contorto anche questo, ma del resto lo sono probabilmente tutte le opere dell'autore, ma vale la pena davvero leggerlo, è quello che personalmente mi è piaciuto di più.
In risposta ad un precedente commento
Mario Inisi
09 Luglio, 2014
Segnala questo commento ad un moderatore
Grazie del consiglio, lo leggerò.
Pieno stile Dick. L'ho letto tempo fa e m'è restata la capacità dell'autore di disorientare. Sono d'accordo sul fatto che siano migliori sia Ubik che Palmer Eldritch. Meno su Do the android dream electric sheep?... Forse perchè Blade Runner è uno dei rarissimi casi in cui il film ha messo in ombra il libro.
Dick, in ogni caso, è imperdibile per gli amanti dal fantascienza.
In risposta ad un precedente commento
Mario Inisi
10 Luglio, 2014
Segnala questo commento ad un moderatore
Sì blade runner è bellissimo, è un film indimenticabile ma rispetto al libro è una cosa molto, molto diversa anche nella storia.
4 risultati - visualizzati 1 - 4

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Five survive
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Compleanno di sangue
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La prigione
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Day
Day
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Morte nel chiostro
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Pesci piccoli
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Cause innaturali
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Tutti i particolari in cronaca
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)
Dare la vita
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'età fragile
Valutazione Utenti
 
3.2 (3)
Il rumore delle cose nuove
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
L'America in automobile
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Renegades. Nemici giurati
Renegades. Identità segrete
I donatori di sonno
Stagione di caccia
Il Napoleone di Notting Hill
Kallocaina
La torre
La lunga terra
Quasi umani
L'eclisse di Laken Cottle
Il pianeta del silenzio
Il maestro della cascata
La luna è una severa maestra
Verso il paradiso
Terminus radioso
La fiaba nucleare dell'uomo bambino