Dettagli Recensione

 
Marked
 
Marked 2012-09-03 19:39:01 ramona balan
Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
ramona balan Opinione inserita da ramona balan    03 Settembre, 2012
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Mai giudicare un libro dalla copertina!

Ammetto che la prima volta che ho notato questo volume su uno degli scaffali della Biblioteca comunale, non mi ha destato grande interesse, ma ho deciso di prenderlo comunque in prestito e dargli una chance. Ebbene sono contenta di essermi imbattuta in questo ciclo (House of Night) composto da ben 10 libri.
Devo dire che all' inizio della lettura dei primi capitoli ero abbastanza scettica nei confronti dei personaggi perché trovo che siano i soliti stereotipi di ragazzi americani: high school, sport, migliore amica, genitori poco comprensibili… Quindi l' inizio della storia non mi ha coinvolto, in seguto però devo dire che la storia diventa veramente interessante e ti prende molto.
Penso però che questo romanzo fantasy che ha venduto oltre un milione di copie, sia stato criticato troppo aspramente. E' vero, la storia è semplice e riprende come protagonista la solita ragazza americana a cui la vita viene sconvolta all' improvviso, ma presenta alcuni elementi interessanti. Ad esempio il fatto che i vampiri vengono letteralmente scelti da una persona (o meglio, una non-persona) chiamato "Il Rintracciatore", o che vengono marchiati con una mezzaluna color zaffiro. E' molto interessante anche il fatto che per diventarlo si deve attraversare diverse fasi di trasformazione:infatti i vampiri vengono distinti principalmente in novizi e adulti i quali sono riconoscibili grazie ai mille tatuaggi.
Il linguaggio è a tratti leggermente volgare ma rispecchia a pieno quello degli adolescenti odierni. Non ho trovato che sia troppo forzato o addirittura ridicolo perché i protagonisti sono inseriti in un presente attuale.
La trama è armonica, semplice e senza molte pretese; il finale lascia in sospeso.
Altra cosa che ho trovato ingiusta è il paragono fatto con le saghe del calibro di "Twilight" o Harry Potter. E' vero che le autrici prendono ispirazione da quest' ultimi, ma credo sia sbagliato metterli a confronto perché sono tre stili di scrittura completamente diversi.
Lo consiglio comunque soprattutto alle adolescenti.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
40
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Io e Mr Wilder
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il club Montecristo
Valutazione Utenti
 
4.4 (3)
La città di vapore
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La donna gelata
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il libro delle case
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Piranesi
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il gioco delle ultime volte
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Il silenzio
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Senza colpa
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Orfeo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una rabbia semplice
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
Sembrava bellezza
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri