Dettagli Recensione

 
Omicidio a Road Hill House
 
Omicidio a Road Hill House 2013-11-24 07:13:41 LittleDorrit
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
LittleDorrit Opinione inserita da LittleDorrit    24 Novembre, 2013
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Oltre le apparenze

Una notte d'estate del 1860 a Road Hill House, una villa georgiana nei pressi di Trowbridge, viene commesso uno degli omicidi più agghiaccianti che l'Inghilterra vittoriana annoveri.
È la sera del 29 giugno e Saville Kent, un bimbo di soli tre anni, viene messo nella culla dalla bambinaia ma la mattina dopo non sarà ritrovato nello stesso posto.
Il suo corpicino senza vita, sgozzato da un taglio netto e profondo, verrà rinvenuto nella latrina sita in giardino.
La famiglia è sconvolta.
L'opinione pubblica inorridita.
Ci si pone una domanda: "Chi?" e sopratutto "Perché?"
Unici indizi: una finestra ritrovata aperta nel salone di casa e il cane di famiglia che ha abbaiato più volte durante la notte.
Nella casa dei Kent vivono 12 persone: Samuel Kent, il capofamiglia, Mary Ann la sua seconda moglie (in dolce attesa) e i loro tre figli Mary Amelia (5) Saville (la piccola vittima) e Eveline (1).
Ci sono anche i quattro figli nati dal primo matrimonio di Samuel: Mary Ann (29) Elisabeth (28), Costance (16) e William (14) e tre donne di servizio: la bambinaia, la cuoca e la cameriera.
Iniziano le indagini.
Qualcuno viene sospettato tra il personale di servizio ma....niente di fatto.
C'è bisogno di Scotland Yard.
Giunge sul posto Mr. Whicher, giovane rampante al top della carriera.
L'uomo condurrà un'acuta e sorprendente indagine e farà le sue valutazioni.
L'assassino avrà un volto? La società vittoriana sarà disposta ad accettare un eventuale verdetto?

Faccio subito una premessa: accostarsi a "Omicidio a Road Hill House" credendolo semplicemente un giallo sarebbe un grosso errore che porterebbe ad un inevitabile delusione.
L'opera della Summerscale è, in realtà, la miglior sintesi derivata da cronaca nera, saggio, inchiesta, romanzo storico, poliziesco e giallo/thriller.
Il caso è stato ricostruito dal nulla attraverso lo studio di centinaia di fonti che vengono riportate meticolosamente nella bibliografia. La scrittrice, attraverso la lettura dei giornali dell'epoca, è riuscita a risalire addirittura al tempo meteorologico dei giorni interessati. All'interno del testo sono stati collocati alberi genealogici, piantine, mappe e foto d'epoca che arricchiscono la narrazione.
Il "romanzo" ha diversi pregi: evidenzia i clamorosi errori commessi durante la prima indagine portando alla luce le pecche di un sistema giudiziario totalmente impreparato a determinati accadimenti; dona uno splendido affresco sulle famiglie borghesi e le loro ipocrite facciate; uno spaccato di vita dell'epoca e uno sguardo malizioso sui rapporti personali gestiti all'interno delle famiglie borghesi apparentemente prive di vizi.
La figura stessa di Whicher, riportata alla luce dalle poche notizie ricavate dai rapporti, fu fonte di ispirazione per gli scrittori dell'epoca (Wilkie Collins, Charles Dickens, Conan Doyle) che ne trassero, successivamente, i loro migliori personaggi della neonata "detective novel".
Per la prima volta abbiamo il "detective che rompe gli schemi prefissati" scandalizzando l'opinione pubblica con constatazioni e sicurezza. Quindi, questo non è un romanzo ma un vero e proprio saggio storico.
L'abilità della scrittrice sta nel rendere il tutto godibile, istruttivo, scorrevole, appassionante, e narrativamente valido. Questa è una vera "Bibbia" per gli appassionati di letteratura vittoriana e per chi ne voglia sapere di più sulla nascita della detective novel made in UK.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
300
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

12 risultati - visualizzati 1 - 10 1 2
Ordina 
wow, grazie per questa bella recensione, mi hai sicuramente incuriosita, messo in wl :-)
In risposta ad un precedente commento
LittleDorrit
25 Novembre, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
Che bello aver incuriosito qualcuno....grazie Calzina! Se ti ispira la letteratura inglese e il periodo vittoriano non puoi assolutamente perdere questo libro....ti abbraccio!!! :)
In risposta ad un precedente commento
calzina
25 Novembre, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
si LittleDorrit, adoro i romanzi storici ma non ho letto molto di quel periodo storico quando invece vorrei farlo, hai altri romanzi da consigliarmi? Grazie
Recensione davvero bellissima...hai incuriosito anche me...
Un saluto, Daniela.
terza lettrice incuriosita ;) !!! Lo metto in wl.
Complimenti
In risposta ad un precedente commento
LittleDorrit
25 Novembre, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
Cara Calzina potrei consigliartene mille ma penso sia meglio darti dei nomi di alcuni autori vittoriani e poi sarai tu a scegliere: Hardy, Dickens, Tackeray, Bronte, Gaskell.....di quest'ultima "Nord e sud" potrebbe piacerti....storia d'amore sullo sfondo della rivoluzione industriale.... Non è banale...è un classico quindi ha la profondità che ci si aspetta. C'è una mia recensione su qlibri su questo romanzo...se ti va dagli una sbirciatina. Grazie ancora per il tuo interesse. :)
In risposta ad un precedente commento
LittleDorrit
25 Novembre, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
@Dani79: grazie davvero....sono contenta! :)
@Raffa73: grazie infinite....arrossisco! :)
In risposta ad un precedente commento
calzina
25 Novembre, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
grazie mille littledorrit, ho letto la tua recensione ed effettivamente sembra davvero un bel romanzo. Della stessa autrice nella mia biblioteca c'è disponibile "Ruth" che sembra altrettanto interessante..
In risposta ad un precedente commento
LittleDorrit
25 Novembre, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
Sì, l'ho preso da poco e spero anch'io di poterlo leggere presto. Di sicuro sarà un bel romanzo....puoi cominciare con questo ed io sarò lietissima di leggere ciò che avrai da dire. Buone letture Calzina e grazie ancora :)
In risposta ad un precedente commento
calzina
25 Novembre, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
Grazie a te Littledorrit :-) come immagino sia per te ho tanti libri in lista lettura, perciò passerà un pò di tempo prima di poterlo leggere quindi ci scambieremo un pò più avanti le nostre rispettive impressioni :-)
12 risultati - visualizzati 1 - 10 1 2

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Fine
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
L'inverno più nero
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli estivi
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I baffi
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il vento selvaggio che passa
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I segreti del professore
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Tutto chiede salvezza
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il regno delle ombre
Valutazione Redazione QLibri
 
1.8
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Il signor Cardinaud
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Insegnami la tempesta
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Desiderio
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La notte della svastica
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri