Dettagli Recensione

 
Vittime del peccato
 
Vittime del peccato 2012-11-04 19:49:05 Lady Aileen
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Lady Aileen Opinione inserita da Lady Aileen    04 Novembre, 2012
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Vorrei leggere i precedenti

Vittime del peccato è il settimo volume della serie storica per adulti ambientata a New York nel 1902 e vede protagonista Francesca Cahill, un'ereditiera con la passione per le indagini.
Il libro si legge anche singolarmente (ogni volume vede al centro un caso diverso) ma si prova lo stesso la sensazione di essere nel bel mezzo di una storia già cominciata, questo perché i rapporti tra i vari personaggi si dipanano volume dopo volume e cominciare proprio da questo, potrebbe lasciare qualcuno un po' spiazzato almeno all'inizio (con il procedere della lettura le cose migliorano).
Stavolta l'investigatrice Francesca è alle prese con un pericoloso assassino che ha preso di mira alcune donne irlandesi. Ad aiutarla nelle indagini, il commissario Rick Bragg (ex innamorato) e Calder Hart (futuro marito e fratellastro di Rick).
Francesca è una donna brillante, un' attivista politica, eccentrica determinata, non sopporta l'ingiustizia, coraggiosa, indipendente e passionale ma è anche tremendamente insicura perché convinta di non essere abbastanza bella e affascinante per un ex libertino come Calder Hart.
Le vicende sono narrate attraverso vari punti di vista (non causano alcun problema al lettore) ma quello predominante resta quello di Francesca.
Il risvolto giallo è l'aspetto principale del romanzo (niente di eccessivamente complicato) ma non dimentichiamo quello romantico che è altrettanto importante (non riguarderà solo la nostra protagonista ma anche i personaggi secondari).
Io amo Brenda Joyce. E' riuscita ancora una volta a confezionare una bellissima storia e mi piacerebbe leggere anche i precedenti per conoscere meglio i vari personaggi e le loro storie. Amo il suo stile scorrevole ed elegante, la trama intrigante, la ricostruzione storica accurata e la scelta di mostrare anche il punto di vista dei personaggi maschili (aspetto non molto frequente).
Per quanto riguarda il finale alcune questioni restano in sospeso e bisognerà aspettare il volume successivo ma non è affatto deludente.
Un libro da non lasciarvi sfuggire.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
80
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Per inserire la tua opinione devi essere registrato.

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Del nostro meglio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
La vita intima
Valutazione Utenti
 
2.5 (2)
La libreria dei gatti neri
Valutazione Redazione QLibri
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Caminito. Un aprile del commissario Ricciardi
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Un giorno come un altro
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Bell'abissina
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Quel tipo di ragazza
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Schiava della libertà
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ombre
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
I ragazzi di Biloxi
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
La vendetta del ragno
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Piccole cose da nulla
Valutazione Utenti
 
3.5 (3)

Altri contenuti interessanti su QLibri

I Netanyahu
Oblio e perdono
Belle Greene
La maschera di marmo
Io, Monna Lisa
Il gran mondo
L'italiano
La regina d'oro
Il botanico inglese
Gli Effinger
I demoni guerrieri
Storia di un fiore
Il prodigio
Notti al circo
La città fra le nuvole
La custode dei peccati