Dettagli Recensione

 
Un gentiluomo a Mosca
 
Un gentiluomo a Mosca 2017-07-28 05:36:15 cosimociraci
Voto medio 
 
2.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
2.0
cosimociraci Opinione inserita da cosimociraci    28 Luglio, 2017
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Rivoluzione socialista.

Leggo questo autore per la prima volta. Lo stile mi ha catturato subito, ironico e leggero mi ha regalato una tranquilla lettura estiva. Towles ci offre innumerevoli piccoli episodi, ricchi di personaggi, che inevitabilmente tendo ad intrecciarsi gli uni con gli altri, in maniera armonica e naturale.

Il personaggio centrale, il conte Rostov, ha una personalità intrigante e notevole. Vive in esilio forzato in una gabbia dorata che gli permette di conoscere l'evolversi degli eventi in base ai personaggi, che nei decenni, sono di passaggio dal Grand Hotel Metropol. Nonostante tutto resta e rappresenta un vero gentiluomo, anche se ormai privo di libertà. Non perde energia e mantiene la testa alta e la sua compostezza, specialmente nei tentativi di corruzione da parte di bolscevichi per usare la sua figura per spionaggio.

Il tentativo dell'autore sta proprio nel proporre episodi interessanti nonostante tutto si svolga nello stesso ambiente.

Però, forse lo stile così sobrio, non sempre ha tenuto alta la mia attenzione più abituata al genere romanzo thriller. Quasi privo di azione, quindi, ma con un pizzico di romanticismo, musica, cibo e geopolitica, racconta gli anni bui dell'URSS sotto i ferrei governi intercorsi da Lenin a Stalin, che tenta il passaggio verso la modernizzazione col tentativo di non cadere nel capitalismo americano.
Ironico il passaggio in cui il primo governo Panrusso istituisce il proprio statuto dichiarando i diritti dei lavorati tra cui quello di coscienza, di espressione, di riunione e soprattutto li priva degli stessi se utilizzati a danno della rivoluzione socialista.

Ripetendomi, non sono solito a questo genere di lettura, che mi ha a tratti interessato e a tratti meno.

Trovi utile questa opinione? 
100
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Per inserire la tua opinione devi essere registrato.

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Legami
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Una primavera troppo lunga
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Ricordatemi come vi pare
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La donna che fugge
Valutazione Utenti
 
3.9 (3)
T
T
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
I giorni di Vetro
Valutazione Utenti
 
4.9 (2)
Ti ricordi Mattie Lantry
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Un animale selvaggio
Valutazione Utenti
 
3.1 (4)
Ambos mundos
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Dalla parte del ragno
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Ci vediamo in agosto
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

La grande fortuna
Sabotaggio
Nuove abitudini
Linea di fuoco
L'ufficio degli affari occulti
Il mago
La moglie del lobotomista
La guerra di H
Il canto di Calliope
L'aria innocente dell'estate
Max e Flora
Rincorrendo l'amore
Giochi proibiti
Il canto di Mr Dickens
I Netanyahu
Oblio e perdono

Copyright 2007-2024 © QNetwork - Tutti i diritti sono riservati
P. IVA IT04121710232