Dettagli Recensione

 
Il mago
 
Il mago 2023-09-14 04:39:07 siti
Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
3.0
siti Opinione inserita da siti    14 Settembre, 2023
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il funambolo

Vita reale? Biografia? Romanzo? Pseudobiografia?

Questa volta Colm Toibin mi destabilizza come neanche il miglior Zweig è mai riuscito a fare nelle sue migliori biografie romanzate. Perché accettare “Magellano” e “Maria Antonietta” e non riuscire a sostituire l’ideale immagine dell’autore, scolpita nella mia mente attraverso la lettura diretta dei suoi testi, con quella dell’uomo delineata ne “Il mago”? Non conoscevo, se non per grandi linee il dato biografico di Mann, forse mi ero soffermata solo sulla lontananza politica dal fratello in considerazione dello scritto “Considerazioni di un impolitico”, certo sapevo di Davos e del soggiorno della moglie, avendo letto “La montagna incantata”, o ancora della sua casa a Monaco, richiamata nel racconto lungo “Cane e padrone” o delle sue origini nella città di Lubecca, da lì si parte con “I Buddenbrook", o del conferimento del premio Nobel, ma per me Mann è difficile da calare nel piano della realtà, viaggia, etereo, nelle alte sfere dell’ideale e dell’inavvicinabile per la sua caratura intellettuale.

Leggere dunque la vita di un uomo tormentato, indeciso, fragile, troppo fragile, devo ammettere mi ha spiazzato: a partire dalla sua tendenza omoerotica, per arrivare alla sua ambiguità politica; tutto in questo ritratto racconta massima tensione e abile gioco di equilibrio: il funambolo, mi parrebbe il titolo più appropriato. Un efficace ritratto psicologico, di piacevole fruizione che scade spesso nell' aneddoto gossipparo, vista l'irrequietezza della sua prole e i tormenti dell’intero nucleo familiare, suo e della moglie, al cui centro si staglia la figura di un uomo tormentato capace di riscatto solo attraverso la scrittura. Non riesco ad accettarlo, preferisco far parlare Mann con le sue opere e mi riservo di leggere le biografie più oggettive alle quali lo stesso Toibin ha attinto per documentarsi, consapevole che la sua ricostruzione umana parte da lì.

Mi rimangono una serie di dati biografici affastellati nella galleria degli innumerevoli personaggi stravaganti che hanno ruotato intorno all’icona del rigore intellettuale e morale, quale credo sia stato Thomas Mann

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
80
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

6 risultati - visualizzati 1 - 6
Ordina 
Per inserire la tua opinione devi essere registrato.

kafka62
14 Settembre, 2023
Segnala questo commento ad un moderatore
E' sempre pericoloso, Laura, mischiare le opere di un autore con la sua vita privata: il rischio è, in molti casi, di incorrere in una cocente delusione. Anch'io, come te, preferisco far parlare le opere, e nelle mie recensioni raramente vado a cercare parallelismi con la biografia dell'autore, la quale in fondo mi interessa relativamente poco. Ma immagino che compulsare gli episodi della vita di un Kafka, di un Proust o di un Mann sia comunque una grande. a volte invincibile, tentazione...
Dopo aver letto l'incantevole "The Master" , da Toibin anch'io mi aspettavo di meglio.
In risposta ad un precedente commento
siti
14 Settembre, 2023
Segnala questo commento ad un moderatore
Ciao Giulio, io invece sono propria interessata al dato biografico, forse qui mi è successo di essere incappata in una vera e propria mitizzazione dell'autore che giustamente non è la persona calata nel quotidiano e che si rivela umana come tutti noi. L'errore mio, mi accorgo ora, forse l'ho fatto ricadere su Tobin, ad ogni modo se ho scritto così- la recensione è datata- i limiti ci sono proprio rispetto a quell'atteggiamento compulsivo che mi ha disturbata svelando troppo.
In risposta ad un precedente commento
siti
14 Settembre, 2023
Segnala questo commento ad un moderatore
Mi conforti, Emilio.
Mian88
15 Settembre, 2023
Segnala questo commento ad un moderatore
Abbiamo letto lo stesso libro, sai? Aspettavo da diverso tempo l'inserimento della scheda che avevo richiesto ma da quando mi è arrivata la comunicazione non sono ancora riuscita a scriverla. Comunque a me non è dispiaciuto, in parte già sapevo delle vicissitudini familiari e prendendolo con il dovuto distacco, essendo sempre trattato da altri, non mi ha né entusiasmata né fatto impazzire. Ho apprezzato il lavoro di ricostruzione e capisco anche la necessità dell'aspetto più gossipparo per, probabilmente, alleggerire il carico del personaggio. Immagino, almeno. Buona giornata
In risposta ad un precedente commento
siti
25 Settembre, 2023
Segnala questo commento ad un moderatore
Ciao Maria, scusa non avevo visto il commento: ecco perché era presente la scheda! Scusa non volevo toglierti il primato ma so che a te non interessa questo genere di primati. Mi fa piacere che lo abbia apprezzato più di me, è ricco certo di tanti aneddoti.
6 risultati - visualizzati 1 - 6

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Legami
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Una primavera troppo lunga
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Ricordatemi come vi pare
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La donna che fugge
Valutazione Utenti
 
3.9 (3)
T
T
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
I giorni di Vetro
Valutazione Utenti
 
4.9 (2)
Ti ricordi Mattie Lantry
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Un animale selvaggio
Valutazione Utenti
 
3.1 (4)
Ambos mundos
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Dalla parte del ragno
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Ci vediamo in agosto
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

La grande fortuna
Sabotaggio
Nuove abitudini
Linea di fuoco
L'ufficio degli affari occulti
Il mago
La moglie del lobotomista
La guerra di H
Il canto di Calliope
L'aria innocente dell'estate
Max e Flora
Rincorrendo l'amore
Giochi proibiti
Il canto di Mr Dickens
I Netanyahu
Oblio e perdono

Copyright 2007-2024 © QNetwork - Tutti i diritti sono riservati
P. IVA IT04121710232