Narrativa italiana Fantascienza Helots. La speranza del firewalker
 

Helots. La speranza del firewalker Helots. La speranza del firewalker

Helots. La speranza del firewalker

Letteratura italiana

Editore



In un futuro non tanto lontano, dominato da poche grandi multinazionali, le Corporazioni, la società è più che mai divisa in classi. Schiavi e reietti rappresentano il risultato della decadenza di ogni morale. Una grande corporazione tecnologica, la Intex, ha portato a termine un progetto dal nome “Progetto VITA”, con il quale ha costruito il primo androide senziente nella storia dell’umanità. Questa “macchina vivente” viene presentata a una conferenza segreta, ma quella stessa notte i dirigenti della Intex vengono assassinati e il progetto rubato. Drew, un giovane schiavo dalle incredibili capacità, riesce a trarre in salvo alcune persone dalla mattanza e, insieme ad una piccola squadra di ex militari, trova rifugio in mezzo alla feccia della società. Riusciranno a impedire che l’androide venga trasformato in un’arma mortale?

Recensione della Redazione QLibri

 
Helots. La speranza del firewalker 2013-06-25 15:51:56 Sordelli
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
Sordelli Opinione inserita da Sordelli    25 Giugno, 2013
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Avventura in un futuro non molto lontano

Intex.
Nella grande corporazione tecnologica c'è grande fermento tra gli alti ranghi: un grande progetto, chiamato "Progetto vita" sta per essere presentato ad alcuni dei più importanti rappresentanti del mondo moderno.

Villa Hunton.
Fervono i preparativi: gli schiavi e le schiave, debitamente (s)vestiti si accingono ad accogliere gli ospiti. Gente illustre varca la soglia della splendente villa, meravigliata da quel suo fascino antico dato dall'arredamento e dalla bellezza degli schiavi. I figli del dirigente della Intex Michael Hunton, Anthony e William, sono pronti per recitare ognuno la sua parte e rendere perfetta la serata che il padre sogna da molti anni.
Ma qualcosa va storto. Dov'è finito Michael Hunton? Anthony cela la sua preoccupazione con grande maestria, ma gli eventi improvvisamente degenerano e villa Hunton si trova, in un batter d'occhio, sotto assedio.
Uno strano individuo pretende di metter mano sul "Progetto vita" e nessuno ne comprende il motivo.


La voglia di svelare qualcosa in più riassumendo la trama, era davvero molta; tuttavia mi sono trattenuta perchè questo libro deve assolutamente essere letto e scoperto in ogni sua sfumatura.
La vicenda è ambientata in un futuro non ben definito, ma oserei azzardare che non sia troppo lontano: pur essendoci una grande evoluzione tecnologica, la moneta resta sempre l'euro, cosa che mi piace sottolineare perchè ho trovato buffa e intelligente allo stesso tempo. Perchè intelligente? Perchè il fatto che la moneta sia ancora l'euro, fa presupporre che si tratti sì di futuro, ma che potrebbe essere quantificato in 40/50 anni (mia ipotesi, naturalmente); e se da un lato potrete ammirare come il progresso abbia portato notevoli migliorie nella vita di molti, dall'altro noterete una notevole diversificazione tra le classi sociali, in cui i ricchi saranno ancora più ricchi e vivranno protetti e quasi totalmente lontani da ogni pericolo, mentre i poveri saranno schiacciati tutti nella periferia, detta "sprawl". Per non parlare poi degli schiavi, ovvero persone "coltivate" in veri e propri campi di allevamento. Cosa che mi fa venire la pelle d'oca a scriverla, ma che non mi meriviglia più di tanto: per la mia visione della società moderna e "dell'andazzo generale", la realtà descritta in questo romanzo si potrebbe realizzare davvero in pochissimo tempo.

Per quanto riguarda i personaggi, ho apprezzato molto la loro caratterizzazione, ben costruita seppur non troppo minuziosa: in particolare, viene dato risalto all'aspetto psicologico e alle interazioni tra i vari personaggi, piuttosto che a precise caratteristiche fisiche le quali, pur essendo ovviamente presenti, vengono anche messe un po' da parte dal lettore stesso, poichè catturato da particolari ben più intriganti.

La storia è davvero ben scritta, si legge rapidamente ed anche il lettore si trova a lottare contro il tempo insieme ai protagonisti. L'unico appunto che mi sento di fare, riguarda il finale: molto bello ma, dal mio punto di vista, avrei preferito finisse qualche pagina prima per lasciare il lettore con ancora più suspence. É anche vero che non so se l'autore scriverà un seguito, ma in quel caso...ribadisco la mia idea!
Ultima cosa: in questo mio infinito commento (mi scuso per questo!) ho volutamente omesso di parlare della figura del Firewalker; non ho menzionato né chi viene riconosciuto come Firewalker né chi sia nel romanzo perchè questo sarà compito vostro scoprirlo.
Posso solo assicurare che di questa storia ricca di amicizia, tecnologia e lotta per la parità di trattamento...non resterete affatto delusi!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
90
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Impossibile
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultima notte di Aurora
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli affamati e i sazi
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Pietro e Paolo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Macchine come me
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il silenzio delle ragazze
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Il grande romanzo dei Vangeli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un dolore così dolce
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Dodici rose a Settembre
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
La ragazza che doveva morire. Millennium 6
Valutazione Utenti
 
2.8 (2)
The chain
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La parata
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti di QLibri