Narrativa italiana Fantascienza Il magazzino dei mondi 2
 

Il magazzino dei mondi 2 Il magazzino dei mondi 2

Il magazzino dei mondi 2

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice


Chi l’ha detto che i libri più coinvolgenti sono i romanzi? Può capitare invece di aprire un libro come questo, una raccolta di racconti brevissimi, e non riuscire più a staccarsene. A girare pagina dopo pagina non per vedere come si evolve una singola storia, ma perché affascinati dalla girandola di idee, colpi di scena, ribaltamenti e invenzioni che rendono queste pagine dei veri e propri fuochi d’artificio in forma scritta. E la fantascienza, letteratura di idee, si presta perfettamente a questa formula, quella del racconto brevissimo. La grande magia operata dalla fantascienza è la capacità di farci osservare il nostro mondo dall’alto, da un punto di vista diverso, ribaltare la nostra percezione e guardare con occhi nuovi. E questo libro, statene certi, vi riesce a ogni pagina.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
5.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il magazzino dei mondi 2 2014-01-04 14:09:09 Bruno Elpis
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
4.0
Bruno Elpis Opinione inserita da Bruno Elpis    04 Gennaio, 2014
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Fioccano racconti Sci-Fi

“Il magazzino dei mondi 2” è una raccolta di “duecento imprevedibili racconti di fantascienza istantanea”. Già, la fantascienza: un genere troppo anglofono, un genere spesso trascurato (forse perché genere?)… eppure un genere che – come dimostra questo esperimento ben riuscito – anche in Italia ha entusiasti proseliti ed estimatori.
Gli autori qui convenuti hanno seguito i dettami del bando: “Il tema scelto è la fantascienza in tutte le sue sfumature e accezioni. I racconti non devono superare la lunghezza massima e tassativa di 2000 battute... Il numero di righe totali del racconto non deve essere superiore a 35.”
Dunque: racconti brevi, pillole di fantascienza, reperibili a questo link:
http://www.delosstore.it/delosbooks/45294/il-magazzino-dei-mondi-2/

Io, come alcuni di voi già sapranno, non sono un esperto di questo genere. Ma ho raccolto la sfida. Il risultato, ahimé sotto gli occhi di tutti, non è certo un racconto di fantascienza pura (non ne sono capace!), anche se parte dallo stimolo di una notizia scientifica, considerata da un sondaggio come la più importante del 2012 e che è valsa il Nobel per la fisica:
4 luglio 2012: una data da ricordare nella storia della scienza. Al Cern di Ginevra viene annunciata la scoperta del bosone di Higgs, o per lo meno di qualcosa che gli assomiglia molto. Il bosone di Higgs (chiamato anche «particella di Dio»), teorizzato da un fisico scozzese circa 50 anni fa, è la particella quantistica che determina la massa e quindi l'esistenza della materia come noi la conosciamo.
Con "Fioccano particelle di Dio", racconto incluso nell’antologia, ho voluto significare che alcuni filosofi con le loro intuizioni, forse, sono i veri scrittori di fantascienza… Quanti secoli fa Leucippo, Democrito, Anassagora ed Epicuro - senza alcun mezzo o strumento - hanno anticipato la scienza! Rivestendola di poesia. Eccone l'incipit.
____________________

Fioccano particelle di Dio di Bruno Elpis

Lenta la neve fiocca, fiocca, fiocca.
Senti: una zana dondola piano piano.
Nuvole di miliardi di protoni si scontrano con un'energia di 14 TeV.
Divisionismo della natura, puntinismo dell’unità. L’uomo bambino riposa, nel silenzio stupefatto del cosmo dominato. Sotto un gioco di fiocchi impazziti.
Un pezzo di mondo che comprende astri, terre e tutti i fenomeni, ritagliato nell’infinito. (Epicuro)
Le particelle di Dio producono luce e risolvono il mistero dell’aggregazione. Poi si sgretolano e si ricompongono. L’uomo bambino ascolta la nenia dell’infinito polverizzato.
Evaporato lo strato di rugiada, apparì sulla superficie del deserto qualcosa di minuto, di granuloso, fine come brina gelata in terra. A tal vista i figli d'Israele si chiesero l'un l'altro: «Che cos'è questo?», perché non sapevano che cosa fosse. (Esodo)
L’energia si fa massa, ancora piovono i bosoni di Higgs. Neve di raggi gamma, coriandoli di tenebra. L’uomo bambino apre occhi che sanno sostenere la luce della verità.
Con particelle elementari così intrecciate tra loro fin dall’origine, si producono forme di vita di eguale destino. (Lucrezio, De rerum natura)
...
____________________________

Scrivendo questo pezzo ho pensato: ma non è che la Bibbia, la filosofia, la letteratura e la scienza parlano tutte della stessa essenza e della stessa verità? La nostra…
____________________________

Autorizzato dall’autrice, pubblico l’incipit di un racconto di vera fantascienza, per risarcire i coautori dell’antologia e per rassicurare i puristi del genere: l’antologia contiene davvero tanti racconti belli come questo incipit dimostra.

Di lucciole e di farfalle di Roberta Eman

«Il mio bisnonno diceva che quand’era piccolo c’erano insetti con le luci, e altri con le ali colorate.»
«Embè, perché queste cosa sono?»
Lukas rincorre un brusio nel cielo arancione, finché riesce ad azzittire il ronzio metallico appiattendo il volatile al suolo. Gli apre le ali quando ancora le zampette annaspano nel vuoto e mi guarda con un ghigno.
«Vedi?», mi chiede. «Blu indaco e striature nere.»
Lo osserva attentamente per accertarsi che non vi siano microfoni o videocamere, e con un pugno lo consegna all’inefficienza perpetua.
«Sarà stato un sensore di sostanze ipertossiche. Neanche lo verranno a recuperare.»
Con le mani nude raschia il terreno, sabbia e sassi, e tumula la sua ennesima vittima elettronica. Sostiene che tutti abbiano diritto a una degna sepoltura; è ancora arrabbiato perché suo fratello, dopo essere stato ammazzato in terra straniera, è stato cremato e aspirato con un vacuum cleaner di ultima generazione. Le sue ceneri confuse con quelle di migliaia di altri soldati.
(…)
___________________

Buon anno q-mondo!

Bruno Elpis

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
L'isola misteriosa, ventimila leghe sotto i mari, Dalla terra alla luna
Trovi utile questa opinione? 
270
Segnala questa recensione ad un moderatore

 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Impossibile
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultima notte di Aurora
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli affamati e i sazi
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Pietro e Paolo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Macchine come me
Valutazione Utenti
 
3.9 (2)
Il silenzio delle ragazze
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il grande romanzo dei Vangeli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un dolore così dolce
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dodici rose a Settembre
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
La ragazza che doveva morire. Millennium 6
Valutazione Utenti
 
2.8 (2)
The chain
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)

Altri contenuti interessanti di QLibri