Storia di Karel Storia di Karel

Storia di Karel

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice

Colonia è un lembo di terra ai confini della galassia. I suoi abitanti, pochi, nel deserto, e lontani dal mare, sono costretti a regole ferree. Tutto è regolato da una fantasmagorico potere, invisibile, globale e realissimo. Sui giorni e le ore dei coloni aleggia un clima plumbeo appena interrotto dai rari e improvvisi quanto fugaci arrivi di un circo. Due divieti assoluti vigono sui coloni: il divieto del tabacco e il divieto di utilizzare petrolio. A spezzare questo clima, a infrangere i due divieti ci pensano tre bambini in fuga e una donna curiosa e vagheggiante di nostalgia per suo padre. Basterà poco per risvegliare la curiosità e l’ingegnosità, il desiderio di conquista e di crescita - in realtà mai sopiti del tutto - dei coloni, e il loro desiderio di ribellione.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
1.5
Stile 
 
2.0  (1)
Contenuto 
 
2.0  (1)
Piacevolezza 
 
1.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Storia di Karel 2013-12-16 13:01:39 Melandri
Voto medio 
 
1.5
Stile 
 
2.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
1.0
Melandri Opinione inserita da Melandri    16 Dicembre, 2013
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

IRONIA IN ECCESSO

Cosa c’è al di là di questo mare? Un deserto.

E al di là di questo deserto? Trentamila persone.

Diversi anni fa decisero di rimanere sull’ultimo pianeta della Galassia, in una Colonia isolata. Perché decisero di non ripartire? Non lo sappiamo. Con l’energia razionata, il petrolio bandito e le spore del tabacco sterminate, questo sciame di coloni si costruì qui una vita. Ogni anno un varco di poche ore permette loro di scaricare i file di tutto ciò che nel resto dell’Universo progredisce, dal campionato di calcio agli aggiornamenti di avanzatissimi macchinari medici. Tutto ciò che per gli altri è passato, diventa il presente.

Nel futuro, tutto quello che ha inquinato i pianeti e minacciato la vita, è stato sradicato e proibito. Le auto non circolano, le scarpe sono di legno e i muli ancora tirano i carri. Tre bambini, un po’ per caso, un po’ per dileggio, ma soprattutto per noia, innescheranno una nuova era.

Il libro è suddiviso in brevi capitoli e in tre sezioni principali. Pennacchi scrive bene e scrive semplice ma mi ha perplessa. Il velo di ironia che copre tutta la storia mi ha infastidita. Se all’inizio della lettura può essere un piacevole valore aggiunto, quando si arriva a capire la strada che il romanzo imbocca, l’ironia soffoca. Mi è parsa fuori luogo, mi è parsa una presa in giro, mi è parsa anche un po’ scadente.

Il messaggio può arrivare distorto e poco chiaro, i personaggi sono realistici ma complessivamente dimenticabili e mi ha dato l’impressione di una pesca nel mucchio dei ricordi, un elenco enorme di marche, aziende e prodotti.

Prolissa parabola sui generis.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
190
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Come amare una figlia
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il castello di Barbablù
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Delitti a Fleat House
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un volo per Sara
Valutazione Utenti
 
3.4 (2)
Il caso Alaska Sanders
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Senza dirci addio
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Run, Rose, Run. La stella di Nashville
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il vivo mare dei sogni a occhi aperti
Valutazione Redazione QLibri
 
2.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La casa di marzapane
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una stella senza luce
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Che razza di libro
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le madri non dormono mai
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.5 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri

The life is gone
Avrai i miei occhi
Universum. Cronache dei pianeti ribelli
Il pianeta irritabile
Il cuore che abito
Arma infero. Il mastro di forgia
Magellan. Terminal war
Qualcosa, là fuori
Berlin. I fuochi di Tegel
I racconti della Sovrappopolazione
Juggernaut. Terminal war
ExtraUnione e la fortezza di Nugari
Sunrise Saga. Evoluzioni
Utopia. Multiversum
Splendido visto da qui
Verso l'infinito