Fuoco Fuoco

Fuoco

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice

Non lo direste mai, incontrandoli per strada in un giorno d'estate a Torino. Non indovinereste che sono quattro ex detenuti fuggiti dalla Francia. Dal momento in cui il furgone che li stava portando al carcere di Lione è stato coinvolto in un disastroso tamponamento, sono scappati oltreconfine e si sono rifatti una vita. A unirli, da allora, è quell'enorme segreto. Marsigliese, ex rapinatore di banche, Max Ventura ha messo in piedi un ristorante. Grazie alla buona cucina e all'amore della sua compagna, i clienti non mancano mai. Algerino con profondi occhi azzurri e il viso segnato da un passato dissoluto: lui è Abdel. Ex ladro di professione, ha aperto un'officina di auto d'epoca. Una criniera di ricci disordinati, lo sguardo ombroso, Sanda, origini malgasce, non passa inosservata. È socia di una palestra di arti marziali e di certo il fisico non le manca, dopo aver ballato per anni al Crazy Horse di Parigi. Non si può non notarla per la sua malinconia piena di fascino: lei è Victoria, alsaziana. È stata coinvolta in una truffa dal compagno e ora ha ricominciato con il cuore spezzato e una figlia. Ma un giorno tutto cambia, di nuovo. Uno strano individuo si presenta al ristorante di Max. Si fa chiamare Numero Uno. Irromperà nelle loro esistenze per sconvolgerli, trascinandoli in una storia pericolosissima che riporterà a galla il loro passato. Tra vite spezzate e voglia di ricominciare, entra in scena una irresistibile banda di investigatori di cui non potrete più fare a meno.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Fuoco 2022-01-30 13:42:49 ornella donna
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
ornella donna Opinione inserita da ornella donna    30 Gennaio, 2022
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Nuova squadra investigativa

Enrico Pandiani torna ad affacciarsi nel mondo dell’editoria, con una nuova, avvincente storia, abbandonando forse temporaneamente la serie dedicata a Les Italiens. Lo fa attraverso un libro dal titolo accattivante e sintetico: Fuoco.
E il fuoco è sicuramente il protagonista in seconda che percorre tutto il racconto, che avviluppa cose e persone per farli proprii e distruggere e annientare tutto ciò che incontra nel suo cammino. Fuoco segna le vite, già difficili ed anomale in sé, di quattro personaggi costituenti l’intera vicenda. Sono quattro persone che in un giorno lontano del 2004 viaggiavano su di un furgone della polizia penitenziaria per essere trasferiti da Parigi al carcere di Lione. Ma il mezzo viene coinvolto in un tamponamento e loro riescono a fuggire. Dopo varie peripezie si costruiscono una nuova vita e nuove identità a Torino. Sono quattro e:
“Ognuno di loro sapeva poco degli altri, per una sorta di pudore non avevano quasi mai parlato della vicenda”.
Il primo, Max Ventura, alias Cecas Colucci, marsigliese, possiede un ristorante elegante e conosciuto a Torino. Poi c’è Abdel, alias Rachid Belgliazi, omosessuale, amante delle auto d’epoca, ha , appunto, una officina. Poi c’è Sanda, ovvero Florence Narindra, ex ballerina, gestisce con il compagno Salvo una palestra di arti marziali. In ultimo troviamo Vittoria, cioè Giselle Hartmann, infermiera, e madre dell’adolescente Mathilde. Tutto procede bene, fino a quando un vecchietto, dall’aspetto di un cagnone buono, che si fa chiamare Numero Uno fa loro uno strana proposta. Pena ritornare in prigione. Lui:
“è un ometto dall’aspetto insignificante che aveva scatenato in lui non soltanto la paura e il desiderio di fuga, ma anche una sorta di rimorso per ciò che aveva commesso in passato e che adesso tornava per presentare il conto.”
Vuole che i quattro formino una squadra investigativa che possa far luce su di un incendio, in cui sono:
“morte sedici persone tutte sotto i trent’anni. La notte del 12 novembre in una frazione a nord della città è bruciata una palazzina che ospitava una comunità per rifugiati, la Onlus Ponte. Si sono salvati solo due neri, e una donna, una volontaria. Non è stato scoperto nulla che potesse confermare l’ipotesi del dolo .”
Riusciranno a scoprire ciò che finora non è stato scoperto, per riconquistare la tanto agognata libertà? E chi è Numero Uno? Perché vuole a tutti i costi raggiungere una verità che appare lontana ed illogica?
Enrico Pandiani costruisce, con finezza e precisione, un romanzo dai toni crudi, ma perfetti. Ricco più di azione che di introspezione, il romanzo è spietato e non lascia scampo ad alcun che. Ma se è vero che un romanzo giallo, spesso, è lo specchio riflettente i mali della società attuali, ecco in questo caso i canoni sono più che rispettati. Dal traffico di medicinali scaduti, allo sfruttamento degli emigrati, al denaro facile, i mali insiti il sociale sono trattati con perizia e metodo. Una lettura speciale per quello che si spera sia il primo capitolo di una serie successiva futura, che non può che essere amata anche dal lettore più scanzonato.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
130
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La mia giornata nell'altra terra
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La fortuna
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sono mancato all'affetto dei miei cari
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La treccia alla francese
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Città in fiamme
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Ritratto di donna
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il tessitore
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Il segreto dell'alchimista
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La stanza delle mele
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Il ritorno di Sira
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Stalingrado
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Fame blu
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Undici morti non bastano
Il tessitore
Il gigante e la Madonnina
Terrarossa
Se son rose moriranno
Rancore
Racconti sull'innominabile
Una piccola questione di cuore
Vivi nascosto
Diritto di sangue
Il Francese
Mente oscura
Paesaggio con ombre
Come i tulipani gialli
La ragazza che cancellava i ricordi
Fuoco