Narrativa italiana Gialli, Thriller, Horror Il delitto di via Filodrammatici
 

Il delitto di via Filodrammatici Il delitto di via Filodrammatici

Il delitto di via Filodrammatici

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice

La Milano del dopo Expo, dei grattacieli e del nuovo skyline, la Milano dal ritmo continuamente "in crescendo" sembra fermarsi in riverente pausa davanti alla sacralità del tempio mondiale della Lirica, il Teatro alla Scala, e alla quiete della casa di riposo Giuseppe Verdi, dove anziani musicisti vivono di musica e di ricordi. Ma quel mondo apparentemente rarefatto nasconde storie di invidie, sesso, denaro, potere e tradimenti: l'assassinio "quasi perfetto" del potente sovrintendente è come un terremoto che sconquassa la superficie patinata e porta alla luce quel sommerso di odio e intrighi. Il sovrintendente viene trovato di prima mattina dal suo segretario particolare nel suo studio, riverso sulla scrivania, privo di vita, senza una goccia di sangue. Ma i primi rilievi tolgono subito ogni dubbio: non si tratta di morte accidentale. La scottante indagine viene affidata alla giovane e determinata capitana dei carabinieri Doriana Messina. Single per sofferta scelta in nome dell'Arma, la capitana è amata e stimata dai suoi stretti collaboratori, ma deve invece destreggiarsi tra le invidie di colleghi che la vedono come ostacolo alla loro carriera, e le avance più o meno esplicite di uomini che non vogliono perdersi l'esperienza della donna in divisa, magari con il valore aggiunto di manette e pistola. A Doriana si affianca come consulente del PM la psicologa e amica Giorgia del Rio con cui ha collaborato nel corso di una precedente indagine. Grazie a lei e ai racconti della sua anziana amica musicista che vive a Casa Verdi, si scopre che in quei giorni è avvenuto un ritrovamento di enorme valore per il mondo della musica verdiana...



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il delitto di via Filodrammatici 2020-06-16 08:30:24 ornella donna
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
ornella donna Opinione inserita da ornella donna    16 Giugno, 2020
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

delitto nel tempio della lirica

Emiliano Bezzon, dopo aver pubblicato con successo Il manoscritto perduto di Siddharta e la raccolta di racconti I delitti della città in un giardino, torna sulla scena letteraria con Il delitto di via Filodrammatici; un giallo dalle atmosfere di gran fascino, rarefatte, sull’onda di un tema principale : il mondo della musica classica. Ambientato, infatti, a Milano, città che si rivela essere ben conosciuta nei dettagli dallo stesso autore, in particolare:
“La Milano del dopo Expo, dei grattacieli e del nuovo skyline, la Milano dal ritmo continuamente “in crescendo”.
In tale atmosfera, un fatto tragico la sconvolge: nel tempio mondiale della lirica, il Teatro della Scala, il suo potente sovrintendente viene trovato morto dal suo segretario particolare. Quest’ultimo è un uomo ambiguo, deluso ed oltraggiato nell’intimo:
“Per anni aveva tentato di diventare un musicista professionista senza riuscirvi. (…) La Scala era la sua vita ma si sentiva come un amante fedele tradito, e il suo amore per la musica era ormai sopraffatto dal livore e dall’odio per gli artisti, baciati dal successo e dalla ricchezza.”.
E’ ovvio che i sospetti si concentrino facilmente sulla sua persona. Ma a condurre l’indagine è la capitana Doriana Messina, che non si accontenta di una soluzione che pare essere confezionata ad hoc. Lei è una donna capace, molto stimata anche dai collaboratori, sempre coi :
“capelli castano scuro che scendevano morbidi fino alle spalle, proteggendo il collo dritto, sempre nella posizione di chi è abituato a tenere la testa alta. (…) Doriana Messina era nota per la sua indiscutibile bravura investigativa ma anche per la sua proverbiale permalosità, che diventava intolleranza quando era nervosa o in ritardo.”
Insieme a lei una consulente d’eccezione: la psicologa Giorgia De Rio,
“Elegante ma non eccessivamente ricercata nel vestire, curata ma non appariscente nell’aspetto Giorgia sprizzava curiosità da ogni sguardo.”.


Psicologa e capitana iniziano una investigazione condotta con perizia e metodo, caratterizzata da molti lati oscuri e segreti, colpi di scena che sconvolgono e ribaltano i risultati raggiunti, come, ad esempio, il ritrovamento di una partitura del Re Lear, un
“buon motivo di tensione e forse, addirittura, un movente per uccidere.”
Una lettura avvincente, condotta con mano esperta e sapiente dall’autore che dimostra di conoscere a menadito i meccanismi e le regole dell’investigazione, il cui principio dominante è:
“Il punto di vista è fondamentale. Capire da dove guardare un oggetto o una scena è essenziale a coglierne tutti i dettagli o, almeno, quelli più interessanti.”
Scritto con una prosa fluida e ricercata, il testo risponde bene alle caratteristiche del genere a cui appartiene. Un libro elaborato con puntigliosità e sapienza narrativa, che bilancia bene le descrizioni ambientali con quelle dei personaggi, nel rispetto di una trama coinvolgente e di fascino indubbio. Una lettura che conduce per mano il lettore suscitando emozioni vivide, sotto lo sguardo sornione e severo del buon Giuseppe Verdi, che tutto vede e sa. Con un finale inaspettato di grande raffinatezza che stupisce nel profondo.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
130
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Le ossa parlano
Valutazione Utenti
 
3.8 (2)
Annientare
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
La casa senza ricordi
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
Léon
Valutazione Utenti
 
3.9 (2)
Per niente al mondo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Figlia unica
Valutazione Utenti
 
3.0 (2)
Il codice dell'illusionista
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La gita in barchetta
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il grembo paterno
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un matrimonio non premeditato
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La felicità del lupo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
Billy Summers
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri