La donna scarlatta La donna scarlatta

La donna scarlatta

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice

Emanuele Colasandri è stato uno dei pittori più promettenti di quella generazione straordinaria che ha trasformato l'arte italiana a cavallo tra i due secoli. Critica e pubblico si sono accorti immediatamente della sua maestria, ma a un certo punto tutte le sue opere sono scomparse dal mercato. Come dissolte nel nulla. Circola solo qualche vecchia foto ripresa da cataloghi o dalla stampa dell'epoca. Una cancellazione così totale da aver diffuso persino una leggenda. Fino al giorno in cui una telefonata annuncia a un esperto l'esistenza di un'opera incredibile e misteriosa. Il racconto, già uscito in "Roma fantastica", antologia di Alacran, non appare in libreria dal 2005.


Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
La donna scarlatta 2013-03-12 17:00:48 marccorazz
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
marccorazz Opinione inserita da marccorazz    12 Marzo, 2013
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Però!

Che dire... per un racconto breve... d'effetto!

Perché mai le opere di un promettente pittore pian piano scompaiono nel nulla senza lasciare alcuna traccia e senza un apparente perché? bel dilemma! Lo capirà presto il protagonista del racconto... sulla sua pelle, se così si può dire. Ingaggiato per restaura l'unica opera rimasta di Colasandri, il protagonista del racconto si troverà di fronte qualcosa di ambiguo, che lo spiazza e che... ma non si può dire di più senza svelare il mistero, visto che si tratta di un racconto breve.
Questo tipo di retroscena, o finale se volete, non me lo ero minimamente immaginato. Per cui mi ha piacevolmente sorpreso.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
20
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Ali d'argento
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Io sono il castigo
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Eredità
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il senso della mia vita
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Primavera
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Ohio
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La selva degli impiccati
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La locanda del Gatto nero
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una lettera per Sara
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Come un respiro
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Predatori e prede
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
La pista. La prima indagine di Selma Falck
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri