A neve ferma A neve ferma

A neve ferma

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice


Emma, aiutante pasticcera, perde l'amore della sua vita tre giorni dopo averlo trovato. Elena lo sta cercando da trent'anni. Camelia, invece, si innamora continuamente, di chiunque. Il problema di Camelia, caso mai, è il quaderno di ricette che le ha lasciato in eredità suo nonno, scritto in un codice misterioso. Bianca è impegnata in una battaglia contro un giovane dottore, più volte ladro, il tutto gravita, fra ricette paradisiache, intorno alla pasticceria Delacroix.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 2

Voto medio 
 
4.4
Stile 
 
4.5  (2)
Contenuto 
 
4.0  (2)
Piacevolezza 
 
4.5  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
A neve ferma 2016-04-13 15:00:30 Tatiana77
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Tatiana77 Opinione inserita da Tatiana77    13 Aprile, 2016
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Un quaderno misterioso e un concorso di cucina

È un romanzo corale molto bello, che mi è piaciuto tanto come “Biscotti e sospetti”. È il quarto che leggo di Stefania Bertola e mi ha lasciato molto soddisfatta. Rispetto a “Biscotti e sospetti”, ho ritrovato l’ironia nello stile, l’ottima struttura narrativa che consiste nel seguire le vicende di più personaggi, la maestria nella loro caratterizzazione, oltre al linguaggio fluido e ricercato. Entrambi fanno parte della produzione centrale di questa scrittrice e si nota il miglioramento letterario rispetto ai primi romanzi. La storia ruota intorno alla pasticceria Delacroix di Torino e ai suoi dipendenti e a un concorso internazionale di cucina a cui il negozio parteciperà per risollevare le sue sorti e non essere venduto ad una grande catena. Le vicende professionali e sentimentali dei personaggi s’intrecciano creando una trama avvincente e molto piacevole da gustare, così come i dolci descritti nel libro. Ho provato simpatia per Emma, approdata alla pasticceria per passione dopo aver lasciato l’incarico di insegnante di Storia, ma soprattutto per l’eclettica Bianca, in cui mi sono ritrovata, perché ricca di interessi e avida lettrice di libri di vario genere: di queste giovani donne sui ventisei/ventisette anni si descrive l’aspirazione a trovare il proprio posto nel mondo del lavoro e il desiderio di far delle proprie passioni un mestiere, mentre in campo sentimentale sono ancora alla ricerca dell’uomo giusto. L’autrice mostra molta ironia nell’approccio ai personaggi di Elena, assillata dalla dieta e dai segni dell’età, Mario, che vive la sua vita come nei romanzi rosa di cui è accanito lettore, Pina e Vito, i genitori di Emma, lei maniaca delle pulizie e lui confinato spesso in giardino per non intaccare la casa linda. Lo consiglio vivamente e continuerò a leggere gli altri romanzi di quest’autrice.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
"Biscotti e sospetti" della stessa autrice
Trovi utile questa opinione? 
90
Segnala questa recensione ad un moderatore

A neve ferma 2012-07-15 13:37:14 TIZIANA
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
Opinione inserita da TIZIANA    15 Luglio, 2012

Bella Torino

I personaggi sono molto realistici e divertenti, nelle loro manie e nel modo di indirizzare o meno la propria vita. E' un romanzo corale, con molti personaggi, francamente qualcuno di troppo, utile per lo più per strappare un sorriso o una risata.
Molto bella, sullo sfondo delle vicende, la città di Torino, che per chi l'ha vissuta o visitata, è sicuramente un personaggio importante, non solo uno sfondo.
Insomma voto positivo, ma con riserva: quando ho terminato la lettura sono rimasta perplessa, mi è mancato quel qualcosa in più.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Il bambino nascosto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Caldo in inverno
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Ah l'amore l'amore
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La ragazza nuova
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
L'angelo di Monaco
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Universum. Cronache dei pianeti ribelli
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Anello di piombo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La casa delle voci
Valutazione Utenti
 
3.4 (4)
Nozze. Per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Elefante a sorpresa
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'avvocato degli innocenti
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Quantum
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
1.8 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri