Cielochiaro Cielochiaro

Cielochiaro

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice


Un uomo maturo in crisi esistenziale e in fuga dal mondo ritrova la pace e il sorriso in un piccolo paese, grazie al cuore e alla saggezza dei suoi abitanti.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0  (1)
Contenuto 
 
3.0  (1)
Piacevolezza 
 
3.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Cielochiaro 2013-03-27 13:42:09 Nadiezda
Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
Nadiezda Opinione inserita da Nadiezda    27 Marzo, 2013
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Un paesino sperduto

Tra le Apuane, un tempo c’era (e forse c’è ancora) un paesino pieno di pace e serenità.
Un paesino tranquillo, dove tutto era piccolo e ben tenuto.
Questo paesino era Cielochiaro.
L’autore si “perde” tra le viuzze e le casette per raccontarci la sua storia.
Infatti Battaglia, mentre scriveva questo romanzo, stava attraversando un brutto periodo della sua vita.
Non è contento di quello che possiede e crede di non conoscere a pieno la felicità.
Contrapposti ai momenti di crisi ritroviamo altrettanti momenti di serenità.

Lo stile è meno poetico del solito e la prima parte del libro risulta un po’ più pesante e lenta nella lettura.
Questo Cielochiaro è un luogo dell’oblio, un luogo dove ritrovare la propria strada e la propria serenità.
Attraverso queste pagine, incontreremo sette personaggi, i sette abitanti di Cielochiaro. Persone che vivono di poche cose: con quello che la terra dona loro, con la fede e con l’amore.
In questo posto i sentimenti “cattivi” non esistono, si può quasi dire che si tratta di un Paradiso in Terra.

Che altro dire?

Anche se non mi è piaciuto come altri libri di questo scrittore voglio consigliarlo perché si tratta di un romanzo ricco di valori importanti.

“Non essere triste: sorridi.
Non contare gli anni che passano:
sorridi.
Non avere rimpianti: sorridi.”

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
180
Segnala questa recensione ad un moderatore

 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La vita bugiarda degli adulti
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
La foresta d'acqua
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La misura del tempo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La vita gioca con me
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Il colibrì
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
2.3 (1)
La seconda porta
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Lungo petalo di mare
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il ciarlatano
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I cani di strada non ballano
Valutazione Redazione QLibri
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La spia corre sul campo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Questione di Costanza
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Tutti i miei errori
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri