Narrativa italiana Romanzi La mia maledizione
 

La mia maledizione La mia maledizione

La mia maledizione

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice

L'adolescenza è il tempo in cui si misurano gli spazi: del mondo fuori e dentro di sé. Ecco il motivo per cui Emilio si aggira per Nuoro sentendosi una «creatura di un mondo diverso gettata per palese ingiustizia in un ricettacolo di barbarie». Forse perché arriva da Oristano, forse perché è ricco, forse perché è figlio dell'ingegner Corona, che ha costruito mezza Sardegna. Pasquale Cosseddu, invece, è «la Fogna»: indossa maglioni dozzinali, in testa ha un groviglio di capelli sporchi, e puzza terribilmente. Solo quando si arrampica sugli alberi o si rotola nelle foglie la sua vera indole - di capra, o di angelo - si rivela. Non c'è ragione al mondo per cui debbano diventare amici. Ma quando si ritrova Cosseddu come compagno di banco, Emilio intuisce, e volontariamente sceglie, la sua maledizione. Alessandro De Roma affronta di petto una storia colma di cattiveria e di dolcezza: le prove generali della vita adulta. La Sardegna urbana degli anni Novanta, lontana dal folklore, fa da sfondo a un romanzo potente, sottile nello scavo psicologico, che parla alla parte più profonda di tutti noi: quella che - per convenienza, vergogna, o semplice paura - preferiamo tenere nascosta.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
5.0  (1)
Contenuto 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
La mia maledizione 2018-03-28 12:53:32 Laura V.
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
Laura V. Opinione inserita da Laura V.    28 Marzo, 2018
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il fascino letterario di Nuoro

Se qualcuno ora mi chiedesse di quale luogo io abbia letto di più negli anni passati, non avrei alcuna esitazione nel rispondere: Nuoro!
Non che abbia preso in mano chissà quali e quanti volumi sull’argomento, ma è la città che ho trovato (in parte cercandola) maggiormente protagonista nelle mie letture di alcuni anni fa; già, perché essa stessa, in un modo o nell’altro, finisce per essere l’ineludibile protagonista delle storie a cui fa da sfondo. Dalla Nuoro del passato, nel contempo rurale e monumentale, immortalata da Salvatore Satta e Mario Ciusa Romagna a quella odierna di Alessandro De Roma il salto temporale è notevole, ma, a mio parere, il fascino a tratti struggente della piccola città sarda tanto letterariamente celebrata rimane del tutto immutato.
È stata una bella sorpresa questo romanzo, così il suo autore che non conoscevo, e ringrazio l’amica a cui già devo non poche importanti scoperte… lei sa!
Cinque stelle è il voto che attribuisco al libro, ma mi riservo di aggiungere un meno per il finale che lascia davvero un senso di amarezza e, non so se mi esprimo bene, d’incompiuto. La scrittura, fin dall’inizio, è perfetta: profonda, profondissima, dura, non meno ironica e rabbiosa. Rabbiosa come spesso può esserlo soltanto l’età dell’adolescenza, della quale, ci piaccia o no, forse ci trasciniamo sempre qualcosa pur nell’avanzare impietoso degli anni: speranze, illusioni, delusioni… Anche una certa dose di egoismo e cattiveria.
Ho trovato molto in questa storia, non da ultimo le salite all’Ortobene fino alla imponente statua del Redentore, di cui non posso non conservare memoria con un po’ di malinconia, così come gli splendidi scatti della natura di un’isola ammaliante che a chi ci abita, nonostante tutto, è capace di regalare ancora indescrivibili emozioni.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
... altre storie ambientate in Sardegna, ma non necessariamente.
Trovi utile questa opinione? 
160
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Tre
Tre
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'arresto
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
I sette killer dello Shinkansen
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Vecchie conoscenze
Valutazione Utenti
 
4.6 (2)
La stagione dei ragni
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Il pozzo della discordia
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le vite nascoste dei colori
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Figlia della cenere
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Un bello scherzo
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'ossessione
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La spiaggia degli affogati
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il suo freddo pianto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri