La sfida La sfida

La sfida

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice


Uno scrittore scorbutico in crisi creativa e un paralitico politicamente scorretto, Davide Yalta: la strana coppia si incontra casualmente in un bar in un giorno di temporale. E comincia una frequentazione a dir poco singolare, punteggiata di situazioni imbarazzanti create dal perverso senso dell’umorismo di Davide. L’uomo in carrozzella non fa sconti a nessuno nella sua sete di rivalsa verso le persone «normali», ma ha una grande debolezza: la passione per la bella vicina Elena, che è deciso a sedurre. E le cose si complicano in un’avventura che intreccia desiderio, amicizia e destino.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
2.3
Stile 
 
3.0  (1)
Contenuto 
 
2.0  (1)
Piacevolezza 
 
2.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
La sfida 2015-06-23 02:21:40 Bruno Elpis
Voto medio 
 
2.3
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
2.0
Bruno Elpis Opinione inserita da Bruno Elpis    23 Giugno, 2015
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Chi non ha gambe abbia testa

Marco Vichi interpone “La sfida” tra due protagonisti di un racconto lungo dall’esito incerto. I due che si sfidano sono Davide Yalta, un paralitico di origine ebree, che vive in un lussuoso appartamento perfin dotato di palestra, e Trotti, sceneggiatore-scrittore in crisi creativa. Oggetto de “La sfida” è la conquista della bella Elena.

I due si conoscono casualmente in un bar, ove Davide cattura l’attenzione per la sua incostanza. Pronuncia frasi che vorrebbero essere provocatorie e suscita una reazione ibrida d’interesse e antipatia (“Faceva di tutto per essere antipatico e se ne compiaceva”). Nonostante il difficile impatto iniziale, i due uomini finiscono per frequentarsi e Davide racconta all’altro l’origine della sua menomazione (“Eravamo in due a voler nascere, ma si vede che nella pancia di mia mamma non c’era posto a sufficienza. Le mie gambe dovevano lottare con la testa del mio gemello…”), la sua storia (“Mi parlò di suo padre, di suo padre, di suo padre. Nei suoi racconti mancava la mamma”) e svela di essere innamorato di una bella vicina, Elena, che desidera invitare a casa (“Ho colto tre cose. Fastidio, meraviglia, imbarazzo”). Quando Trotti s’imbatte nella vicina, dalla quale si sente attratto, non riesce a resistere alla tentazione anche un po’ insana (“Quel giorno imparai sulla mia pelle cos’era la vigliaccheria”) d’infliggere una sconfitta a Davide.
Chi risulterà vincitore della sfida?

La storia si mantiene sempre sul filo tra il cinismo nel rappresentare l’handicap (“Chi non ha gambe abbia testa”) e il desiderio di normalizzazione. I toni paradossali e iperbolici, a mio parere, non invogliano ad affrontare il tema in modo adeguato, perché in chi legge prevale lo stesso sentimento di rifiuto e d’imbarazzo che Davide suscita con le sue provocazioni.

Bruno Elpis

Indicazioni utili

Lettura consigliata
  • no
Trovi utile questa opinione? 
210
Segnala questa recensione ad un moderatore

 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Il signor Cardinaud
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Desiderio
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultima canzone del Naviglio
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Uomini di poca fede
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Violette di marzo
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Quanto blu
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le peggiori paure
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Le confessioni di Frannie Langton
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una donna normale
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il sale della terra
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La signora del martedì
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Nero come la notte
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri