Narrativa italiana Romanzi Nuova grammatica finlandese
 

Nuova grammatica finlandese Nuova grammatica finlandese

Nuova grammatica finlandese

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice

Trieste, settembre 1943. Un uomo viene ritrovato sul molo privo di sensi e portato a bordo di una nave militare tedesca. Quando riprende conoscenza scopre di aver perso la memoria, non ha con sé documenti né altro che lo possa identificare, solo un nome sulla casacca blu da marinaio: Sampo Karjalainen. Il medico di bordo che lo ha salvato, di origine finlandese, è convinto si tratti di un compatriota e per lunghi giorni si prende cura di lui. Quindi lo indirizza a Helsinki, alla ricerca del proprio passato. Qui, aiutato da un enigmatico pastore luterano e da una tenera infermiera, affronterà il lato oscuro della sua identità, in un paese ancora ignoto eppure così affascinante.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Nuova grammatica finlandese 2014-11-20 19:20:35 Nicolò Bonato
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Nicolò Bonato Opinione inserita da Nicolò Bonato    20 Novembre, 2014
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

La grammatica del ricordo

Massimiliano Brodar è un marinaio di stanza a Trieste.
Ma questo lui non lo sa. Il pover'uomo in una notte del 1943 è stato aggredito e un forte colpo alla nuca gli ha completamente cancellato la memoria.
Brodar riprenderà coscienza solo dopo alcuni giorni, ritrovandosi a bordo di una nave ospedaliera tedesca, nelle mani di un medico finlandese che lo ha riconosciuto come un compatriota.
Brodar non può negare, in quanto non sa più nulla di sé, neppure la sua lingua o il suo nome.
Comincia così il romanzo di Diego Marani, catapultandoci presto in un mondo di lezioni di cultura e grammatica finlandese impartite dal medico allo sventurato marinaio.

Il dottore è in fuga dalla patria, per la quale prova un rapporto di amore ed odio, e cercherà di riavvicinarvisi tramite Brodar, tentando insieme a lui di ricostruire un'identità mai esistita.
Dopo i mesi di recupero necessarie, Brodar si dirige verso quella che è convinto essere la sua terra natale, in cerca di un passato.
Tutta la vicenda è narrata nel diario personale di Brodar, rinvenuto e corretto nella forma dal dottore stesso, che vi si è imbattuto molti anni dopo, comprendendo finalmente l'enormità del suo errore, che ha condotto un uomo completamente inconsapevole in una crisi d'identità molto sentita e narrata in modo molto efficace.
Lo stile di Marani fa rivivere davvero le due città, Trieste ed Helsinki, ricreando un'ambientazione palpabile soprattutto per chi, come me, ha avuto la fortuna di visitarle entrambe.

Curiosamente, il romanzo parte da un'idea molto fantasiosa e surreale per sviluppare una trama profonda e molto verosimile, proprio come nella letteratura picaresca e umoristica nordica (penso ad autori come Paasilinna).
Il libro di Marani però non è affatto ironico, è invece la tragedia personale di un uomo che è stato violentemente privato del suo passato, di tutto ciò che poteva definirlo.
In definitiva, un ottimo romanzo sulla ricerca dell'identità e l'importanza delle radici e tradizioni.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Arto Paasilinna
Trovi utile questa opinione? 
130
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Tre
Tre
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'arresto
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
I sette killer dello Shinkansen
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Vecchie conoscenze
Valutazione Utenti
 
4.6 (2)
La stagione dei ragni
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Il pozzo della discordia
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le vite nascoste dei colori
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Figlia della cenere
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Un bello scherzo
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'ossessione
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La spiaggia degli affogati
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il suo freddo pianto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri