Narrativa italiana Romanzi With or without you
 

With or without you With or without you

With or without you

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice


Francesco D'Aprile sogna di fare l'attore. Trascorre le sue giornate in una stanza che riflette il disordine di una vita immaginaria e frequenta un laboratorio in un misterioso palazzo ottocentesco, in attesa che qualcosa accada. Il suo sogno sembra avverarsi quando viene invitato a Roma per un'importante audizione teatrale. È la storia di un viaggio tra Bari, Firenze e Roma raccontata in un presente emblematico, gli ultimi giorni del 1999, allo scoccare del nuovo millennio. È un viaggio verticale nel tempo e orizzontale nell'anima del protagonista.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0  (1)
Contenuto 
 
3.0  (1)
Piacevolezza 
 
3.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
With or without you 2011-08-12 18:34:30 Sydbar
Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
Sydbar Opinione inserita da Sydbar    12 Agosto, 2011
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

With or without

Opera che si sviluppa su due linee parallele, una parte che potrebbe essere identificabile come un romanzo epistolare tra il protagonista ed una sua amica conosciutisi in chat e che sviluppano attraverso e-mail, paure, ilarità, curiosità di un eventuale ma molto improbabile appuntramento al buio.
Una "seconda" parte riguarda l'avventura, di cui non riferirò il finale, del viaggio da Firenze ad un teatro di Roma, da parte del protagonista, per un'audizione al "forse" cospetto del mostro sacro Giorgio Albertazzi.
Un libro scritto in modo fluido con dei cambi di ritmo che non annoiano e con qualcosa che sicuramente molti di noi lettori troveranno in comune con il vissuto del racconto.
Perrò c'è come qualcosa di già letto e quindi già scritto.
Promosso ma con sufficienza.
Buona lettura.
Syd

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
90
Segnala questa recensione ad un moderatore

 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Lo stato dell'unione. Scene da un matrimonio
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una vecchia storia. Nuova versione
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La palude dei fuochi erranti
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il treno dei bambini
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La bambina del lago
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il pittore di anime
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Rosamund
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
I testamenti
Valutazione Utenti
 
3.6 (2)
L'istituto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Impossibile
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultima notte di Aurora
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli affamati e i sazi
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti di QLibri