Foundryside Foundryside

Foundryside

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice

Sancia Grado è una ladra, e una ladra tremendamente brava. Il suo ultimo obiettivo, un magazzino sorvegliatissimo sul molo di Tevanne, non sembra per niente fuori della sua portata. Ciò che Sancia non sa è che quello che le hanno chiesto di rubare è un manufatto dal potere inimmaginabile, che potrebbe rivoluzionare la tecnologia magica delle istoriazioni. Le compagnie mercantili che controllano questo potere – l'arte di usare speciali segni per far diventare gli oggetti quotidiani senzienti – l'hanno già usato per trasformare Tevanne in una spietata macchina capitalista. E se dovessero riuscire a decifrare i segreti del manufatto, riscriverebbero il mondo stesso per adattarlo ai loro scopi. Nemici potenti vogliono Sancia morta e il manufatto per sé. E nella città di Tevanne non c'è nessuno che possa fermarli. Per avere una possibilità di sopravvivere e di fermare il letale processo che si è messo in moto, la ragazza dovrà schierare alleati improbabili, imparare a sfruttare il potere del manufatto e, soprattutto, dovrà trasformarsi in qualcosa che non avrebbe mai immaginato.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0  (1)
Contenuto 
 
5.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Foundryside 2022-09-23 08:40:43 La Lettrice Raffinata
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
La Lettrice Raffinata Opinione inserita da La Lettrice Raffinata    23 Settembre, 2022
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Se V avesse preferito i furti all'anarchia

Appena terminato "City of Miracles" mi ero ripromessa di recuperare al prima possibile The Founders Trilogy, la più recente serie di Bennett; non è andata proprio così, visto che ho lasciato passare un anno intero prima di leggere "Foundryside", praticamente a ridosso dell'uscita in Italia per Mondadori. Da un lato mi mangerei le mani per il tempo perso, ma dall'altro mi consola pensare che per lo meno adesso la trilogia è completa, quindi potrò recuperare anche i seguiti senza aspettare la pubblicazione. Ma andiamo ad esplorare il nuovo mondo fantastico immaginato dal caro Robert, strappando subito un doloroso cerotto: i nomi di una buona parte dei personaggi ed alcuni dei termini inventati dall'autore sono in quello che potremmo definire fanta-italiano, e questo farà sicuramente cringare i lettori nostrani. A me è successo, però vi consiglio di chiudere un occhio a riguardo, perché la storia dietro guardie chiamate Nicolo e idiomi noti come lingai divina merita il vostro tempo.
La narrazione si concentra in una manciata di giorni ed ha come ambientazione la città di Tevanne, capitale di un impero commerciale gestito da quattro società familiari; queste devono il loro potere ad una forma di magia detta scrittura (scriving, in originale) che consiste nell'incidere dei simboli corrispondenti ad indicazioni sugli oggetti: in questo modo abbiamo travi in legno convinte di essere solide come colonne di pietra, cancelli ai quali si accede solo indossando determinati simboli di riconoscimento, o carrozze che si muovono in completa autonomia perché ingannate sulla reale pendenza del terreno. Questo concept permette di spaziare molto con la fantasia, ma l'autore è stato abbastanza accorto da porre delle restrizioni al suo sistema magico, come il limite di caratteri incidibili su un singolo oggetto o la necessità di avere vicino un lexicon, una sorta di data base che racchiude un gran numero di comandi complessi.
Attorno alle cittadelle dei ricchi mercanti e dei loro associati si trova la zona dei Commons, e qui si muova Sancia "San" Grado, una dei protagonisti, che incontriamo mentre è impegnata nel difficile furto di un particolare cofanetto. Capace di percepire la natura degli oggetti con un solo tocco, la ragazza ha bisogno dei soldi promessi dal committente per un'operazione che dovrebbe liberarla da questa dote ed avere finalmente una vita normale; questo non le impedisce di sbirciare il contenuto del cofanetto, dando così il via ad una serie di scoperte incredibili, bizzarre alleanze e delle ottime scene d'azione.
Avendo già letto alcuni romanzi di Bennett, ho potuto notare delle scelte narrative ricorrenti, in primis il fatto che pur facendo parte di una trilogia questo volume racconti un'avventura perfettamente fruibile come autoconclusiva, rendendosi appetibile a chi preferisce non doversi impegnare a priori con un'intera serie. Ho apprezzato molto anche la scelta di affrontare il tema della libertà dal punto di vista di più personaggi che, pur vivendo esistenze molto distanti, cercano di emanciparsi da un ruolo impostogli dagli altri. Abbiamo inoltre un world building molto complesso e ben sfruttato nello sviluppo della storia, un intreccio narrativo ricco di svolte sorprendenti ed un gruppo di protagonisti estremamente brillanti nonché capaci di dar vita a dialoghi davvero divertenti.
Proprio per questo mi è impossibile scegliere un preferito: a mio avviso Sancia, Gregor, Orso e Berenice riescono tutti a contribuire alla storia portando delle competenze ed un punto di vista personale, e questo rende molto piacevoli le scene in cui li vediamo interagire per orchestrare i diversi piani, ma anche lasciarci stupire quando agiscono alle spalle di noi lettori. Menzione speciale per Clef, del quale non voglio dire nulla per evitarvi spoiler, che con poche battute è riuscito da subito a conquistarsi la mia simpatia: sono sinceramente curiosa di scoprire cosa abbia in serbo per lui il caro Robert nei prossimi libri.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
40
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Foundryside
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La mala erba
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Flashback
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita prima dell'uomo
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La voce dell'acqua
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
M. Gli ultimi giorni dell'Europa
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Cena di classe
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Bersaglio. Alex Cross
Valutazione Utenti
 
3.1 (2)
Sarti Antonio e l'amico americano
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il sale dell'oblio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il lampadario
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Carne e sangue
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Foundryside
Il cielo di pietra
Il segreto della Regina Rossa
Il cielo oltre la tempesta
L'impero di sabbia. I libri di Ambha
La casa per Ognidove
Miti del Nord
Un assassino alle porte
Il portale degli obelischi
Questo oscuro duetto
Lanny
Tra le braccia di Morfeo
Questo canto selvaggio
La torre del corvo
La quinta stagione
Una fiamma nella notte