Half wild Half wild

Half wild

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Il mondo sta cambiando. I capi degli Incanti Bianchi mirano a sterminare i Neri. Per contrastarli nasce un'Alleanza in cui Neri, Bianchi e Mezzo Sangue combattono fianco a fianco. Nathan viene invitato a farne parte, ma prima deve ritrovare Annalise che è prigioniera, perché liberarla gli sta più a cuore di tutto il resto. Annalise, il grande amore di Nathan, appartiene a una famiglia di Bianchi che lo odia. Nathan è convinto di potersi fidare di lei, ma ha ragione di farlo, oppure dovrebbe ascoltare i dubbi dell'amico Gabriel? Conteso tra Annalise e Gabriel, Nathan lo è anche tra la sua natura bianca e quella nera, tra il desiderio di vedere Marcus, suo padre, e il timore. L'Alleanza sarà il pretesto per ritrovare il suo temibile genitore. Scoprire quell'uomo che nella sua vita è sempre stato assente sarà la grande sfida personale di Nathan.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
3.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Half wild 2022-11-28 08:49:22 La Lettrice Raffinata
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
5.0
La Lettrice Raffinata Opinione inserita da La Lettrice Raffinata    28 Novembre, 2022
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Più romance, meno fantasy. Ed è un bene!

Mentre leggevo "Half Bad", scoprii che Netflix stava lavorando ad una serie TV basata sull'opera di Sally Green, e per questo mi sentivo molto invogliata a recuperare i romanzi prima dell'uscita, ma senza troppa fretta visto che non sembrava esserci una data certa. Verso la fine di ottobre, e decisamente in sordina, è uscito però "The Bastard Son & The Devil Himself"; e cosa sarebbe? si tratta del titolo tanto lungo quanto inspiegabile del suddetto adattamento. Fatta la necessaria associazione e resami conto di non essere neppure a metà trilogia, eccomi qui a parlare di "Half Wild", così da avvicinarmi al momento in cui potrò guardare la serie TV.
La narrazione riprende poco dopo l'epilogo del primo romanzo: il Mezzo Codice Nathan Byrn vaga per i boschi della Svizzera nella speranza di ritrovare l'amico Gabriel "Gabby"; il ragazzo in realtà mira a salvare l'amata Annalise O'Brien, ma viene ben presto coinvolto nell'Alleanza formata da Incanti e Mezzo Sangue per fermare lo strapotere dei Cacciatori. Assieme a due nuovi personaggi, Nesbitt e Victoria van Dal, il protagonista viaggia molto in tutta Europa -visitando tra le altre Spagna e Norvegia- ma nonostante i molti spostamenti la trama procede in modo decisamente lento, accelerando un po' soltanto verso il finale.
Come nel primo capitolo, abbiamo quindi una prosa caratterizzata da un scarso ritmo ma un ottimo sviluppo sia delle relazioni interpersonali che della crescita individuale del protagonista. L'autrice si focalizza in particolare sul rapporto di Nathan con il padre e sul percorso che lo porta a prendere consapevolezza del suo Dono, però molto spazio viene dato anche al lato romance: ammetto che non mi aspettavo fosse una tematica centrale ma credo sia stata trattata bene, risultando emozionante e connessa al pregiudizio, ossia il contrasto alla base dell'intera serie.
Ho apprezzato molto anche la scelta di mostrare diversi nuovi Doni e come questi vengano sfruttati con creatività, nonché l'approfondimento sui personaggi secondari, sia quelli già presenti in "Half Bad" che quelli introdotti qui, con la sola eccezione di Annalise: nonostante sia una dei protagonisti l'ho trovata decisamente sottotono, quasi priva di una vera personalità, e capace di agire soltanto in funzione della trama.
Oltre alle debolezze già presenti nel primo volume, come il misero intreccio e gli antagonisti solo abbozzati, il difetto principale di questo libro è forse l'estrema facilità con cui Nathan riesce ad avere la meglio in qualsiasi scontro: con il procedere della lettura risulta impossibile preoccuparsi per la sua salvezza, visto quanto sembra essere potente. Non mi ha fatta impazzire neppure la scelta di lasciare off-page o limitare di molto le morti di diversi personaggi, anche importanti.
Nel complesso, continuo ad apprezzare questa trilogia e spero di completarla a breve, sia per non dimenticare qualche dettaglio fondamentale della trama che per poter finalmente recuperare anche la serie TV.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
50
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'orizzonte della notte
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Five survive
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Compleanno di sangue
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La prigione
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Day
Day
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Morte nel chiostro
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Pesci piccoli
Valutazione Utenti
 
4.1 (4)
Cause innaturali
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Tutti i particolari in cronaca
Valutazione Utenti
 
3.9 (3)
Dare la vita
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'età fragile
Valutazione Utenti
 
3.2 (3)
Il rumore delle cose nuove
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Tredici lame
La moglie del califfo
Redemptor
Il regno delle ceneri. I libri di Ambha
Arianna
La dea in fiamme
Shorefall
Se Mefistofele sbaglia Faust
Half Lost
The witch's heart. La leggenda di Angrboda
La repubblica del drago
L'ultima missione di Gwendy
La piuma magica di Gwendy
Raybearer
La guerra dei papaveri
Half wild