Narrativa straniera Fantasy Il sapore della vendetta
 

Il sapore della vendetta Il sapore della vendetta

Il sapore della vendetta

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Primavera in Styria. E vuol dire guerra. C'erano stati diciannove anni di sangue. Lo spietato Granduca Orso è in lotta con l'Alleanza degli Otto. La guerra potrebbe essere un inferno, ma per Monza Murcatto, la Serpe di Talins, la mercenaria più celebre e temuta alle dipendenze del Duca Orso, è un modo dannatamente buono per fare soldi. Le sue vittorie, però, l'hanno resa troppo famosa, per i gusti del suo committente. Tradita, buttata giù da una battaglia e lasciata a morire, la ricompensa di Murcatto è un mucchio di ossa rotte e una fame ardente di vendetta. A qualunque costo, sette uomini dovranno morire. E tutto questo prima che l'uomo più pericoloso del mondo venga mandato a cercarla e a finire il lavoro che il Duca Orso ha iniziato...



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
5.0  (1)
Contenuto 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il sapore della vendetta 2014-07-29 12:35:07 Amarilli73
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
Amarilli73 Opinione inserita da Amarilli73    29 Luglio, 2014
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

La vendetta della Serpe

Questo quarto libro di Abercrombie si colloca temporalmente (e logicamente) dopo la sua celebrata e stupefacente trilogia. Pertanto, anche se i personaggi principali sono diversi e anche se la storia si colloca in Styria, una provincia marginale rispetto ai territori conosciuti in precedenza, il mio consiglio è quello di affrontarne la lettura solo dopo essersi immersi nel mondo degli Uomini del Nord, del vecchio Impero, della minaccia e della stregoneria dei Mangiatori e del fragile equilibrio tenuto in piedi dallo zoppo (assente in questo libro, ma sempre nominato e temuto qua e là).

La vendetta è un piatto che va servito freddo, molto freddo e, possibilmente, nel modo più doloroso. Questo è Best served cold.
I fratelli Murcatto sono all’apice della loro carriera di mercenari, quando il loro principale cliente comincia a temere che la loro ombra possa allungarsi troppo sul suo nome e sul suo potere. Ecco perché i due vanno eliminati. Muore il fratello (bellissimo, enigmatico), a stento si salva la sorella (altrettanto bellissima, la vera guerriera della coppia) e inizia il conto alla rovescia per l’esistenza dei sette sciagurati che hanno aderito alla cospirazione.
Mentre Monza, con il suo corpo ricucito, attraversa la Styria aggiustando tassello dopo tassello il suo progetto di sangue, imperi sorgono, città cadono, soldati di ventura cambiano continuamente bandiera e il suo destino s’incrocia con i memorabili personaggi della trilogia, a partire da quel Brivido che è una sorta di versione più giovane di Logen Novedita, un guerriero disilluso che si sforza di fare il buono e non ha successo.

Ritorna il solito (grande) Abercrombie: albe che hanno il colore del sangue marcio, vestiti appiccicosi per il sangue versato, oscurità e tradimenti.
Rispetto alla trilogia, io ho trovato troppo sangue nell’ultima parte. Non perché le scene fossero eccessivamente violente o il mio stomaco fosse debole, ma perché credo che un eccesso (compiaciuto) di morte ad un certo punto possa causare assuefazione. E qui, alla fine, ci sono troppi morti, tanto che quasi non fanno rumore e divengono inutili alla bellezza della trama.
In ogni caso, un grande fantasy che oscura tanta paccottiglia in circolazione e che merita di essere letto.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
La Trilogia della Prima Legge
Trovi utile questa opinione? 
120
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Il morso della vipera
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Echi in tempesta. L'Attraversaspecchi
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Il borghese Pellegrino
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il dolce domani
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La congregazione
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La strada di casa
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.5 (2)
Questa tempesta
Valutazione Redazione QLibri
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Giura
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'enigma della camera 622
Valutazione Utenti
 
3.8 (2)
La nostra folle, furiosa città
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le imperfette
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Kaddish.com
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri