Narrativa straniera Fantasy Il tempo della guerra
 

Il tempo della guerra Il tempo della guerra

Il tempo della guerra

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Tre ombre cavalcano nella notte. Sono tre sicari, lanciati all’inseguimento della loro prossima vittima. Tuttavia non sanno di essere a loro volta seguiti da una creatura più forte e più resistente di qualsiasi essere umano: Geralt di Rivia, l’assassino di mostri. In circostanze normali, lo strigo non si sporcherebbe le mani per eliminare dei comuni criminali, ma stavolta è diverso. Perché quei tre sono stati assoldati per uccidere la principessa Ciri e, se ci riusciranno, il mondo intero sarà perduto: Ciri è la Fiamma di Cintra, la maga di cui parlano le profezie, l’unica forza in grado di contrastare i piani dello spietato imperatore di Nilfgaard e di riportare la pace tra i popoli della terra. Per questo è essenziale che Ciri arrivi sana e salva sull’isola di Thanedd, dove si stanno radunando tutti gli altri maghi. E Geralt è disposto a ogni sacrificio pur di proteggere il suo cammino. Però nessuno può immaginare che la principessa non sarà al sicuro nemmeno sull’isola. Sebbene sia difesa da incantesimi potentissimi, le spie di Nilfgaard sono infatti sbarcate persino in quel luogo isolato. E adesso sono in attesa, pronte a colpire.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
2.5
Stile 
 
3.0  (1)
Contenuto 
 
3.0  (1)
Piacevolezza 
 
2.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il tempo della guerra 2021-05-31 09:12:14 La Lettrice Raffinata
Voto medio 
 
2.5
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
2.0
La Lettrice Raffinata Opinione inserita da La Lettrice Raffinata    31 Mag, 2021
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Con una piroetta si risolve (quasi) tutto

E proprio quando stavo per perdere del tutto la speranza in questa serie, ecco palesarsi una trama. Sì, sono un pochino melodrammatica, ed è anche vero che nei primi tre libri sono successe un mucchio di cose, mancava però un intreccio più ampio, che desse un senso alle storie dei singoli personaggi e mettesse finalmente a frutto pagine e pagine di creazione dei rapporti e world building.
Ne "Il tempo della guerra" l'attenzione è concentrata principalmente all'incontro tra i maghi organizzato sull'isola di Thanedd, durante il quale verranno palesate le alleanze nello scontro temporaneamente interrotto tra Nilfgaard ed i regni a nord del fiume Jaruga, sui quali l'impero non nasconde di voler mettere le mani a dispetto della tregua stipulata. Geralt, Ciri e Yennefer vengono ovviamente coinvolti loro malgrado, e corteggiati o minacciati da entrambi gli schieramenti; la ragazzina in particolare è vista come un ambito premio per dei motivi che in questo libro si cominciano finalmente a svelare.
Con la nuova importanza acquisita dalla trama, la struttura "ad episodi" viene in parte accantonata, anche se si ha ancora la sensazione di leggere delle vicende molto distanti tra loro, almeno a livello temporale, ed identificate da ognuno dei lunghissimi capitoli. Sono inoltre ancora presenti un gran numero di personaggi filler, che Sapkowski introduce ed elimina ad un ritmo quasi frenetico; questo diventa un problema per l'ingenuo lettore nel momento in cui alcune di quelle che riteneva soltanto delle comparse si rivelano essere invece personaggi ricorrenti, e scopre di dover quindi memorizzare i loro impronunciabili nomi per i libri seguenti.
Fortunatamente non abbiamo un cast composto solo da false comparse, e se è ormai chiaro che Geralt con il suo carisma da muro di cartongesso non rientrerà mai tra i miei personaggi preferiti, in questo volume ho apprezzato molto sia Yennefer sia (incredibilmente!) Ciri, che per la prima volta gioca un ruolo molto attivo negli eventi narrati. Ho adorato in particolare le parti in cui i tre protagonisti interagiscono direttamente fra loro o parlano l'uno dell'altro con personaggi terzi, perché si percepisce sempre più come siano una vera famiglia, a dispetto delle separazioni a cui spesso sono costretti.
Tutto considerato posso dire di avere delle aspettative abbastanza alte per come potrebbe continuare la serie, con la speranza che l'autore conceda magari più spazio all'analisi degli antagonisti, per ora privi di motivazioni che vadano oltre alla banale sete di conquista. Nel caso fosse necessario tagliare qualche altro personaggio per farlo, posso assicurarvi che la sottoscritta non sentirebbe affatto la mancanza di un cento bardo, convinto di essere esilarante quando è soltanto un fastidioso comic relief.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Tre
Tre
Valutazione Utenti
 
3.4 (2)
L'arresto
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
I sette killer dello Shinkansen
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Vecchie conoscenze
Valutazione Utenti
 
4.6 (2)
La stagione dei ragni
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Il pozzo della discordia
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le vite nascoste dei colori
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Figlia della cenere
Valutazione Utenti
 
3.8 (3)
Un bello scherzo
Valutazione Utenti
 
4.0 (2)
L'ossessione
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La spiaggia degli affogati
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il suo freddo pianto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri