Narrativa straniera Fantasy La torre della rondine
 

La torre della rondine La torre della rondine

La torre della rondine

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Nella notte dell'Equinozio d autunno, una tempesta infernale si abbatte su Ellander. All'improvviso, alcune nuvole nere assumono la forma di guerrieri a cavallo e sorvolano con gran strepito il tempio della dea Melitele. La maga Triss Merigold non ha dubbi: è la Caccia Selvaggia narrata dalle leggende, portatrice di morte e di sventura. Qualcuno a lei molto caro è caduto vittima di un sortilegio o di un'imboscata. Non c'è un attimo da perdere: deve avvisare Geralt di Rivia... Tre giorni dopo, durante una battuta di caccia nelle paludi, Vysogota di Corvo trova una fanciulla priva di sensi e gravemente ferita. Senza esitare, il vecchio eremita la porta in casa e le presta le prime cure. Tra i deliri indotti dalla febbre, la ragazza rivela di essere sfuggita per miracolo a un manipolo di soldati di Nilfgaard, gli stessi uomini che ancora le stanno dando la caccia per ucciderla. E allora l'eremita capisce: lei è la principessa Ciri, l'ultima erede al trono di Cintra, colei che, secondo la profezia, causerà il crollo dell'impero e riporterà la pace tra i popoli della terra. La giovane ha bisogno di protezione. E c'è solo una persona che possa aiutarla a compiere il suo destino: Geralt di Rivia.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
3.0  (1)
Contenuto 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
 
La torre della rondine 2021-08-16 09:31:39 La Lettrice Raffinata
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
La Lettrice Raffinata Opinione inserita da La Lettrice Raffinata    16 Agosto, 2021
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Rosa rossa is the new farfallina di Belen

A dispetto della cover evidentemente rubata ad un Harmony ad ambientazione storica incentrato sulla travolgente passione tra una popolana sprovveduta ma gnocca ed un nobile autoritario e belloccio che la imprigionerà nelle segrete del suo maniero ma del quale lei finirà ovviamente per innamorarsi una volta scoperto il suo tragico passato e gli abusi subiti dal padre… Forse mi sono lasciata prendere un po' la mano, ma ciò non toglie che questa copertina è l'ultima cosa che assocerei al mondo di The Witcher.
Cover di dubbio gusto a parte, sia arrivati al sesto capitolo della serie, se consideriamo anche le raccolte di racconti, e io ho ancora grosse difficoltà a capire quale sia la trama generale della saga. Anche in questo volume succedono un mucchio di avvenimenti, ma inquadrarli in un disegno più ampio è davvero ostico: da un lato ritroviamo Ciri, praticamente moribonda, impegnata a raccontare all'eremita che la soccorre gli eventi delle ultime settimane, in modo davvero anticlimatico dal momento che sappiamo da principio come andrà a finire; dall'altro seguiamo ancora Geralt ed il suo gruppo, sempre diretti verso sud con la missione di salvare Ciri, anche se non è più ben chiaro da chi vista l'intenzione di Cahir di consegnarla all'imperatore, nonostante il loro viaggio fosse iniziato proprio perché la credevano prigioniera di Emhyr.
Solo nella parte finale compare in scena anche Yennefer, che per quanto mi riguarda davo ormai per dispersa. La sua storyline è la più ostica da seguire perché gli eventi ci vengono raccontati in modo a dir poco frammentario, con una mezza dozzina di POV diversi alternati in paragrafi brevissimi; l'unica informazione rilevante è come anche lei sia determinata a salvare Ciri dalle grinfie dei cattivi, nonché da una vaghissima profezia su una prossima glaciazione che causerà un genocidio, ma della quale tutti sembrano poco preoccupati in fin dei conti.
Nonostante la confusione, devo ammettere che gli avvenimenti del singolo volume mi hanno convinta, sia per come vengono messi in scena sia per la risoluzione finale, in cui come al solito Sapkowski si diverte a rimescolare le carte in tavola; forse anche troppo, se consideriamo che a livello cronologico un solo romanzo ci separa ormai dall'epilogo. Nel complesso lo reputo il miglior libro della serie finora, soprattutto perché vediamo un contributo rilevante da parte di tutti i personaggi principali e si vanno ad analizzare alcune importanti tematiche nei dialoghi: se è vero che spesso i personaggi parlano in modo troppo artefatto per essere verosimile, ammetto di aver comunque apprezzato gli scambi tra Geralt e Fulko Artevelde sulla giustizia e quello tra Ciri e Vysogota sulla vendetta. Carino anche il momento di confronto tra lo strigo e Cahir, in cui finalmente ci vengono chiarite le motivazioni di quest'ultimo, mentre mi auguro che le spiegazioni promesse da Vilgefortz non vengano dimenticate nell'ultimo capitolo.
Cosa invece non mi è andato a genio? Come sempre, le esagerazioni: troppe profezie e poteri incentrati su Ciri, troppe scene e dialoghi fini a se stessi sulla violenza, troppi spiegoni sul world building che per quanto interessante al sesto libro di una serie dovrebbe essere ormai abbastanza solito e davvero troppe, troppe metafore sugli animali! soprattutto perché ad un personaggio andrebbe associato un solo animale, non uno zoo intero!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
40
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La casa delle luci
Valutazione Utenti
 
2.5 (1)
Bournville
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il ragazzo
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Brave ragazze, cattivo sangue
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Angélique
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita in tasca
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Tasmania
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il lungo addio
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Un cuore nero inchiostro
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Oblio e perdono
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Respira
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una piccola pace
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Half wild
The Quick
I dodici
Foundryside
Il cielo di pietra
Il segreto della Regina Rossa
Il cielo oltre la tempesta
L'impero di sabbia. I libri di Ambha
La casa per Ognidove
Miti del Nord
Un assassino alle porte
Il portale degli obelischi
Questo oscuro duetto
Lanny
Tra le braccia di Morfeo
Questo canto selvaggio