Narrativa straniera Gialli, Thriller, Horror Le sette morti di Evelyn Hardcastle
 

Le sette morti di Evelyn Hardcastle Le sette morti di Evelyn Hardcastle

Le sette morti di Evelyn Hardcastle

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice


Blackheath House è una maestosa residenza di campagna cinta da migliaia di acri di foresta, una tenuta enorme che, nelle sue sale dagli stucchi sbrecciati dal tempo, è pronta ad accogliere gli invitati al ballo in maschera indetto da Lord Peter e Lady Helena Hardcastle. Gli ospiti sono membri dell'alta società, ufficiali, banchieri, medici ai quali è ben nota la tenuta degli Hardcastle. Diciannove anni prima erano tutti presenti al ricevimento in cui un tragico evento - la morte del giovane Thomas Hardcastle - ha segnato la storia della famiglia e della loro residenza, condannando entrambe a un inesorabile declino. Ora sono accorsi attratti dalla singolare circostanza di ritrovarsi di nuovo insieme, dalle sorprese promesse da Lord Peter per la serata, dai costumi bizzarri da indossare, dai fuochi d'artificio. Alle undici della sera, tuttavia, la morte torna a gettare i suoi dadi a Blackheath House. Nell'attimo in cui esplodono nell'aria i preannunciati fuochi d'artificio, Evelyn, la giovane e bella figlia di Lord Peter e Lady Helena, scivola lentamente nell'acqua del laghetto che orna il giardino antistante la casa. Morta, per un colpo di pistola al ventre. Un tragico decesso che non pone fine alle crudeli sorprese della festa. L'invito al ballo si rivela un gioco spietato, una trappola inaspettata per i convenuti a Blackheath House e per uno di loro in particolare: Aiden Bishop. Evelyn Hardcastle non morirà, infatti, una volta sola. Finché Aiden non risolverà il mistero della sua morte, la scena della caduta nell'acqua si ripeterà, incessantemente, giorno dopo giorno. E ogni volta si concluderà con il fatidico colpo di pistola. La sola via per porre fine a questo tragico gioco è identificare l'assassino. Ma, al sorgere di ogni nuovo giorno, Aiden si sveglia nel corpo di un ospite differente. E qualcuno è determinato a impedirgli di fuggire da Blackheath House...

Recensione della Redazione QLibri

 
Le sette morti di Evelyn Hardcastle 2019-05-18 08:55:42 sonia fascendini
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
sonia fascendini Opinione inserita da sonia fascendini    18 Mag, 2019
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

cena con delitto

Immaginate la storia di "il giorno della marmotta". Per un giornalista la stessa giornata si ripete all'infinito: ogni giorno alla radio la stessa, canzone, poi lo stesso commento da parte di un passante e via di seguito fino a sera. Riuscire a cambiare in una giornata quello che non funziona della sua vita è il solo modo per scender da questa giostra. Questo romanzo parte dalla stessa idea di base, ma è tutt'altra cosa: coinvolgente, inquietante, innovativo e pieno di sorprese. Stuart Turton si immagina un uomo che si sveglia in mezzo a un bosco, forse coi postumi di un doposbronza, o forse dopo aver commesso un delitto o magari ancora a seguito di un aggressione. Si ricorda solo un nome: Anna e convinto che sia stata uccisa cerca aiuto. Privo di memoria arriva in una dimora un tempo di un lusso abbagliante, ma oggi in piena decadenza. Affacciatosi all'ingresso scopre di essere uno degli ospiti invitati per ricordare un macabro evento di diciannove anni prima. Il figlio dei proprietari, infatti è stato ucciso in riva a un laghetto a pochi metri dalla casa. Convinto di poter liquidare la sua avventura come una momentanea perdita di memoria, se ne dovrà presto ricredere. Piano piano, assieme a noi scopre di essere finito dentro un gioco terribile: ogni giornata per lui si ripeterà all'infinito. Lui si troverà ogni volta nei panni di una persona diversa e avrà il compito di indagare sull'omicidio di Evelyn, la figlia dei proprietari della magione. In cambio della soluzione del mistero riotterrà indietro la sua vita. Così Aiden inizia a entrare a uscire dai panni delle persone che popolano la casa: si scontra con fisici decadenti, giovani vigorosi, personaggi ambigui. Dentro ognuno di loro Aiden deve lottare per mantenere la propria personalità e per portare avanti il suo compito. Deve però essere abbastanza abile da usare le caratteristiche del suo ospite che siano utili ai suoi scopi. Giorno dopo giorno sommando gli indizi che ha raccolto nel giorno precedenti un po' si avvicina e un po' si allontana dalla sua meta. Scopre che i delitti avvenuti nella tenuta sono più numerosi di quanto credeva, muore più volte, quasi si innamora e alla notte segue sempre la stessa mattinata piovigginosa. Regole del gioco ferree, concorrenti che non sempre sono corretti rendono il tutto ancora più complicato.
La struttura di questo libro è indubbiamente molto complessa. I protagonisti sono molti e nettamente diversificati l'uno dall'altro. Noi in realtà non consociamo mai il vero Aiden pechè lui stesso si è dimenticato il suo passato. Conosciamo, invece un personaggio che ogni giorno è totalmente diverso: si approccia in modo differente sia alle indagini che ai comprimari che lo circondano. Una scelta da parte dell'autore che avrebbe potuto trasformarsi in un pastrocchio. L'abilità di Turton, invece è tale di spianarci davanti in modo semplice e lineare un'infinità di informazioni. Ogni dettaglio ha un suo perché e anche se alla sua comparsa ci sembra una bizzarria dell'autore e prima o poi lo rincontreremo e capiremo i motivo della sua comparsa. Tenendo conto che si potrebbe definire un fantasy. giallo, trovo le indagini realistiche e ben congeniate. Interessante il finale, perfettamente a tono col resto del romanzo e capace di lasciare quella puntina di fame non ancora soddisfatta. Le ambientazioni sono quelle cupe e misteriose delle vecchie magioni sparse nella campagna inglese. Ambienti apparentemente abitati da personaggio snob e un po' decadenti, ma comunque di classe. In realtà, scavando anche solo con la punta di un'unghia si intravedono brutture di ogni genere.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
150
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 2

Voto medio 
 
3.6
Stile 
 
3.5  (2)
Contenuto 
 
4.0  (2)
Piacevolezza 
 
3.5  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Le sette morti di Evelyn Hardcastle 2019-09-24 15:14:48 lapis
Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
3.0
lapis Opinione inserita da lapis    24 Settembre, 2019
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

"Cluedo fantasy"

Le sfumature con cui può essere confezionato un libro giallo sono pressoché infinite. Si può cercare l’azione da fiction o scandagliare la psicologia dei personaggi, dare spazio all’umorismo oppure all’ambientazione. Quello propostoci da Stuart Turton nel suo esordio letterario può essere considerato un vero e proprio rompicapo. Un gioco intellettuale dalle sfumature fantasy in cui il protagonista, intrappolato in una decadente magione inglese, è chiamato a rivivere per otto volte la stessa giornata, vestendo ogni giorno i panni di un diverso personaggio. A complicare ulteriormente le cose, la presenza di due rivali: solo al primo capace di scoprire la verità sulla morte di Evelyn Hardcastle sarà restituita la libertà; per gli altri il ciclo ricomincerà da capo, in una prigionia senza fine.

Non si può non complimentarsi con l’autore per aver saputo dare un tocco di originalità a questa proposta di genere, dando vita a un elaborato dalla complessità sbalorditiva. Numerosi i personaggi, alcuni dei quali vengono assunti come punto di vista della narrazione in prima persona. Articolata la trama, un castello di indizi e dettagli disseminati nell’arco di più di cinquecento pagine e incastonati in otto versioni diverse della stessa giornata. Difficile non perdersi in questo labirinto. Catapultato fin dall’avvio a seguire le mosse di un personaggio che non ricorda la propria identità e alle prese con una partita di cui non conosce le regole, il lettore si ritrova spesso a brancolare confuso nel buio, ponendosi domande che troveranno risposta solo dopo moltissime pagine. Basti pensare che serve quasi metà libro solo per conoscere il nome del protagonista. Forse perché, in fondo, il vero protagonista è il gioco in sè, una caccia all’assassino da combattere con le armi della logica, in cui niente è ovviamente come appare.

“Cosa c'era di vero in tutto ciò che ho visto qui il primo giorno? Qualcuno era forse chi dichiarava di essere? Come potevo sapere che si trattava solo delle posizioni di partenza in una gara a cui nessuno mi aveva detto che stavo partecipando?”

La buona riuscita di un romanzo, però, nasce da una miscela di molteplici elementi. Non basta tessere un solido intreccio, serve creare la giusta atmosfera e infondere emozione e spessore ai personaggi. In questo senso, a mio avviso, alla narrazione manca ancora qualcosa: quella marcia in più in grado di trasformare logiche mosse di pedine bidimensionali in vere e proprie storie, provocando così un coinvolgimento totale nel lettore. Altrimenti, rimane un bel gioco - peculiare, sorprendente, ingegnoso - ma pur sempre un gioco.

“- Se ha il potere di liberarmi, perché non lo fa e basta, accidenti a lei? Perché perdere tempo con questi giochetti?
- Perché l'eternità è noiosa. O forse perché ciò che conta è giocare. Lascerò a lei il compito di rifletterci sopra"

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
120
Segnala questa recensione ad un moderatore

Le sette morti di Evelyn Hardcastle 2019-08-26 14:49:00 andrea70
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
andrea70 Opinione inserita da andrea70    26 Agosto, 2019
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Mistery-fantasy originale

Un uomo che non ricorda nulla del proprio passato si ritrova in una inquietante vecchia dimora nella campagna inglese dove la famiglia Hardcastle ha riunito per un ballo in maschera tutte le persone presenti 19 anni prima il giorno della morte del loro figlioletto Thomas. L'uomo in questione si ritroverà doppiamente prigioniero, prima di tutto nel corpo di un'altra persona che, scoprirà in seguito, sarà diverso ad ogni risveglio e si ritoverà in un nuovo corpo esattamente nel momento della giornata in cui il personaggio in questione si sveglia. La seconda prigionia è all'interno di un gioco perverso in cui lui non è il solo prigioniero, vince chi riuscirà al termine della giornata, a risolvere il mistero dell'omicidio di Evelyn Hardcastle e avrà in cambio la libertà. Ovviamente si tratta di una rete intricata di fatti che possono o meno cambiare man mano che il protagonista assume le diverse personalità, tra l'altro ereditandone le limitazioni o agevolazioni fisiche e anche una recondita influenza caratteriale. Se al termine della giornata non avrà scoperto l'assassino la giornata si ripeterà da capo. All'interno del gioco ci sono personaggi che sembrano amici e altri che gli sono palesemente ostili e ostacolano con ogni mezzo la sua ricerca della verità. L'autore è bravo a non fare confusione e a non far smarrire il lettore in una trama che si complica via via che il protagonista aggiunge nuovi tasselli al mosaico attraverso i diversi punti di vista dei personaggi in cui si risveglia. La soluzione dell'enigma sarà una complessa prova di ingegno in quello che è un intrigo di famiglia in cui quasi nulla è come sembra ad un primo sguardo. Si tratta di un mistery con una componente fantasy davvero originale e tutto sommato abbastanza avvincente.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
70
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Assolutamente musica
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Lo stato dell'unione. Scene da un matrimonio
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una vecchia storia. Nuova versione
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La palude dei fuochi erranti
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il treno dei bambini
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La bambina del lago
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il pittore di anime
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Rosamund
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
I testamenti
Valutazione Utenti
 
3.6 (2)
L'istituto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Impossibile
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultima notte di Aurora
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti di QLibri