Narrativa straniera Romanzi storici Caterina la prima moglie
 

Caterina la prima moglie Caterina la prima moglie

Caterina la prima moglie

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Caterina d'Aragona, figlia dell'indomita e battagliera Isabella di Castiglia e di Ferdinando d'Aragona, fin dall'età di tre anni viene educata per divenire principessa d'Inghilterra, in quanto futura moglie di Arturo Tudor, figlio di Enrico VII. Quando giunge in Inghilterra, ancora giovane, Caterina rimpiange la sua sorridente terra ma, inaspettatamente, s'innamora di suo marito, il giovane Arturo, che la ricambia con passione. Quando il principe muore di malattia, però, Caterina sente vacillare il trono e finirà in sposa al fratello minore di Arturo, il celebre Enrico VIII. Il libro è scritto nella prospettiva di Caterina, come un diario: narra di sua madre Isabella di Castiglia, del suocero Enrico VII, della regina Elisabetta I, e di Anna Bolena, che sarà la causa della fine del suo matrimonio.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 3

Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
5.0  (3)
Contenuto 
 
4.3  (3)
Piacevolezza 
 
5.0  (3)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Caterina la prima moglie 2014-01-19 11:06:15 giavemi
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
giavemi Opinione inserita da giavemi    19 Gennaio, 2014
Top 1000 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Una grande regina, rimasta spesso nell'ombra

(il testo contiene spoler)
E' stato il primo romanzo che ho letto della Gregory, ho deciso poi di leggere gli altri della saga dei Tudors seguendo l'ordine storico-temporale piuttosto che quello della pubblicazione.
La Gregory è una grande scrittrice sul piano linguistico e della scorrevolezza, anche se, a mio parere, spesso pecca un po' di presunzione nel suo tentativo di far passare per buone alcune teorie non storicamente provate.
Come in questo romanzo. Certo, l'idea che Caterina possa aver mentito è molto affascinante, molto romantica dal punto di vista letterario; tuttavia dubito fortemente che questa sia la realtà storica. Mi rimane difficile pensare che una donna di grande fede quale fu lei possa aver mentito per tutta la vita, perfino giurando sulla Bibbia.
Rimane comunque un ottimo romanzo, come tutti quelli della Gregory, purché lo si prenda però come romanzo, appunto; e non come una verità storica.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
La saga dei Tudors e la saga della guerra delle due rose di Philppa Gregory.
Il mio consiglio è di iniziare con "La signora dei fiumi" e terminare con "L'alta regina"
Trovi utile questa opinione? 
40
Segnala questa recensione ad un moderatore
Caterina la prima moglie 2013-09-03 10:14:33 giulia89
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
giulia89 Opinione inserita da giulia89    03 Settembre, 2013
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

DIETRO UN GRANDE UOMO C'è SEMPRE UNA GRANDE DONNA

Niente mi cattura di più dei romanzi storici soprattutto quando vedono come protagoniste le donne, grandi donne come Caterina d'Aragona.
Nata come Infanta di Spagna, fin dalla culla il suo destino era segnato: sarebbe diventata regina d'Inghilterra sposando Arturo.
Salire al trono però non è stato così semplice come credeva, la giovane Caterina ha dovuto subire forti umiliazioni e tanto dolore quando venne abbandonata da tutti, persino da Dio e anche dopo essere diventata regine d' Inghilterra le sue sofferenze non sono finite a partire dal tradimento del padre Ferdinando durante la guerra contro la Francia, il non riuscire a concepire un erede maschio che restasse in vita fino all'ultima e forse più grande umiliazione...il divorzio da Enrico VIII.
Quando si studia la storia si parla sempre dei grandi re considerando poco o niente le GRANDI regine che accompagnano i re e Caterina era davvero una grande regina.
Con la sua determinazione è riuscita a salire sul trono d' Inghilterra anche se il suo primo marito, legittimo erede, è morto prima di diventare re.
Per raggiungere il suo obiettivo ha tenuto fede ad una menzogna tutta la vita e una volta diventata regina ha scritto importanti pagine della storia d' Inghilterra.
Philippa Gregory da sempre molto spazio alle donne nei suoi romanzi e con grande fedeltà storica fa rivivere Caterina d'Aragona non come la donna abbandonata da Enrico VIII, ma come una donna decisa e intelligente che ha piegato la corte inglese ai suoi voleri.

Ringrazio Cecilia per avermi inviato questo meraviglioso libro.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
L'altra regina
Trovi utile questa opinione? 
180
Segnala questa recensione ad un moderatore
Caterina la prima moglie 2010-08-09 11:57:26 Adelina
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
Adelina Opinione inserita da Adelina    09 Agosto, 2010
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Ben riuscito!

Questo libro è un perfetto connubio tra scorrevolezza tipica di un romanzo e documentazione storica. Per chi ha letto gli altri libri della stessa autrice è il suo solito stile. Io non conoscevo la scrittrice ma sono stata affascinata da questo libro ed ora sto cercando di ricostruirne la bibliografia.
La storia è molto avvicente e ricca di avvenimenti già di per se, inoltre è sapientemente costruita e resa piacevole alla lettura dalla mano di una scrittrice capace.
Questo libro fa desiderare di essere all'interno della storia quando descrive la Spagna e le splendide architetture arabe di Granada per poi farci conoscere l'angoscia che prova la protagonista stessa della fredda e grigia Inghilterra. Davvero un romanzo ben riuscito.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
"L'altra donna del re"
Trovi utile questa opinione? 
70
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'ultimo conclave
Valutazione Utenti
 
1.3 (1)
Una morte onorevole
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Eredi Piedivico e famiglia
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Legami
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Renegades. Verità svelate
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una primavera troppo lunga
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Ricordatemi come vi pare
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La donna che fugge
Valutazione Utenti
 
3.9 (3)
T
T
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
I giorni di Vetro
Valutazione Utenti
 
4.8 (3)
Ti ricordi Mattie Lantry
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

La grande fortuna
Sabotaggio
Nuove abitudini
Linea di fuoco
L'ufficio degli affari occulti
Il mago
La moglie del lobotomista
La guerra di H
Il canto di Calliope
L'aria innocente dell'estate
Max e Flora
Rincorrendo l'amore
Giochi proibiti
Il canto di Mr Dickens
I Netanyahu
Oblio e perdono