Narrativa straniera Romanzi storici Il giullare della regina
 

Il giullare della regina Il giullare della regina

Il giullare della regina

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Hannah Green arriva alla corte d'Inghilterra nel 1553 per fuggire agli artigli dell'Inquisizione: sotto abiti maschili, riesce a diventare il giullare di Enrico VIII, e a frequentare le due figlie del Re, Maria Tudor e Elisabetta I. Per conto dell'affascinante e traditore Robert Dudley Hannah spia la cattolicissima Maria, che la storia ha etichettato come sanguinaria ma che invece era donna di fede intenzionata a riportare il cattolicesimo nel regno. Ma la futura Elisabetta I tesse nell'ombra intrighi contro la sorella, mentre Hannah si trova alle prese con i suoi problemi di cuore...



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 2

Voto medio 
 
4.6
Stile 
 
5.0  (2)
Contenuto 
 
4.5  (2)
Piacevolezza 
 
4.5  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il giullare della regina 2014-01-20 10:56:12 giavemi
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
giavemi Opinione inserita da giavemi    20 Gennaio, 2014
Top 1000 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

rivalutare la storia

Maria I d'Inghilterra è passata alla storia con l'appellativo di sanguinaria, per quel suo desiderio di voler ripristinare il cattolicesimo e il suo violento accanirsi contro "gli eretici" protestanti. Il suo breve regno, inoltre, è stato messo in ombra da quello più lungo e più fecondo della sorellastra.
Pur non giustificandola, almeno non del tutto, la Gregory ci mostra un aspetto più umano di questa sfortunata regina, per molti anni disconosciuta dal padre, allontanata a forza da sua madre, alle soglie dei 40 anni ancora non maritata (evento del tutto raro per una principessa di sangue reale dell'epoca), innamoratasi poi di un uomo più giovane che, come donna, assolutamente non la considerava.
Eccezione fra tutti i romanzi dell'autrice, in questo la voce narrante è un personaggio di invenzione, un'ebrea, una marrana fuggita dalla Spagna e dall'inquisizione e costretta a vestire abiti maschili, diverrà amica e confidente di Maria prima e di Elisabetta poi.
Gli eventi storici li conosciamo ma la Gregory ci narra, pur se con fantasia, alcuni possibili risvolti.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Le saghe della guerra dei cugini e dei Tudors di Philppa Gregory. Sarebbe opportuno iniziare con "La signora dei fiumi" e terminare con "L'altra regina".
Trovi utile questa opinione? 
70
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il giullare della regina 2012-09-18 14:35:01 cuspide84
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
cuspide84 Opinione inserita da cuspide84    18 Settembre, 2012
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

“RIVERISCO LOR SIGNORI SONO IL PAGLIACCIO..."

“Ero il giullare della regina... non m'importava di essere chiamata buffone. Io ero la sacra folle, nota per avere il dono della veggenza, per aver predetto che in questo giorno la regina avrebbe riavuto ciò che era suo. Alcuni si fecero addirittura il segno della croce al mio passaggio, riconoscendo il potere conferitomi. E così marciai a testa alta, senza temere che tutti quegli occhi puntati su di me notassero la mia pelle olivastra e i miei capelli scuri e mi chiamassero spagnola o peggio. Quel giorno mi considerai un'inglese, una fedele inglese con un profondo amore per la mia regina e per il mio paese d'adozione ed ero felice di esserlo.”

Hannah Verde è scappata dalla sua patria, la Spagna, insieme a suo padre; è scappata dai roghi dell'Inquisizione che le hanno strappato la madre, dalla fuliggine delle cataste bruciate insieme agli eretici, dalle urla di chi vedeva e sentiva le fiamme lambire il proprio corpo. Ora ha un nuovo cognome, Green, e si nasconde agli occhi degli altri dietro le vesti di un ragazzino, aiutando il proprio genitore nella sua attività di stampatore. Ha un promesso sposo, Daniel, con cui convolerà a nozze non appena compiuti i sedici anni e il suo unico scopo è quello di ricostruirsi una vita in Inghilterra e di imparare il mestiere del padre, cercando di restare nell'anonimato, per non incorrere nel pericolo più temuto: essere scoperti e denunciati come ebrei che occultano la loro vera fede praticando le usanze della religione cattolica.
Ma tutti i suoi progetti si sgretolano come un castello di sabbia non appena i suoi occhi incontrano quelli di un giovane affascinante e spregiudicato: Lord Robert Dudley, protettore del re d'Inghilterra, Edoardo; da quel momento il suo amore nei suoi confronti è talmente forte, puerile e onesto, da farle fare qualsiasi cosa lui e suo padre le chiedano. Da quel giorno inizia la sua crescita mentale e fisica in una delle corti più ricche, sfarzose, frivole, voltagabbana e pericolose d'Europa: dapprima diventa il cucciolo-giullare del re, nonché vassallo dei Dudley, ovvero servitore ai loro ordini per la vita, poi giullare e dama di compagnia di Lady Maria, la futura regina meglio nota come Maria la sanguinaria, infine dama-spia di Lady Elisabetta; nel frattempo riveste un ulteriore ruolo: quello di fidanzata e poi moglie del giovane medico Daniel Carpenter.
Diventata amica fidata di Maria, che ammira come donna orgogliosa e forte alla stregua della madre Caterina, ripudiata dal sovrano Enrico VIII, non riesce a non amare anche la giovane Elisabetta, la sua bellezza, la sua giovialità, la sua determinatezza; ma dovrà scegliere se vivere una vita normale lontana dalla corte e dai suoi innumerevoli complotti o se sopravvivere in un mondo dove ogni pedina è sacrificabile per ottenere l'obiettivo finale: il trono d'Inghilterra.
In un mondo in cui la libertà di religione non esiste, in cui non seguire alla lettera lo svolgimento della messa rischia di portare alla reclusione nella Torre e alla decapitazione, in cui i sovrani sono guidati dalla volontà di espandersi il più possibile e ogni motivo è buono per scatenare una guerra, Hannah si ritroverà ad affrontare una scelta che cambierà e determinerà il corso della sua vita...

Un romanzo di Philippa Gregory si presenta da solo: i personaggi, sia storici, sia inventati, sono tutti ben delineati e ognuno di loro viene caratterialmente descritto con dovizie di particolari, tanto che li si odia e li si ama contemporaneamente, per la loro ferina intelligenza, per la loro furbizia, per la loro scaltrezza, per la loro ingenuità, per la loro testardaggine... insomma per la loro semplice umanità.
Se amate i romanzi di questo tipo non potrete non amare anche questo che vi porterà direttamente alla Corte di Londra, nella famosa Torre dove venivano rinchiusi i traditori, nella Calais con i suoi forti e le sue stradine strette e acciottolate e in un mondo in cui la propria fede veniva celata agli occhi di tutti, Inquisizione in primis.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Romanzi storici e le gli altri libri di Philippa Gregory
Trovi utile questa opinione? 
190
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Foundryside
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La vita prima dell'uomo
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La voce dell'acqua
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
M. Gli ultimi giorni dell'Europa
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Cena di classe
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Bersaglio. Alex Cross
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Sarti Antonio e l'amico americano
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il sale dell'oblio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il lampadario
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Carne e sangue
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
In tua assenza
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Belle Greene
Io, Monna Lisa
L'italiano
La regina d'oro
Il botanico inglese
Gli Effinger
I demoni guerrieri
Storia di un fiore
Il prodigio
Notti al circo
La città fra le nuvole
La custode dei peccati
Barbablù
L'infermiera di Hitler
La saga di Vigdis
Partenza in gruppo