Dettagli Recensione

 
Ubik
 
Ubik 2009-02-25 20:34:48 AndreaGarbin
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
AndreaGarbin Opinione inserita da AndreaGarbin    25 Febbraio, 2009
  -   Guarda tutte le mie opinioni

Ubik: realtà o esperienza onirica?

Scritto nel 1966, Ubik, è senza ombra di dubbio uno dei romanzi più inquietanti ed irruenti di Dick, e quello dove maggiormente riesce a confondere la realtà con l’esperienza onirica che spesso riempie le trame dei suoi romanzi.

Mi risulta difficile etichettarlo come un qualunque libro di fantascienza, e per il modo in cui ne affronta i classici temi, cercando di scomporre tutte le basi della fantascienza classica, e per la sua capacità di analizzare la società.

Fu proprio grazie a questa geniale opera che l’autore venne nominato membro onorario del College Du Pataphysique.

Come già accade in altri libri di Dick, anche in Ubik, l’argomentazione principale resta il problema della realtà. Se all’inizio della storia ci sono un protagonista, Glen Runciter, e un gruppo di persone, che vivono in una realtà ben distinta, proseguendo nella lettura, notiamo invece che, poco a poco, questa realtà tende a sgretolarsi, a destrutturizzarsi, come puntualizza l’autore stesso. Tutto nasce appunto da quell’esplosione sulla Luna. Da quel preciso istante Dick spezza la narrazione dividendola su due differenti piani della realtà, e i protagonisti si credono chiusi tra due forze invisibili che si contrastano. Questo meccanismo fa si che il lettore, sottoposto a un incessante avvicendarsi di colpi di scena, si ritrovi a combattere con dubbi ed ipotesi che si montano e si smontano in continuazione.

Se siete abituati a leggere libri che vi permettono, al loro termine, di incastrare perfettamente ogni accadimento, ogni episodio, ogni indizio, trovati nelle pagine precedenti, beh, preparatevi al peggio, perché quando chiuderete Ubik, non riuscirete ad avere la certezza che il finale sia veramente ciò che palesemente potrebbe sembrare.

Capolavoro degli anni sessanta, un libro assolutamente da non perdere, non solo per gli appassionati di genere, ma anche, e forse soprattutto, per il grande pubblico che non si è mai avvicinato alla science-fiction.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Se avete amato "Matrix" questo libro, come altri di Dick, è la vera radice che ha ispirato lo stile e la filosofia del film.
Trovi utile questa opinione? 
60
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

1 risultati - visualizzati 1 - 1
Ordina 
Per inserire la tua opinione devi essere registrato.

Wow!!! Lo leggerò sicuramente!! Spero di non rimanerci "dentro"!! ;)
ciao, faye
1 risultati - visualizzati 1 - 1

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Five survive
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Compleanno di sangue
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La prigione
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Day
Day
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Morte nel chiostro
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Pesci piccoli
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Cause innaturali
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Tutti i particolari in cronaca
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)
Dare la vita
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'età fragile
Valutazione Utenti
 
3.2 (3)
Il rumore delle cose nuove
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
L'America in automobile
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Renegades. Nemici giurati
Renegades. Identità segrete
I donatori di sonno
Stagione di caccia
Il Napoleone di Notting Hill
Kallocaina
La torre
La lunga terra
Quasi umani
L'eclisse di Laken Cottle
Il pianeta del silenzio
Il maestro della cascata
La luna è una severa maestra
Verso il paradiso
Terminus radioso
La fiaba nucleare dell'uomo bambino