Dettagli Recensione

 
Inheritance
 
Inheritance 2013-08-29 16:48:39 saphi
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
saphi Opinione inserita da saphi    29 Agosto, 2013
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

il ciclo dell'eredità

SPOILERS SULLA SAGA


Sarà una recensione su tutta la saga,farla solo su Inheritance mi sembra un pò poco.
Allora, è vero la saga,in particolare gli ultimi libri,non è perfetta,però non mi sento neanche di criticarla ferocemente.Ho scoperto Eragon da molto piccola avrò avuto 9-10 anni,me lo regalò mia madre ed è stato il mio primo libro' serio' ci sono molto affezionata come anche ad Harry Potter e li considero come i libri della mia infanzia;ricordo che portavo Eragon anche al mare per non interrompere la lettura e in generale me lo portavo sempre in giro..I personaggi mi sono subito piaciuti,Brom,Eragon,e soprattutto Saphira che è di sicuro la mia preferita;la storia dell'orfano Eragon e della sua dragonessa mi è subito rimasta nel cuore,mi è piaciuto tutto di questo libro,l'addestramento del cavaliere,le sue chiacchierate con Saphira,Brom,la mia parte preferita del libro è il capitolo della prima vera volta in cui Eragon e la dragonessa volano insieme e lui riesce a vedere con i suoi occhi,da piccola mi ero innamorata del capitolo,della sensazione di libertà e felicità che prova Saphira durante il volo e la sua gioia nel condividere ciò con il suo cavaliere.
Ecco è proprio questo che mi ha fatto amare il 1° libro e la saga in generale,lo stretto legame mentale e affettivo fra Eragon e Saphira,potrebbe accadere la fine del mondo ma il cavaliere ci sarà sempre per il suo drago e la dragonessa difenderà sempre fino alla morte il suo cavaliere.Mi ha poi commossa la morte del Cavaliere Brom e la morte del suo drago,Saphira,e anche la forza del vecchio cavaliere nell' andare avanti dopo la perdita del drago e quindi della metà della sua mente.
Poi Eldest anche mi è piaciuto molto ,si è dato molto spazio a Roran e finalmente Eragon intraprende il addestramento vero e proprio per diventare un Cavaliere,va,quindi, a Ellesmera dagli elfi e ho molto apprezzato questa parte,la parte centrale del romanzo;la vera identità del saggio dolente non è stata una grandissima e incredibile sorpresa,chi altri poteva contattare mentalmente il ragazzo alla parte opposta di Alagaesia se non un altro cavaliere?Quindi si,era capibile che il giovane cavaliere venisse addestrato da un altro della vecchia leva;le motivazioni che hanno portato Oromis a rimanere al sicuro fra gli elfi,da un lato possono essere viste come codardia,dall'altro possono essere viste come un voler assicurare la conoscenza per la futura generazione di Cavalieri,e infatti se il vecchio cavaliere fosse sceso in battaglia col suo compagno nelle loro condizioni sicuramente non sarebbero sopravvissuti e chi avrebbe dovuto aiutare Eragon?
L'addestramento per il giovane è all'inizio difficile a causa dello squarcio che ha sulla schiena che gli impedisce a causa del dolore di combattere e migliorare come dovrebbe,al contrario l'addestramento di Saphira va a gonfie vele e la dragonessa mostra un altro lato della sua personalità,giocosa e infantile quando ha a che fare con il suo mentore Gleadr;lei cresciuta con la convinzione di essere l'unica della sua specie libera,quando vede un altro drago rimane sconcertata e immensamente felice.
Durante una festività elfica il giovane cavaliere viene guarito dagli spiriti dei draghi dalla ferita e assume la forza e le fattezze degli elfi,per adempiere al suo destino,e la guarigione fa migliorare l'andamento dell'addestramento e fa ritornare fiducia in Eragon.
Alla fine il cavaliere deve abbandonare Ellesmera per recarsi in battaglia e qui scopre che il suo nemico è riuscito a far schiudere un altro drago e il suo cavaliere è l'amico creduto morto Murtagh che poi si scopre anche essere suo fratello.. ok a questo punto ho pensato che stessi leggendo Carramba che sorpresa ma comunque ho apprezzato questo risvolto.
Ora Brisingr ,si è vero è un libro di passaggio, che poteva essere integrato nelle sue parti essenziali nell'ultimo libro e allunga il brodo,ma mi è piaciuto lo stesso,sono l'unica che ha trovato interessanti le parti del viaggio di Eragon fra i nani e ho adorato quando torna a Ellesmera e costruisce la sua spada,Brisingr,la grande rivelazione su Brom padre del giovane cavaliere mi ha fatto ritornare in mente ancora una volta Carramba che sorpresa..però mi è piaciuto, e ho adorato il ricordo che Brom ha lasciato per il figlio..Finalmente non è più Eragon figlio di nessuno..
La morte di Oromis e Gleadr mi ha sorpresa, mi aspettavo che nel capitolo finale avrebbero aiutato con la loro saggezza ed esperienza il cavaliere e Saphira e invece no.. Poi tutta la faccenda del cuore dei cuori boh.. il nome è un pochino stupido e non mi ha convinto tanto, mi è sembrato un pò forzato.
Ricordo come fosse ieri quando ho preso Inheritance,era il 9 novembre non stavo più nella pelle di leggerlo,appena uscita da scuola alle 12 sono andata nell'edicolè per vedere se era già disponibile e lo stavano togliendo dagli scatoloni e mi sono fiondata a prenderlo..Leggo piuttosto velocemente e sono riuscita,presa com'ero anche dalla foga di scoprire la fine,a concluderlo la notte stessa,ho fatto una full immersion nel romanzo e quando l' ho finito non avevo più il contatto con la realtà per la stanchezza..Il libro mi ha un pò delusa,nelle sue parti più importanti, la scoperta della volta delle anime,la disfatta del cattivo e il finale.
Su questo libro ci sarebbe tanto da dire e criticare,come anche per Brisingr.
Il rapporto fra Arya e Eragon si smuove un po' finalmente ,complice il viaggio per il recupero del cavaliere..Non sono una fan della loro coppia,stranamente,e avrei preferito che nella saga non ci fosse nessun risvolto pseudo romantico ma non ho apprezzato neanche la conclusione del loro rapporto, mah.
Parliamo della volta delle anime,Eragon Saphira e il cuore di Gleadr vanno nell'isola dei cavalieri cercandola e la trovano,per schiuderla devono trovare i loro veri nomi e lo fanno e poi li dentro ci sono centinaia di cuori e di uova di drago..sono rimasta cosi O.o ,tutti quei problemi,saphira che si disperava perchè ultima della sua specie etc e poi la soluzione era tutta li?mah!mi è sembrato troppo facile..
La battaglia con Galbatorix non è che mi abbia fatto impazzire,il combattimento fra fratelli neanche,cioè per 4 libri Paolini ci dice quanto è cattivo il re,quanto è potente,che nessuno lo riesce a sconfiggere e poi muore cosi?mah come prima mi è sembrato troppo facile,ho apprezzato però la trovata di far provare al re tutto il dolore che ha causato al popolo e ai cavalieri..
Il finale in se mi ha irritata, è scopiazzato da Tolkien.Eragon ormai è il capo dei cavalieri e quindi deve decidere dove situare la base dell'ordine,pensa a varie soluzioni e alla fine decide di lasciare Alagaesia,e io qui mi sono irritata,perchè lasciare quella terra?Le motivazioni che tipo ladri o malviventi potevano di nuovo attentare all'ordine non mi hanno convinta del tutto,poteva ritornare nell'isola dei cavalieri,depurandola e facendo tornare tutto come ai gloriosi tempi dei cavalieri ma no, si doveva usare il finale triste e che non porta felicità ai protagonisti..Quando finalmente Eragon e saphira sono liberi di vivere felici naturalmente devono abbandonare tutto quello che amano e conosco per il loro dovere..Poi mi è oscuro il motivo per cui una volta che partono verso non si sa dove non possano mai più tornare;ma sono immortali,perchè non dovrebbero mai più tornare in alagaesia?mah Arya diventa un cavaliere con il suo drago Firnen ed è pure diventata regina degli elfi...quando ormai i loro sentimenti si sono svelati,devono passare il resta della loro IMMORTALE vita lontani..Ma per favore, non c'è motivo per cui Eragon se ne vada in capo al mondo e non possa mai più ritornare, se i futuri cavalieri possono andare e tornare dal centro di addestramento a alagaesia allora non c'è un motivo valido e sufficiente affinchè non possa farlo anche il capo cavaliere,magari non una volta a settimana ma ogni tanto si..
Il finale quindi mi ha lasciato fredda e insoddisfatta perchè non vi era una ragione,lo so che non ci può essere sempre il lieto fine ma neanche una conclusione cosi..
Altro difetto di Inheritance sono le parti non approfondite,dov'è la cintura di beloth?cosa/chi è Angela?Che fine farà murtagh? Sono domande lasciate in sospeso con l'intento da parte dell'autore di scriverci sopra più in la..
Christofer Paolini ha iniziato questa saga quando aveva 15 anni,non è perfetta,curata in ogni minimo dettaglio con una trama super complessa e articolata ma comunque non fa neanche cosi orrore,oggettivamente,per un ragazzo che a quell'età si cimenta nel fantasy non è cosi male,anzi;però avrebbe dovuto pensare meglio le parti cruciali dell'ultimo libro visto che ormai è bello adulto..
Altra cosa che adoro del libro sono le copertine,con i draghi cosi ben disegnati:Saphira in Eragon,Castigo in Eldest,Gleadr in Brisingr e Firnen in Inheritance.Ho apprezzato che anche cambiando casa editrice,i primi due libri infatti erano editi da fabbri editore mentre gli ultimi due dalla Rizzoli,non è cambiata l'impaginazione,le mappe etc..
Nonostante tutto la saga mi è piaciuta molto,Inheritance mi ha deluso ma non si può non leggerlo,lo avrei letto e finito anche se lo avesse scritto la mia gatta,Paolini come molti scrittori di saghe ha allungato il brodo,ma a me non è pesato,adoro le descrizioni dei paesi e delle vicende;il finale è quel che è ma non posso togliere dal mio cuoricino di lettrice questa saga solo per questo.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
lo consiglio a chi vuole iniziare a leggere fantasy
Trovi utile questa opinione? 
30
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Il vizio della solitudine
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'uomo del porto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Urla sempre, primavera
Valutazione Redazione QLibri
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il vino dei morti
Valutazione Redazione QLibri
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
E verrà un altro inverno
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La rinnegata
Valutazione Utenti
 
3.9 (2)
Alabama
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
A grandezza naturale
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sotto la cenere
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sanguina ancora
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il gioco della notte
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Hozuki
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri