Dettagli Recensione

 
Il senso del dolore. L’inverno del commissario Ricciardi
 
Il senso del dolore. L’inverno del commissario Ricciardi 2012-05-30 16:42:51 joshua65
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
joshua65 Opinione inserita da joshua65    30 Mag, 2012
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Fame, amore e gelosia

Si potrebbe dire che oramai è difficile trovare delitti ben congegnati compiuti in una stanza chiusa, che la soluzione del mistero è spesso banale o troppo articolata, ma questa volta non è la cosa più importante, perché De Giovanni riesce a subito distoglierti dal giallo trasportandoti verso un’indagine sulla degenerazione dell’animo umano, spinto irreversibilmente dalla fame e dall’amore.

L’autore trova per fare questo un meraviglioso pretesto: la capacità del protagonista, il commissario Ricciardi, di vedere i morti nel loro ultimo anelito di vita, mentre ridono, oppure piangono, mentre imprecano o implorano perdono. Immagini impresse che prima di sbiadire riecheggiano nella mente del nostro investigatore, lasciandogli segnali e voci da interpretare, da ricombinare come puzzle sparsi per terra e privi di diverse tessere.

“Io sangue voglio, all’ira mi abbandono, in odio tutto l’amor mio finì…”

L’ambientazione, poi, è fantastica. La Napoli del 1931, com’era? Ne vediamo alcuni scorci, il Real Teatro di San Carlo, la Via Toledo, i quartieri alti in costruzione verso il Vomero. Per non dimenticare che siamo in pieno regime fascista, con i suoi questurini e i gerarchi, anche se in questa Napoli (milionaria?) tutto viene triturato e fagocitato tra le viuzze dei quartieri spagnoli, brulicanti di scugnizzi e battuta dai carretti degli ambulanti. La Napoli del 1931 è una babele di sentimenti ed emozioni, sa trovare spazio per la solidarietà e per la pietà umana, rimane distante anni luce dalle metropoli di oggi.

E’ l’inverno la prima stagione del commissario Ricciardi, ma siamo a marzo, perché è un inverno che non finisce mai, tra la pioggia battente e il vento che ulula incessante scompigliandoti i capelli, ti penetra nella pelle, ti fredda la mente congelandoti i pensieri e le emozioni. Questo inverno finirà dopo che il commissario avrà scoperto chi ha ucciso il grande tenore Arnaldo Vezzi?

Caro De Giovanni hai scritto davvero un bel libro, ma quanti autori ci sono come te? Pubblicati da piccole case editoriali gestite da professionisti appassionati, diffusi grazie ai passaparola dei lettori più incalliti e affezionati.

Voglio trovare anch'io la chiave per aprire lo scrigno che custodisce queste perle nere e rare.

“Sempre e comunque, la fame e l’amore. Li trovavi in ogni delitto, una volta semplificato all’estremo, eliminati gli orpelli dell’apparenza: la fame o l’amore, o entrambi, e il dolore che generano”

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
libri bellissimi a volte scovati per caso
Trovi utile questa opinione? 
150
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

5 risultati - visualizzati 1 - 5
Ordina 
WOW ! Bellissima recensione.
In risposta ad un precedente commento
piero70
31 Mag, 2012
Segnala questo commento ad un moderatore
concordo!
In risposta ad un precedente commento
gracy
31 Mag, 2012
Segnala questo commento ad un moderatore
Eheheheh...questo è il primo della serie ed il meno riuscito!! Aspetta di leggerli tutti e vedrai che bellezza!!
Grazie!!! Ma il merito va a questo bellissimo libro

@gracy --> le altre tre stagioni sono già in lista!!!
In risposta ad un precedente commento
gracy
31 Mag, 2012
Segnala questo commento ad un moderatore
Mi raccomando leggili in ordine :)
5 risultati - visualizzati 1 - 5

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Léon
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Per niente al mondo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il codice dell'illusionista
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La gita in barchetta
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il grembo paterno
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un matrimonio non premeditato
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La felicità del lupo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Billy Summers
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Smarrimento
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Galatea
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Angeli per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.0 (2)
Inchiostro simpatico
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri