Dettagli Recensione

 
Il carnevale dei delitti
 
Il carnevale dei delitti 2013-07-16 03:15:56 Sharma
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Sharma Opinione inserita da Sharma    16 Luglio, 2013
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

L'umanizzazione dell'omicida

L’umanizzazione dell’omicida seriale. Parto dalla fine per poter mettere in risalto l’aspetto che più mi è piaciuto di questo giallo. Non vi voglio raccontare l’epilogo del killer solitario, ma il suo vissuto, le sue pene, le sue angosce ma soprattutto i suoi dolori. Un uomo come tanti, ferito e segnato nell’adolescenza. Due episodi incresciosi e dolorosi che lo segneranno per sempre come un marchio distintivo ma che nessuno può vedere o ravvisare. Lui si camuffa, cerca di affrontare la vita in maniera normale, la vuole vivere nel migliore dei modi possibili, cerca aiuto, cerca di liberarsi del mostro che giorno dopo giorno lo divora e rapisce l’essenza di sé. Questo mostro si chiama depressione, si chiama bipolarismo, si chiama schizofrenia. Difficile uscirne e se questo avviene, ci si ritrova malconci e segnati. Un alcolista rimane un alcolista per sempre anche se non beve più e non tocca l’alcool da decenni, allo stesso modo sono tutte le malattie depressive che innescano una coazione a ripetere, diventano dipendenza. Lui sa di essere nel vortice che non lo abbandonerà più. È la malattia del secolo, solo le mani di esperti possono salvare con una buona dose di fortuna. Il protagonista di questo giallo è un omicida seriale, descritto da Bruno Elpis con acume, ponendo l’accento lì dove altri non avevano fatto. Uno studio psicologico tagliente e doloroso che ci fa interrogare da quale parte dobbiamo stare, per coscienza dalla parte delle vittime e per umanità dalla parte dell’omicida. Tante donne uccise in maniera efferata e senza alcun nesso logico fra di loro. Nessuna traccia, nessun elemento su cui indagare, questo è quello che fa impazzire il commissario Giordàn , uomo sagace e riflessivo, con vivida intelligenza indaga, studia e cerca di mettere insieme i pezzi di un puzzle che sembra non aver limiti. Si ama accompagnare alle melodie di Chopin e rilassarsi con la pesca sulle rive del lago di Como. Una nipote saccente ma arguta e frizzante, che riuscirà ad illuminare il commissario, con piccole frasi e battute. Il nostro scrittore sviscera il male della società affiancando descrizioni bucoliche sorprendenti e rilassanti – a tratti mi hanno fatto assaporare il mio amato Pascoli -. Come si conciliano le due cose? Si conciliano con la realizzazione del Carnevale dei delitti. Le maschere sono l’elemento con cui, l’omicida, vuole farsi notare e le fiabe sono il suo vissuto, il sogno di voler essere ritornare bambini, sempre coccolati e protetti. Ma quel tempo non può e non deve tornare perché se lo ricerchiamo e lo desideriamo così ardentemente vuol dire che qualcosa di incompiuto è dentro di noi, un qualcosa che non ci fa progredire, crescere e maturare, un percorso della nostra vita fatti di ostacoli , che non abbiamo superato, un percorso non pulito. Così si porge la mano a far sviluppare una doppia personalità, in continua evoluzione e in continua lotta fra di loro, un Dottor Jekyll e Mister Hyde.
Tutto ciò è questo giallo, insolito e ben articolato, è stato un piacere leggerlo per le sue riflessioni a cui mi ha condotto, con un po’ di amaro in bocca , pensando a noi esseri umani e alla nostra società , ma soprattutto al nostro eccessivo giudizio senza appello. Siamo così, vero? Grazie Bruno Elpis!!!!Aspettiamo il seguito…

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
270
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

6 risultati - visualizzati 1 - 6
Ordina 
Bravissima Sharma!!!
Pia
In risposta ad un precedente commento
Sharma
16 Luglio, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
Grazie Pia come sempre presentissima!!!!
Bruno Elpis
16 Luglio, 2013
Ultimo aggiornamento:
16 Luglio, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
Naturalmente, anche il commento di Sharma è finito dritto dritto sulla home page di www.brunoelpis.it

Rinnovo la meraviglia nel constatare come ciascuno abbia colto e valorizzato aspetti diversi, più di quanto il mio romanzo probabilmente merita.
Grazie Sharma! :)
Sharma anche tu ti unisci a noi in questo carnevale eh??? Benvenuta!!!!! :))
In risposta ad un precedente commento
Sharma
17 Luglio, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
Grazie Bruno, mi sa che tu sottovaluti la tua opera! Tutto merito suo noi abbiamo colto l'essenza che ci hai trasmesso! A presto!
In risposta ad un precedente commento
Sharma
17 Luglio, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
Grazie Vale del benvenuto!
6 risultati - visualizzati 1 - 6

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Il morso della vipera
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Echi in tempesta. L'Attraversaspecchi
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La vita alla finestra
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il borghese Pellegrino
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il dolce domani
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La congregazione
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La strada di casa
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.5 (2)
Questa tempesta
Valutazione Redazione QLibri
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Giura
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'enigma della camera 622
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
3.2 (3)
La nostra folle, furiosa città
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le imperfette
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri