Dettagli Recensione

 
Quasi un uomo
 
Quasi un uomo 2018-11-29 07:57:38 ornella donna
Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
ornella donna Opinione inserita da ornella donna    29 Novembre, 2018
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Ritratto di uomo particolare

Elda Lanza torna in libreria con Quasi un uomo. Il “quasi uomo” è Alessandro Metz che:
“si comportava come se fosse un uomo bello ed elegante. Non era né bello né elegante, dietro quella scrivania sproporzionata per dimensioni, ordine e lucentezza.”.

Titolare di una nota agenzia pubblicistica a Milano, dopo aver costruito una carriera importante in America. E’ in amore che ha perso tutto. Sua moglie Francesca, l’ha sposato, tanti anni prima, solo per andare in America. Ma una volta là, trascurata ed infelice, intreccia una lunga relazione con uno dei soci più importanti di Alessandro, fino a quando non resta incinta di una bambina. Una tragedia, proprio perché Alessandro è totalmente impossibilitato ad avere figli. Ma lei non ne è a conoscenza, così il castello di carte abilmente costruito crolla a terra, battuto definitivamente. Si separano, ma lui non la dimentica. Rimane sconvolto quando lei, dopo aver dato alla luce una splendida bambina, si suicida gettandosi dal quinto piano della clinica. Schultz, che tra l’altro si era rifiutato di accollarsi della paternità, è per Alessandro l’unico responsabile di tanta sofferenza, e quando, dopo vent’anni, viene trovato morto nel bagno della sua stessa agenzia, non si pente di aver odiato profondamente quell’uomo. Ma c’è un’inchiesta che lo coinvolge, dove i colpevoli potrebbero essere tanti. Compresa la bella Eleonora Visconti, procuratore di Milano, incaricata di svolgere le indagini, con grossi segreti da tenere opportunamente celati.

Elda Lanza torna al suo primo amore, il giallo, e lo fa con la sua innata eleganza e sapienza narrativa. Con abili tocchi pittorici traccia la storia di un uomo, con continui rimandi tra presente e passato, difficile da comprendere nell’intimo. Un uomo che non sa amare oppure no? Un uomo che sa perdonare? Un uomo che, invece, sa aspettare con pazienza la vendetta e il riscatto? Una vicenda, forse, un po’ asciutta, dove nulla è come pare essere, ma comunque molto avvincente e fascinosa.


Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Consigliato a chi amato tutti i precedenti libri di Elda Lanza
Trovi utile questa opinione? 
40
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La vita bugiarda degli adulti
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
La misura del tempo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La vita gioca con me
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Il colibrì
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
2.3 (1)
La seconda porta
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Lungo petalo di mare
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il ciarlatano
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I cani di strada non ballano
Valutazione Redazione QLibri
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La spia corre sul campo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Questione di Costanza
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Tutti i miei errori
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
L'ultima intervista
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri