Dettagli Recensione

 
Keyla la Rossa
 
Keyla la Rossa 2018-02-13 18:04:30 ornella donna
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
ornella donna Opinione inserita da ornella donna    13 Febbraio, 2018
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Una donna "stupefacente".

Un romanzo inedito tra i lavori più riusciti dell’autore, scrittore strabiliante, Premio Nobel del 1978, B. Singer, Keyla la rossa. Un grande affabulatore, per un’opera meravigliosa. Dalla vita maleodorante e brulicante di Varsavia all’agognata New York. Protagonista è un quartetto di ebrei polacchi, una prostituta, un avanzo di galera, un aspirante rabbino, un avventuriero. A tenerli insieme è Keyla:
“era bellissima. I capelli rossi, gli occhi verdi con la pelle candida facevano pensare ad un dipinto.”
Pubblicato a puntate sul quotidiano yiddish di New York, finalmente raccolto in volume: splendida operazione di Adelphi. Dal sordido ghetto di Varsavia, i protagonisti si trasferiscono nel quartiere degli immigrati ebrei più poveri di New York. Singer ha esitato a proporre il lato oscuro di due argomenti tabù: i mascalzoni che spedivano ragazze ebree a prostituirsi in Sud America e l’ignominia di un ebreo che andava a letto con uomini e donne. Sono gli aspetti torbidi a qualificare i personaggi: Yarme ha sposato Keyla sottraendola ad un bordello, ma resta un farabutto, il giovane Bunem vorrebbe diventare rabbino, ma si perde. Ma è terribilmente ambiguo. Keyla la rossa è grandiosa. Dal suo fondo limaccioso ogni tanto emergono sussulti di timidezza e consapevolezza. Gli affreschi sono potenti:
“Aveva nevicato per due giorni, poi era arrivato il gelo. La brina ripulì la strada, coprì gli scarichi di fogna, e i mucchi di letamem avvolse i balconi di morbide trapunte, imbiancò i tetti ossidati, spianò le buche delle strade, e sui marciapiedi.”.
La materia del romanzo è incandescente, si tratta di amore – passione, quello che non lascia scampo, e può indurre alla follia.
“Keyla aveva vissuto nel peccato per tanti anni, abbandonata da Dio e dagli uomini, ma le usanze ebraiche non le aveva dimenticate così come la forma più sordida del desiderio.”.
Tormentata dagli incubi, vedeva donne con le facce gialle, avvolte nei sudari che gridavano, e le sputavano addosso prospettandole atroci punizioni.
Se le passioni sono travolgenti, l’olfatto è rapito dal profumo di brodo, stufato e biscotti appena sfornati che emanano dalle pagine. Un romanzo stupefacente.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
130
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

4 risultati - visualizzati 1 - 4
Ordina 
Per inserire la tua opinione devi essere registrato.

Una recensione molto invitante, Ornella, per me che amo la scrittura dell'autore ma non ho letto questo libro.
siti
14 Febbraio, 2018
Segnala questo commento ad un moderatore
Interessante, al momento di suo ho in lista "Lo schiavo", lo hai letto?
In risposta ad un precedente commento
ornella donna
14 Febbraio, 2018
Segnala questo commento ad un moderatore
leggilo, è davvero bello. Merita.
In risposta ad un precedente commento
ornella donna
14 Febbraio, 2018
Segnala questo commento ad un moderatore
no, non ho letto questo libro. Dimmi poi com'è..... Questo è davvero meritevole.
4 risultati - visualizzati 1 - 4

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Legami
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Una primavera troppo lunga
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Ricordatemi come vi pare
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La donna che fugge
Valutazione Utenti
 
3.9 (3)
T
T
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
I giorni di Vetro
Valutazione Utenti
 
4.9 (2)
Ti ricordi Mattie Lantry
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Un animale selvaggio
Valutazione Utenti
 
3.1 (4)
Ambos mundos
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Dalla parte del ragno
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Ci vediamo in agosto
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

La grande fortuna
Sabotaggio
Nuove abitudini
Linea di fuoco
L'ufficio degli affari occulti
Il mago
La moglie del lobotomista
La guerra di H
Il canto di Calliope
L'aria innocente dell'estate
Max e Flora
Rincorrendo l'amore
Giochi proibiti
Il canto di Mr Dickens
I Netanyahu
Oblio e perdono

Copyright 2007-2024 © QNetwork - Tutti i diritti sono riservati
P. IVA IT04121710232