Dettagli Recensione

 
Siete pazzi a mangiarlo
 
Siete pazzi a mangiarlo 2020-01-14 07:06:43 Bruno Elpis
Voto medio 
 
4.2
Stile 
 
3.0
Contenuti 
 
5.0
Approfondimento 
 
5.0
Piacevolezza 
 
4.0
Bruno Elpis Opinione inserita da Bruno Elpis    14 Gennaio, 2020
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Piccola guida di sopravvivenza al supermercato

Siete pazzi a mangiarlo è una denuncia di Christophe Brusset: da manager pentito, l’autore svela i segreti dell’industria agroalimentare per massimizzare il profitto. Naturalmente a spese dei poveri consumatori. Il libro narra una serie di infami stratagemmi, una carrellata di orrori alimentari che dissuaderebbero chiunque dall’accostarsi nuovamente al cibo.

Nell’intento di avvertire chi leggerà questo commento, contravvengo alla regola fondamentale delle recensioni: mai svelare il finale. Dunque, atterrito dalla lettura, pratico lo spoiler più bieco e – a beneficio di chi mi leggerà – svelo integralmente la piccola guida di sopravvivenza al supermercato, un decalogo prezioso:
1. Controllare le origini “Evitate assolutamente i prodotti alimentari cinesi e… quelli indiani, turchi e di altre origini esotiche”
2. Evitate i primi prezzi
3. Privilegiate le grandi marche
4. Evitate polveri e puree “Comprate in primo luogo i prodotti interi”
5. Controllate bene le liste degli ingredienti. “Evitate…
- gli oli idrogenati
- i coloranti chimici (famiglia di additivi E100…)
- i conservanti chimici (essenzialmente la famiglia E200)
- l’alluminio … come colorante (E173) o come addensante (da E520 a E523).
Cercate anche di fare a meno di:
- il glutammmato monosodico e derivati, da E620 a E625
- i dolcificanti intensivi come l’aspartame e il ciclamato, E951 ed E952
- tutti prodotti esausti, come i bacelli di vaniglia…”
6. Controllate le confezioni “Non comprate prodotti secchi… in confezioni di cartone riciclato… Evitate le confezioni in plastica dette oxobio o o oxo biodegradabili… vantaggio molto netto per il vetro”
7. Controllate le date di scadenza
8. Diffidate dei marchi di garanzia “Il più serio in questo ambito è il marchio di certificazione Fairtrade”
9. Controllate le etichettature (“Negli Stati Uniti il 30% delle etichettature di pesci e altri frutti di mare sono false”)
10. “Tutti credono a quello che è segnato sull’etichetta… L’idea che ci si fa del prodotto è più importante del prodotto stesso… l’arma assoluta del marketing, che è Voi… Il vostro peggior nemico siete voi”.

Giudizio finale – citazione: “Quella che chiamiamo eufemisticamente 'carne' sono in verità pezzi di cadaveri, di animali morti, morti ammazzati. Perché fare del proprio stomaco un cimitero?” (Tiziano Terzani)

Bruno Elpis

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
150
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

8 risultati - visualizzati 1 - 8
Ordina 
Per deformazione "quasi" professionale, mi interessa molto il tema. il 35% dei tumori è correlato, non a caso, ad alimentazione scorretta,
siti
15 Gennaio, 2020
Segnala questo commento ad un moderatore
Grazie Bruno, è vero che è molto difficile tentare anche una minima involuzione rispetto all'industria alimentare: dico una banalità, forse non dovrebbe esistere. Non si è sicuri neanche con il pane!
@ Daniele e Laura: a proposito di medici... questo libro ci è stato consigliato dal pediatra al quale ci siamo rivolti per le intolleranze alimentari che affliggevano mia figlia. Con lui abbiamo parlato di salmoni e altri pesci d'allevamento (che vivono in ridotti spazi, nei loro stessi rifiuti, nutriti con mangimi che sono veleni chimici) e di molto altro. "Siete pazzi a mangiarlo" rappresenta il carico di strozzo che questo medico ha calato. Tra tutti gli orrori ivi narrati, il mio affetto/amore oggi va ai poveri animali e alle immagini strazianti che continuano a inviarci dagli allevamenti intensivi - nuovi lager, dai macelli, dall'Australia in fiamme: di esseri senzienti, intelligenti, spesso sentimentali e sempre generosi, tuttavia costretti a subire la scelleratezza di una specie - quella umana - che si arroga il diritto del prepotente che tutto distrugge. Ciao!
In risposta ad un precedente commento
DanySanny
17 Gennaio, 2020
Segnala questo commento ad un moderatore
Lo so Bruno, tanto ché ho fatto un paio d'anni da vegetariano, ma poi ho avuto problemi e ho dovuto smettere ecco. Comunque sì, fanno le proteste per la caccia, quando alla fine c'è molta meno crudeltà nel prendere un animale nel bosco che in un qualunque allevamento disinfettato poi sul banco del supermercato.
C.U.B.
17 Gennaio, 2020
Ultimo aggiornamento:
17 Gennaio, 2020
Segnala questo commento ad un moderatore
Ho a casa anche io un libro -di cui non ricordo il titolo- che parla di allevamenti di massa, annessi e connessi, ma oltre ad acquistarlo non sono andata. Non ho il coraggio di iniziarlo, mi credi?
Premetto che mangio pochissima carne, quasi nulla.
Ciao C., in realtà questo libro parla degli stratagemmi industriali della distribuzione alimentare più che di allevamenti intensivi. Ma la mia mente corre la’ quando si parla di alimentazione... conosco il tuo impegno e la tua sensibilità per il mondo animale. Un caro saluto :-)
Interessante! Io leggo Bressanini , lo conosci? E per la cosmesi la biotecnologa Mautino.
Quanti veleni nel nostro cibo! E quanti cibi demonizzati...
In risposta ad un precedente commento
Bruno Elpis
28 Gennaio, 2020
Segnala questo commento ad un moderatore
No, non lo conosco! E anche questa lettura è stata frutto del caso... ciao Marianna :-)
8 risultati - visualizzati 1 - 8

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

In tua assenza
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La banda dei colpevoli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La mappa nera
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La quarta profezia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita paga il sabato
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Obscuritas
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli avversari
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Le sorelle Lacroix
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultimo figlio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Questo post è stato rimosso
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
I killeri non vanno in pensione
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Voci in fuga
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri

La tua dieta sei tu
L'arte di legare le persone
Genki. Le 10 regole d'oro giapponesi per vivere in armonia
Cromosofia
Sisu
I sei pilastri dell'autostima
Siete pazzi a mangiarlo
Hygge. La via danese alla felicità
Il silenzio
Diagnosi e destino
La terra non è mai sporca
Il trucco c'è e si vede
Se fa male, non è amore
Uccidere il cancro
Emozioni distruttive
Segui la pancia. Non tutti i microbi vengono per nuocere