Dettagli Recensione

 
I diciotto anni migliori della mia vita
 
I diciotto anni migliori della mia vita 2022-04-13 18:14:55 silvia71
Voto medio 
 
2.8
Stile 
 
2.0
Contenuti 
 
3.0
Approfondimento 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
silvia71 Opinione inserita da silvia71    13 Aprile, 2022
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

1592-1610

Nel 1592 a Galileo viene assegnata una cattedra di matematica presso l'attuale Università di Padova, ai tempi nota come Universitas Artistarum dello Studium Patavinum.
Aveva ventotto anni e alle spalle una fama di scienziato, nonostante una vita privata piuttosto dissoluta.
Gli anni trascorsi a Padova divennero ben diciotto, definiti dallo stesso come “li diciotto anni migliori di tutta la mia età”; anni di studio e di frequentazioni fruttuose con Giovanni Sagredo, Paolo Sarpi e di corrispondenze con Giovanni Keplero, fino a diventare un punto di riferimento per la comunità scientifica ed un interlocutore di spicco per i politici della Serenissima.

Non si tratta di una biografia nel senso tecnicamente e stilisticamente inteso, neppure di un romanzo storico, bensì di un saggio che prende vita da una raccolta di missive vergate dalla mano di Galileo oppure da lui ricevute nel lasso di tempo trascorso in terra veneta.
Rarissimi gli interventi di raccordo narrativo posti ad inframezzo, pertanto la lettura assume una valenza in toto documentale, con certune descrizioni minuziose di ricerche tecniche e teoremi, più adatti ad un pubblico di addetti ai lavori.

Lo scritto è frutto dell'idea di un docente di fisica e astrofisica, Alessandro De Angelis, di cui si apprezza la passione per il grande Galilei e la voglia di portare a conoscenza di un'ampia platea l'intenso e produttivo “periodo padovano”, tuttavia l'opera resta fredda e didascalica, assumendo le semplici vesti di una raccolta di lettere poste in ordine cronologico.

Castelvecchi è un editore che dedica ampi spazi alle opere di natura storica e di ricostruzione biografica, quindi è apprezzabile la scelta di pubblicare il testo per la riproduzione di lettere e conversazioni di grande valore storico, tuttavia la sinossi di copertina dovrebbe trasferire con maggior chiarezza il reale contenuto per non generare aspettative poi disattese.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
saggistica
Trovi utile questa opinione? 
80
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Per inserire la tua opinione devi essere registrato.

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'ultimo conclave
Valutazione Utenti
 
1.3 (1)
Stivali di velluto
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una morte onorevole
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
You like it darker. Salto nel buio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Eredi Piedivico e famiglia
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.3 (3)
Legami
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Renegades. Verità svelate
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una primavera troppo lunga
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Ricordatemi come vi pare
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La donna che fugge
Valutazione Utenti
 
3.9 (3)
T
T
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Eleonora d'Aquitania
I diciotto anni migliori della mia vita
Tutankhamen
L'origine degli altri
Il tribunale della storia
Memorie dalla Torre Blu
Nulla è nero
Non per me sola. Storia delle italiane attraverso i romanzi
A riveder le stelle
Marco Polo. Storia del mercante che capì la Cina
The Queen. Diario a colori della regina Elisabetta
Margaret Thatcher. Biografia della donna e della politica
L'arte della fuga
Dante
Autunno a Venezia. Hemingway e l'ultima musa
Passione sakura